Trattamento della dermatite atopica negli adulti, sintomi e prevenzione

La dermatite allergica è una reazione cutanea specifica al contatto con una sostanza percepita dal sistema immunitario come un allergene. Le sue manifestazioni - prurito alla pelle, arrossamento ed eruzioni cutanee, che spesso causano il pianto, sono solo la manifestazione esteriore di un complesso processo di sensibilizzazione allergica.

Il trattamento delle manifestazioni cutanee di una reazione allergica include un ciclo di terapia di desensibilizzazione, che è completato dall'uso di rimedi popolari e di una dieta ipoallergenica.

Cos'è?

La dermatite allergica è una malattia della pelle che si sviluppa a causa dell'influenza di sostanze irritanti sotto forma di allergeni e sensibilizzanti. Le persone con ipersensibilità a queste sostanze ne soffrono. È stabilito che la causa della patologia è una reazione allergica di azione lenta.

cause di

Dermatite da contatto, come è, infatti, un'allergia, è una maggiore reazione dal corpo agli allergeni che agiscono su di esso in una forma o nell'altra.

Molto spesso, questi tipi di allergeni includono i seguenti tipi di sostanze:

  • nichel (orecchini, catene, anelli, gioielli, ecc.);
  • lattice (capezzoli, guanti, preservativi, ecc.);
  • abbigliamento (in particolare, alcuni materiali nella sua base: sintetico, gomma, lattice, ecc.);
  • cosmetici usati nella cura della pelle (shampoo, saponi, creme, gel, ecc.);
  • alcuni farmaci (antibiotici, creme corticosteroidi, ecc.);
  • altri tipi di sostanze (inchiostri, vernici, ecc.).

In generale, la malattia può sviluppare un effetto sul corpo di assolutamente qualsiasi sostanza, e il fattore determinante in questa materia non è basato sulla composizione chimica di queste sostanze, ma su quanto sia sensibile il corpo a loro in ogni caso particolare.

Meccanismo di sviluppo

La linea di fondo è una reazione allergica ritardata simile alla tubercolina. La sensibilità si forma in un certo intervallo di tempo dopo il primo contatto con l'allergene.

Quando viene raggiunto il livello critico della risposta immunitaria, la malattia si manifesta. Le molecole di allergene sono molto piccole per essere riconosciute dalle cellule immunitarie, ma i componenti proteici aiutano in questo, che si uniscono a loro quando entrano nel corpo e danno loro proprietà antigene.

Le proprietà allergiche di una sostanza dipendono dalla capacità delle sue molecole di entrare nel corpo e creare legami stabili con le sue proteine. In questo caso, un ruolo importante nella risposta immunitaria non appartiene agli anticorpi, come al solito, ma ai linfociti e alle cellule di Langerhans. Dal primo contatto con l'allergene, i linfociti T che riconoscono l'antigene si sono accumulati per due settimane. Dopo ciò, diventano cosiddetti. celle di memoria e migrano verso tutte le aree periferiche del sistema immunitario.

Il ripetuto contatto con un fattore allergico determina una rapida attivazione della memoria immunologica e una risposta cellulare.

classificazione

Esistono diversi tipi di patologie cutanee che possono verificarsi a seguito di una reazione allergica e procedere con una significativa infiammazione della pelle.

Tipi di dermatite atopica:

  1. Atopica. Caratterizzato da eziologia neuro-allergica. I sintomi della dermatite atopica di questa forma ricordano una combinazione di manifestazioni respiratorie ed eczema. Tra tutte le varietà della malattia, questa ha il corso più facile.
  2. reazione della droga. Si può osservare quando l'allergene penetra attraverso il tubo digerente, per inalazione o la sua introduzione per iniezione. Spesso questo è dovuto ai farmaci e i sintomi clinici dipendono dal tipo di principio attivo. La sindrome di Lyela è una forma pericolosa di tossicosi con caratteristica necrolisi acuta di tegumenti, deterioramento del benessere generale e comparsa di bolle specifiche sotto le ascelle. L'apertura di questi tumori provoca il verificarsi dell'erosione. Circa il 20-40% dell'area cutanea può essere esfoliata.
  3. Pin. Può svilupparsi dopo il contatto secondario con una sostanza irritante specifica. La risposta dell'organismo alla sua influenza è una reazione esterna espansiva. La caratteristica principale di questo tipo di dermatite è che l'eruzione cutanea scompare spontaneamente dopo la rimozione del contatto con l'allergene.
  4. Fitodermatit. Nel polline e nella linfa delle piante di diverse famiglie (fioritura, ranuncoli, primula, lilium, euforbia), così come gli agrumi contengono sostanze, il contatto con i tegumenti di cui può causare una reazione acuta.

Dermatite allergica sul viso

La dermatite allergica sul viso più spesso infastidisce le donne. Il fatto è che la sua causa principale è il contatto della pelle con gli allergeni che costituiscono prodotti cosmetici e di cura. Anche se gli uomini potrebbero trovarsi di fronte a questo problema, perché gli stimoli sono presenti nelle lozioni da barba.

Come esempi vividi di sensibilizzanti che causano allergie sul viso e sul collo, le seguenti sostanze possono essere identificate:

  • metalli (specialmente il nichel, che è uno dei materiali più comuni per la produzione di gioielli);
  • gomma (parte della spugna, con cui si applica il trucco);
  • acrilati (utilizzati nella fabbricazione di montature per occhiali);
  • resina di pino (allergene forte, che è un ingrediente in molti cosmetici).

La dermatite allergica sul viso può provocare il polline delle piante (sia a casa che in strada), il congelamento, l'obvetrivania, l'esposizione prolungata alla luce solare diretta, l'assunzione di determinati farmaci.

Fasi di dermatite atopica su viso e collo:

  • eruzioni cutanee sotto forma di bolle e vesciche;
  • arrossamento, prurito e gonfiore della pelle colpita;
  • palco bolloso, caratterizzato dalla formazione di cicatrici e dalla morte della pelle.

Una leggera forma di dermatite atopica sul viso si manifesta con eruzioni vesciche che formano una crosta all'asciugatura.

Dermatite allergica nei bambini

Spesso nell'infanzia ci sono intolleranze alimentari e reazioni allergiche in un bambino per ricevere uno o l'altro cibo. Ciò è in gran parte dovuto all'immaturità di alcuni organi e sistemi (ad esempio, gastrointestinali), alla mancanza di produzione di enzimi e alla predisposizione ereditaria alle allergie.

  1. Si ritiene che l'assunzione regolare di determinati prodotti o farmaci da parte della madre durante la gravidanza possa influenzare l'insorgenza di dermatite allergica nel neonato anche con la penetrazione di sostanze irritanti nel latte materno.
  2. Quando gli allergeni entrano nel corpo del bambino, il sistema immunitario produce e accumula anticorpi specifici che attivano l'infiammazione della pelle. Eruzioni cutanee frequenti sul viso, chiamate "diatesi" dei genitori. L'area di localizzazione della dermatite può interessare le spalle, le gambe, i glutei.

Entro 1,5-2 anni, la dermatite può passare alla fase successiva dello sviluppo. La dermatite da bambino, a differenza del bambino, è caratterizzata da eruzioni cutanee su tutto il corpo con manifestazioni particolarmente forti sulle curve del ginocchio-gomito, sul petto e sulla schiena. Spesso, dall'età di 7-10 anni, la dermatite allergica si trasforma in uno stadio cronico, raramente si verifica una recidiva, soprattutto in primavera e in autunno.

Sintomi della dermatite atopica negli adulti, foto

I sintomi della dermatite atopica negli adulti appaiono a seconda della forma della malattia (vedi foto).

1) Nella forma di contatto della malattia, i sintomi sono espressi:

  • macchie rosso vivo di eruzioni in diverse aree della pelle che hanno contatto con l'allergene;
  • la successiva sostituzione di macchie con bolle riempite di liquido;
  • lesioni focali pruriginose;
  • la diffusione dell'eruzione sul tessuto sano, con influenza prolungata dello stimolo, accompagnata da dolori articolari, mal di testa e aumento degli indicatori di temperatura.

Sintomi di diatesi (forma atopica) manifestati:

  • eruzione cutanea gravemente pruriginosa su diverse parti del corpo;
  • insonnia e disturbi nervosi con prurito continuo;
  • letargia o intensa agitazione;
  • l'aggiunta di un'infezione da stafilococco o streptococco nei focolai di graffi;
  • la formazione di focolai purulenti, edema, crepe e croste giallastre secche al posto di scoppiare bolle pettinate.

I segni di tossicoderma sono accompagnati da:

  • debolezza generale con possibile perdita di coscienza;
  • sudore freddo e gonfiore;
  • dolore articolare e lombare;
  • vesciche sanguinolente su certe zone della pelle;
  • danno al cervello e al midollo spinale;
  • disfunzione dei polmoni e del fegato.

Segni di necrolisi tossica epidermica si manifestano in un tempo molto breve dopo il contatto con un agente patogeno antigenico. Entro uno, tre giorni il paziente potrebbe morire.

  • un improvviso aumento della temperatura a tassi molto alti, senza una ragione apparente;
  • eruzioni cutanee sul tronco, braccia e gambe;
  • più punti rossi gonfiati si fondono gradualmente in grandi focolai;
  • la formazione sui fuochi di bolle di varie dimensioni (dimensioni dal palmo dei malati) che copre la loro pelle diventa sottile, sciolto, facilmente strappato dall'azione meccanica;
  • coinvolgimento nel processo di distruzione delle mucose degli organi interni e genitali.

Fasi di sviluppo della dermatite atopica:

  1. Acuta. Dopo 1-2 giorni o immediatamente dopo un contatto ravvicinato con una sostanza irritante sulla pelle, si verifica gonfiore, infiammazione, eruzione cutanea, il paziente lamenta un forte prurito.
  2. Subacuta. Nel sito dell'eruzione si formano segni di ammollo, successivamente croste e segni di sfaldamento.
  3. Cronica. La pelle, soggetta a frequenti infiammazioni, diventa ruvida e si ispessisce.

La pelle dei bambini è particolarmente influenzata da fattori negativi. I segni esterni di dermatite nei bambini nel primo anno di vita appaiono in modo diverso.

complicazioni

La dermatite allergica lanciata e non trattata può causare varie complicazioni negli adulti e nei bambini, manifestandosi:

  • lo sviluppo di lesioni purulente della pelle;
  • cambiamenti irreversibili della pelle causati da atrofia della pelle;
  • infezioni fungine;
  • lesione delle vie aeree sotto forma di sviluppo di bronchite asmatica;
  • lo sviluppo delle malattie otorinolaringoiatriche;
  • invasioni elmintiche, foruncolosi;
  • perdita di memoria.

Trattamento di dermatite allergica

Aspettare che la reazione cutanea sparisca da sola non è assolutamente l'approccio giusto. Nessuno è immune dalla sua manifestazione ripetuta, più violenta e dalle possibili complicazioni.

Trattamento della dermatite atopica:

  1. Eliminazione dell'allergene
  2. Antistaminici: Tavegil, difenidramina, suprastin hanno un grave effetto collaterale: sonnolenza, compromissione della coordinazione, riduzione dell'attenzione. Pertanto, il trattamento antistaminico deve essere effettuato con una nuova generazione di farmaci che non causino tali effetti (Zyrtec, Erius, ecc.). Le allergie che provocano un forte prurito cutaneo livella perfettamente il fencarol.
  3. Trattamento antiprurito (sedativi - novopassiccio, tintura di motherwort, compresse di valeriana).
  4. Preparazioni disintossicanti ed enzimi (carbone attivo, mezim-forte, Linex in dysbacteriosis).
  5. Terapia locale Vengono usati pomate e gel di azione antinfiammatoria, antifungina e antipruriginosa (il farmaco dell'azione combinata - acriderm). I farmaci ormonali non sono raccomandati per i bambini e sono utilizzati solo con l'inefficacia di altri farmaci, la durata del loro uso non deve superare i 5 giorni.

Nel trattamento dei rimedi popolari che vale la pena conoscere: l'uso di erbe medicinali non fa che aumentare la reazione della pelle e ridurre l'umore allergico del corpo, ma non cura l'allergia stessa.

Regole di potenza

Il rispetto delle regole nutrizionali per la dermatite è incluso nella terapia della malattia e consente di ottenere una remissione stabile. Una dieta appositamente studiata per la dermatite allergica negli adulti con un menu razionale giornaliero elimina gli allergeni e accelera il processo di eliminazione della malattia.

I prodotti irritanti altamente probabili includono:

  • noci;
  • caffè;
  • crauti;
  • frutti di mare;
  • agrumi;
  • legumi;
  • cioccolatini;
  • fragole.

Inoltre, non consentire la presenza nella dieta di alimenti contenenti conservanti, emulsionanti e coloranti. I cibi pericolosi per chi soffre di allergie sono i ricchi brodi, tutti piatti fritti, salati e speziati che aumentano la permeabilità del tratto digestivo all'assorbimento di sostanze irritanti.

Nel processo di cottura, è importante osservare le peculiarità della tecnologia e non utilizzare prodotti scaduti. Verdura e frutta dovrebbero essere acquistati da quelli che sono stati coltivati ​​senza fertilizzanti. Se i piatti sono preparati con cereali, dovrebbero essere immersi in acqua per almeno 10 ore. Si consiglia di ridurre il consumo di zucchero e sale di 2 volte. Per quanto riguarda la carne, si consiglia di farla bollire due volte.

Rimedi popolari

I metodi della medicina tradizionale aiutano ad alleviare il peggioramento della dermatite allergica, il prurito e il pianto, e contribuiscono anche al rapido ripristino della pelle:

  1. Bagni e asciugandosi dalle infusioni della serie, camomilla, corteccia di viburno, radice di elecampane.
  2. Ben curato e ammorbidisce la pelle della crema di olivello spinoso, mescolata con grasso d'oca in proporzioni uguali.
  3. Grind 5 foglie di piantaggine in un tritacarne, versare pappa 70 ml. vino bianco secco, lasciare per un giorno. Lubrificare le manifestazioni di dermatite 2 volte al giorno.
  4. Le foglie di basilico fresco vengono schiacciate in una poltiglia e quindi applicate sotto una garza sulla pelle interessata.
  5. La pappa di sedano tritato è un rimedio efficace per i processi umidi sulla pelle.

Tuttavia, in alcuni casi, i rimedi popolari possono solo esacerbare la situazione, pertanto, dovrebbero essere coinvolti in tale trattamento con cautela.

Codice ICD 10

La dermatite allergica da contatto è classificata in ICD 10 dai seguenti tipi di diagnosi:

  • la malattia provocata dall'esposizione ai metalli - L23.0;
  • allergia causata dagli adesivi - L23.1;
  • dermatite cosmetica - L23.2;
  • dermatite medicinale - L23.3;
  • dermatite allergica da contatto causata dall'esposizione ai coloranti - L23.4;
  • dermatite causata dall'influenza di varie sostanze chimiche - L23.5;
  • dermatite alimentare dovuta al contatto con la pelle - L23.6;
  • dermatite causata da piante non commestibili - L23.7;
  • dermatite provocata dall'esposizione ad altre sostanze - L23.8;
  • dermatite di eziologia poco chiara - L23.9.

prevenzione

Per la prevenzione della dermatite allergica, dovrebbe essere evitata la possibile sensibilizzazione in qualsiasi forma (necessità di produzione, farmaci, ecc.).

Non è raccomandata una frequente applicazione locale di preparati contenenti componenti con capacità altamente sensibilizzanti:

  • antibiotici beta-lattamici;
  • sulfamidici;
  • anestetici locali, ecc.

In caso di necessità di produzione per contatto con sostanze a basso peso molecolare, è necessario utilizzare dispositivi di protezione individuale (guanti, tuta protettiva, maschera).

Se sei allergico ai guanti di gomma, dovrebbero essere sostituiti con il vinile. Quando si pianificano interventi chirurgici in un paziente con allergia al lattice, questo dovrebbe essere preso in considerazione. Queste persone sono dei preservativi in ​​lattice controindicati. In caso di ipersensibilità alla formaldeide, è necessario essere molto selettivi nella scelta dei cosmetici. È necessario escludere i cosmetici contenenti questo conservante.

Se una persona ha una dermatite allergica, al fine di prevenire recidive e complicazioni della malattia, dovrebbe essere descritta in dettaglio con le fonti dell'allergene e con le sostanze che reagiscono in modo incrociato.

prospettiva

Se si rileva una dermatite allergica da contatto, la prognosi per la vita è buona, ma si dovrebbe assolutamente iniziare a trattarla. Dopo aver eliminato il contatto con l'allergene, il paziente è completamente guarito.

A volte lo sviluppo della dermatite professionale richiede un cambio di professione, luogo di lavoro.

Tipi di dermatite atopica. Principi di trattamento

La dermatite allergica è una malattia della pelle che si sviluppa a causa dell'influenza di sostanze irritanti sotto forma di allergeni e sensibilizzanti. Le persone con ipersensibilità a queste sostanze ne soffrono. È stabilito che la causa della patologia è una reazione allergica di azione lenta.

Quando le sostanze provocanti si depositano sui tessuti della pelle, un organismo che non ha anticorpi contro di loro diventa sensibile ai loro effetti. Questo è l'inizio di un processo sfavorevole per la pelle, che rovina l'aspetto del corpo umano.

Varietà della malattia, le loro cause

Gli scienziati non hanno identificato alcun singolo allergene che colpisce diversi organismi allo stesso modo. Le allergie si manifestano sempre singolarmente a causa di vari fattori e cause. Spesso sono contatto con piante, iniezioni medicinali, additivi alimentari, prodotti chimici industriali o domestici, ecc.

Considerare più in dettaglio i tipi e le cause della dermatite atopica.

1. La fitodermite si sviluppa in seguito all'esposizione a sostanze contenute nel polline e nel succo di alcune piante. I più pericolosi a questo proposito sono le erbe e i fiori delle famiglie di liliacee, ranuncoli, euforbia e agrumi. La malattia può anche svilupparsi a causa di piante da interno - primule o verde della famiglia delle primule.

2. Toksidermiya - patologia, il cui sviluppo è dovuto all'ingresso di allergeni nel corpo attraverso il sistema respiratorio, il tratto gastrointestinale o con farmaci. L'ultima opzione è la più comune. Sulfonamidi, antibiotici, anestetici possono provocare reazioni indesiderate.

È interessante notare che in persone diverse, i segni di una forma tossica di dermatite non costituiscono lo stesso quadro clinico. Ad esempio, dopo il trattamento con solfonammidi, la reazione è espressa da eritema sulla mucosa della cavità orale, nella zona inguinale e sulle mani. L'assunzione di antibiotici può avere effetti collaterali sotto forma di desquamazione della pelle, eruzioni cutanee e vesciche.

Guarda la foto - sembra una dermatite allergica sulle mani dopo l'uso di droghe.

3. La dermatite da contatto si sviluppa sullo sfondo del contatto secondario con una sostanza dannosa. Inizialmente, dopo aver applicato un sensibilizzatore, il corpo forma l'immunità contro lo stimolo, ma con ogni contatto successivo risponde con allergie. Secondo questo tipo, la malattia si sviluppa a causa di cosmetici, additivi alimentari, sali di nichel, cromo e cobalto e prodotti chimici domestici.

4. La sindrome di Lyell, o necrolisi acuta della pelle, è una forma pericolosa di toksidermii. La patologia si sviluppa in poche ore o giorni dopo l'assunzione del medicinale. I suoi sintomi caratteristici sono un peggioramento delle condizioni generali della persona in combinazione con mal di testa, debolezza, nausea e vomito. Nelle zone ascellare e inguinale si formano bolle specifiche che, all'apertura, si corrodono. All'ultimo stadio, la pelle esfolia, coinvolgendo il 20-90% della superficie corporea totale.

Le persone che portano gli occhiali per lungo tempo spesso manifestano segni di dermatite atopica. Quando il sudore si accumula sotto gli occhiali, si verificano reazioni avverse tra le sostanze chimiche biologiche.

Vividi segni di dermatite allergica sul viso in persone sensibili possono comparire dopo punture di insetti. Con il loro veleno sulla pelle, si innesca una reazione locale o si verifica una grave intossicazione. Questo porta allo sviluppo di orticaria o anafilassi.

Inoltre, la sconfitta dei tegumenti può provocare parassiti intestinali. L'elmintiasi sviluppata a causa della loro attività provoca sensibilizzazione e eruzioni cutanee pronunciate sulla pelle del viso. Funghi patogeni, cocchi e varie infezioni sono un altro gruppo responsabile dello sviluppo o esacerbazione delle dermatosi.

Lo stress emotivo non si riferisce a fattori eziologici. Tuttavia, sono in grado di influenzare la condizione della pelle. Molti pazienti riportano un significativo peggioramento dell'aspetto del tessuto nervoso.

Video: dermatite allergica.

Manifestazioni cliniche di dermatite allergica natura

I principali sintomi della dermatite atopica, sviluppati dopo il contatto con le piante, includono:

Quando la forma di contatto della patologia da dermatite inizia a manifestarsi con arrossamento della pelle dopo aver toccato l'allergene. Successivamente, l'area interessata diventa gonfia e vescica. La presenza di eruzione vescicolare è giudicata dalla formazione di bolle liquide. Sul posto di scoppiare bolle, la pelle esfolia.

Forma di contatto di dermatite ha anche edema Quincke, la cui risoluzione porta alla formazione di piccole vescicole. Quando vengono aperti, un liquido chiaro scade e si formano ulcere. Il decorso di questa malattia è simile all'eczema, pertanto, al fine di prescrivere il trattamento corretto, è importante distinguere correttamente. Se la patologia viene provocata indossando indumenti di scarsa qualità, si formeranno focolai infiammati in punti di stretto attrito del tessuto sul corpo o nelle zone di sudorazione.

Nei bambini più grandi e nei pazienti adulti, i cambiamenti allergici della pelle sono molto diversi se confrontati con l'immagine nei neonati. Oltre al rossore generale del tegumento, appare un notevole rigonfiamento dei tessuti molli del viso. Il gonfiore è localizzato o dovuto all'uso di cosmetici contenenti ingredienti allergenici. Alcuni pazienti lamentano che l'intera faccia o una parte specifica di esso è coperta da brufoli:

I processi di eruzione cutanea e desquamazione sono accompagnati da prurito. Guarda come la dermatite allergica appare sul viso - la foto mostra varie variazioni della manifestazione della malattia.

Quando la patologia colpisce solo il viso, raramente porta a un deterioramento delle condizioni generali del corpo. Tuttavia, a causa di danni all'aspetto, provoca disagio psicologico e provoca nevrosi. A loro volta, le esperienze costanti sono piene di un aggravamento del processo. Il problema è esacerbato dall'esposizione prolungata alla luce solare diretta o fredda, nonché dall'applicazione di cosmetici contenenti alcol.

Nei casi gravi di malattia, una persona nota tali deviazioni di salute come:

La progressione delle allergie secondarie sul viso è riconosciuta dalle seguenti anomalie cutanee:

  • crosta - croste formate da tessuti morti e contenuti liquidi essiccati. Spesso accompagnano il decorso cronico della dermatoallergia.
  • Coperture squamose. Il difetto della pelle è formato da particelle di epidermide essiccata e ha l'aspetto di fiocchi grigi o gialli. Le loro dimensioni possono essere microscopiche (fino a 1 mm) e grandi (più di 5 mm).
  • Siti erosivi - il risultato delle vesciche di apertura. I centri ripetono una forma e una dimensione di elementi liquidi.

L'eruzione primaria indica un processo acuto. Se un'allergia è espressa da diversi tipi di eruzione cutanea, indica la sua natura multifattoriale o una complicazione con lesioni cutanee causate da microflora fungina, virus o batteri.

Dermatite allergica nei neonati

Nel primo anno di vita, la pelle dei bambini è tenera e suscettibile agli effetti di fattori avversi. La dermatite allergica nei bambini di solito si sviluppa sulla base dell'intolleranza a determinati alimenti, farmaci, fattori ereditari o disbiosi.

In giovane età, l'allergia si manifesta in due modi:

La comparsa di dermatite allergica nei bambini può essere vista nella foto.

Il trattamento della dermatoallergia in tenera età è difficile a causa della limitata possibilità di prescrivere farmaci efficaci, indipendentemente dal modo in cui vengono utilizzati. I preparati orali non sono adatti a causa dello studio insufficiente del loro effetto sul piccolo corpo e della causa di reazioni avverse da parte loro. Anche il trattamento locale dei tegumenti non è sempre consigliabile, perché gli ingredienti di alcuni farmaci penetrano rapidamente nella pelle e danno effetti sistemici indesiderati. Pertanto, la lotta contro la malattia nel bambino inizia con la creazione di condizioni di vita ipoallergenica.

L'irritante più dannoso per il bambino è la polvere di casa. Può contenere zecche che si depositano su coperte, tappeti, mobili imbottiti e giocattoli. Gli animali domestici sono un'altra fonte di allergeni per un neonato.

Cosa fare in modo che il bambino non entri in contatto con allergeni domestici? Qui, gli esperti danno una serie di suggerimenti:

  • acquistare cuscini e coperte fatti di materiali sintetici - gli acari della polvere di casa non iniziano in loro. Sono anche facili da pulire.
  • La camera da letto del bambino non dovrebbe essere imbottita o imbottita. Si consiglia di indossare una custodia spessa sul materasso, che non è permeabile ai parassiti.
  • Se possibile, abbandonare animali e giocattoli morbidi.
  • Lavare la biancheria intima del bambino in acqua con una temperatura non inferiore a 50 gradi.
  • Si consiglia di conservare tutti i vestiti negli armadi con porte a chiusura ermetica.
  • Si raccomanda di mantenere l'umidità ad un livello accettabile.

Per quanto riguarda l'alimentazione nella dermatite allergica, mentre l'allattamento al seno è in corso, la madre dovrebbe abbandonare i prodotti altamente allergici. Questi includono frutti di mare, cioccolato, noci, agrumi, miele, fragole, ecc. Se il bambino mangia miscele artificiali, è necessario avvicinarsi selettivamente al loro acquisto. Quindi, nella dieta dovrebbe essere presente la miscela senza la proteina del latte vaccino.

Un bambino affetto da gravi allergie ai componenti del latte vaccino viene trasferito a miscele terapeutiche. La loro incapacità di provocare allergie è spiegata dalle peculiarità della produzione: la proteina viene scomposta in amminoacidi. Miscele specifiche includono:

Nelle forme più lievi della malattia, il problema è risolto con le miscele di acido lattico: Bifimil, NAN latte acido, Acidomil, Agu e Nanny. Dai bambini prodotti di soia mostrano:

Gli antistaminici sono prescritti come farmaci per i bambini (Suprastin, Fenistil, Zyrtec). Come terapia esterna, le lozioni e le medicazioni con ittiolo, il decotto di radici di Althea, il tannino, la foglia di alloro e la semplice infusione del tè sono consigliati per migliorare l'aspetto della pelle che piange.

La mancanza di focolai di ammollo facilita il trattamento. In questo caso, i pediatri prescrivono corticosteroidi esterni - Emolium, Lokoid e unguento per idrocortisone. Protopic ed Elidel danno un buon effetto. Tutti i farmaci vengono applicati in uno strato sottile esclusivamente sulle lesioni. Ma se microtraumi e crepe sono visibili su di essi, il trattamento esterno dovrà essere abbandonato.

Video: dermatite in un bambino (Dr. Komarovsky).

Principi di trattamento della dermo -allergia

La terapia della dermatite allergica viene effettuata in modi diversi, in base al fattore che l'ha provocata. Quando una sostanza irritante arriva sulla pelle, dovrebbe essere rimossa immediatamente, senza attendere lo sviluppo del processo patologico. La pelle rossa arrossata può essere pulita con alcool etilico. Per alleviare l'infiammazione dalle lesioni colpite, è utile usare unguenti con corticosteroidi.

A causa del contenuto di acido borico, hanno un effetto attenuante. Inoltre, i medici prescrivono farmaci antistaminici.

La forma di contatto di dermatite allergica (come la diagnosi suona in ucraino) richiede l'immediata eliminazione dell'interazione con una sostanza nociva. Se l'allergene è completamente abbandonato a causa della natura delle attività produttive, è necessario utilizzare i dispositivi di protezione individuale sotto forma di tuta, guanti, maschere. Alla fine del turno di lavoro, è consigliabile lavare il corpo sotto la doccia con sapone antibatterico.

L'essenza della terapia con la tossicosi nei pazienti adulti consiste nella desensibilizzazione del corpo o nella neutralizzazione dell'effetto del farmaco e della sua rimozione dal corpo. A questo scopo sono prescritti antistaminici e antinfiammatori.

I pazienti con la sindrome di Lyell vengono trasferiti all'unità di terapia intensiva. Viene mostrato un trattamento ad alte dosi con glucocorticoidi e antistaminici. La condotta per via endovenosa gocciola la disintossicazione. Se l'eruzione cutanea sulle palpebre e la congiuntivite diventano complicazioni della dermatite atopica sul viso, nel corso del trattamento vengono inclusi colliri di desametasone o pomata idrocortisone.

Gli specialisti stanno cercando di ottenere i seguenti risultati prescrivendo farmaci anti-dermici locali:

Le creme e gli unguenti di corticosteroidi per il trattamento della dermatite atopica vengono applicati in cicli di 2-3 settimane. Per evitare di asciugare eccessivamente i tessuti, è auspicabile un trattamento locale che accompagni l'applicazione di un leggero idratante. Sarà utile se il prodotto appartiene a prodotti per la cura dei bambini o ipoallergenici.

Unguenti efficaci sono:

  • Elobayz e Lokobeyz lipokrem - combattenti con maggiore secchezza e desquamazione della pelle. Dalle droghe domestiche un tale effetto ha una crema di glicerina.
  • Bepanten e D-Panthenol - unguenti antinfiammatori senza steroidi. Allevia il prurito e far fronte ad altri sintomi della malattia.
  • Tsinovit non è un farmaco ormonale con zinco e dikaliy glicirrizinato. L'agente, arricchito con oli di karitè, jojoba e olive, agisce come un antisettico per la pelle. L'unguento elimina desquamazione, irritazione, prurito e iperemia.

Dai corticosteroidi locali, i dermatologi raccomandano:

Nel processo di affrontare la malattia è importante autocontrollo delle proprie reazioni. Una persona deve registrare tutte le modifiche prima della comparsa di allergie e segnalarle al proprio medico. È anche opportuno regolare il cibo, tenendo conto delle allergie.

Physiogel AI crema per dermatite allergica allevia l'infiammazione e il prurito dalla pelle e lo lenisce.

Il farmaco consiste in un terzo dei lipidi, che nutrono intensamente le zone secche del derma. Ha qualità antiossidanti e combina i radicali liberi. L'esclusiva formula ipoallergenica risolve perfettamente i problemi della pelle sensibile. Le indicazioni per l'uso di physiogel sono:

  • dermatite atopica;
  • psoriasi;
  • qualsiasi dermatosi accompagnata da prurito;
  • prurito e irritazione della pelle;
  • il corso della dermatite dal tipo allergico da contatto.

Video: trattamento della dermatite atopica.

Classificazione delle allergie al derma da ICD 10

Per determinare l'allergene specifico che ha provocato la malattia, vengono utilizzate tecniche diagnostiche speciali. L'identificazione di fattori irritanti può verificarsi nel processo di consultazione di un allergologo che, ponendo domande, attira l'attenzione del paziente in momenti sfortunati (a volte le persone non ne sono consapevoli).

Sulla base delle risposte ricevute, verrà stabilita una diagnosi appropriata. La dermatite allergica da contatto è classificata in ICD 10 dai seguenti tipi di diagnosi:

Nutrizione di pazienti affetti da dermatite allergica

Il rispetto delle regole nutrizionali per la dermatite è incluso nella terapia della malattia e consente di ottenere una remissione stabile. Una dieta appositamente studiata per la dermatite allergica negli adulti con un menu razionale giornaliero elimina gli allergeni e accelera il processo di eliminazione della malattia.

I prodotti irritanti altamente probabili includono:

  • noci;
  • caffè;
  • crauti;
  • frutti di mare;
  • agrumi;
  • legumi;
  • cioccolatini;
  • fragole.

Inoltre, non consentire la presenza nella dieta di alimenti contenenti conservanti, emulsionanti e coloranti. I cibi pericolosi per chi soffre di allergie sono i ricchi brodi, tutti piatti fritti, salati e speziati che aumentano la permeabilità del tratto digestivo all'assorbimento di sostanze irritanti.

Nel processo di cottura, è importante osservare le peculiarità della tecnologia e non utilizzare prodotti scaduti. Verdura e frutta dovrebbero essere acquistati da quelli che sono stati coltivati ​​senza fertilizzanti. Se i piatti sono preparati con cereali, dovrebbero essere immersi in acqua per almeno 10 ore. Si consiglia di ridurre il consumo di zucchero e sale di 2 volte. Per quanto riguarda la carne, si consiglia di farla bollire due volte.

Video: dieta per la dermatite.

Dalle bevande sarà decotto utile preparato da una serie di 3-separato, corteccia di viburno rosso e ribes nero, fiori di camomilla (1 cucchiaino). Nella raccolta phyto risultante inserisci 2 cucchiaini. radici di liquirizia. Dopo completa miscelazione, misurare 1 cucchiaino. raccogliere e tamponare la sua tazza di acqua bollente.

Quindi impostare la massa in un bagno d'acqua per 15 minuti in ebollizione. Infine, il brodo viene infuso per un'ora e filtrato, e viene preso refrigerato quattro volte al giorno per tazza.

Dermatite allergica: caratterizzazione e trattamento della malattia

La dermatite allergica è una malattia della pelle che si forma sotto l'influenza di allergeni. I suoi sintomi sono osservati in persone che sono sensibili a varie sostanze. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD), viene assegnato un codice di 10. Tale malattia, che è una reazione ad azione lenta, non è facile da curare a causa dell'alto grado di sensibilizzazione dell'organismo. Prima di iniziare la terapia, è importante scoprire le ragioni del suo aspetto e dei segni principali.

Classificazione della malattia

Quando chiarire la causa della malattia può essere assegnato a vari studi diagnostici. Un ruolo speciale è svolto dall'esame dell'allergologo e dalla raccolta dell'anamnesi. Il medico pone domande che lo aiuteranno a identificare la fonte di irritazione.

Dopo aver raccolto tutte le informazioni e le analisi, può essere fatta una diagnosi. Si basa sui dati della classificazione internazionale delle malattie (ICD). La divisione è necessaria per sistematizzare le conoscenze e le diagnosi che sono state fatte ai pazienti. Secondo la tabella, la dermatite allergica ha il codice ICD 10. Ciò significa che al numero 10 vengono raccolte comuni malattie allergiche causate da varie sostanze irritanti.

Tutti loro sono uniti sotto il concetto generale di "dermatite allergica" (ICD 10). Tuttavia, a seconda del tipo di irritante, hanno il proprio nome e numero di identificazione nel gruppo di malattie. Questi includono:

Dopo aver valutato i sintomi e le cause della malattia, il medico fa riferimento alla tabella, scegliendo la diagnosi appropriata dal 10 ° gruppo.

Questa classificazione non rappresenta alcuna informazione preziosa per il paziente. L'assegnazione della malattia al decimo gruppo è necessaria per sistematizzare le conoscenze sulla dermatite di varie eziologie. In base a ciò, sarà più facile per il medico compilare la documentazione e tenere statistiche sul numero di casi osservati nei pazienti. Quindi, puoi scoprire quante persone hanno reazioni allergiche sulla pelle, che appartengono al 10 ° gruppo.

Il gruppo e la classificazione della dermatite atopica negli adulti dipende dalla sostanza che ha causato irritazione cutanea.

Cause e tipi di malattia

La dermatite allergica causa una varietà di cause. Una caratteristica distintiva di questa malattia è un carattere di contatto. Sotto l'influenza di sostanze provocanti sulla superficie della pelle, può verificarsi sensibilizzazione dell'organismo. A causa dell'assenza di anticorpi, la reazione della pelle può essere molto forte. I sintomi compaiono in un momento in cui una certa quantità di stimolo si è accumulata, il che è sufficiente per una reazione.

La dermatite della pelle può apparire sotto l'influenza di vari allergeni. Una tale fastidiosa influenza ha:

A seconda della natura dell'effetto irritante, possono comparire diversi tipi di malattie. La dermatite allergica è divisa in 4 tipi.

A seconda della natura del decorso della malattia può essere espresso in più fasi:

Dopo aver contattato un istituto medico, il medico valuta i sintomi e spiega come trattare la dermatite allergica di un particolare tipo.

Il tipo di rinite allergica negli adulti è determinato dalla natura dell'eruzione e dell'allergene.

Sintomi della malattia

La dermatite allergica può non apparire immediatamente, ma gradualmente, poiché il corpo stimola lo stimolo. I sintomi della malattia per contatto diretto con l'allergene possono essere espressi come:

Nel caso di una reazione cutanea, si osservano cambiamenti sulla parte del corpo che è stata in contatto diretto con la sostanza irritante. Dopo un po ', i tessuti si gonfiano e appaiono delle bolle. Se le vesciche scoppiano, si verifica la desquamazione della pelle.

Con la dermatite da contatto si può osservare angioedema. Come risultato di questo processo, si formano piccole formazioni blister. Le ulcere possono apparire quando sono forate e perdono liquido.

La localizzazione delle lesioni è determinata in base alla natura del contatto. Molto spesso, l'eruzione cutanea appare in punti di maggiore frizione o sudorazione.

La dermatite allergica negli adulti si manifesta come gonfiore localizzato o indotto da cosmetici. Prima di tutto, è caratteristico dell'area facciale. Rash e gonfiore possono essere osservati su:

Oltre all'eruzione cutanea, il paziente presenta desquamazione e prurito.

Se l'area interessata si espande, compaiono altri sintomi della malattia. Le condizioni generali di una persona peggiorano. Può diventare nervoso, irritabile. In questo caso, il decorso della dermatite può essere complicato. Inoltre, puoi vedere i segni nel modulo:

Se la dermatite allergica non si manifesta per la prima volta, i sintomi possono comparire sotto forma di:

Caratteristiche di vari tipi di malattia

La dermatite della pelle può variare nei sintomi a seconda del tipo di malattia.

Trattamento della malattia

Il trattamento della dermatite allergica si verifica in più fasi. Il paziente deve identificare un irritante ed eliminare il contatto con esso.

Se c'è una dermatite da contatto, è necessario cambiare i vestiti in modo naturale, preferendo i tessuti molli. È necessario abbandonare gioielli, cosmetici e ingredienti detergenti aggressivi. Quando si reagisce alla droga, al cibo, è importante identificare lo stimolo per proteggersi completamente dai suoi effetti.

Dopo l'eliminazione dell'effetto negativo, inizia il trattamento della dermatite allergica. Include la normalizzazione della nutrizione e dei farmaci.

Dieta ipoallergenica

Per curare la dermatite allergica, è necessario rispettare una certa dieta. La dieta ipoallergenica è necessaria per ridurre la probabilità di complicanze della malattia.

Il paziente deve limitare l'uso di prodotti nocivi che possono influire sul manifestarsi di un'eruzione cutanea. È necessario escludere dalla dieta cibi fritti, al forno, affumicati, grassi, salati e piccanti. I pasti dovrebbero essere al vapore o bolliti.

Vale la pena rivedere la composizione dei prodotti utilizzati nel corso di cottura. Sotto il divieto di caduta:

Dermatite allergica

La dermatite allergica è un'infiammazione della pelle che si sviluppa come conseguenza del suo contatto diretto (a volte a breve termine) con un irritante facoltativo, cioè una sostanza che nella maggior parte delle persone sane non causa lo sviluppo di alcuna patologia. Il secondo nome di questa malattia è la dermatite da contatto.

Cause e fattori di rischio

La dermatite allergica si riferisce a reazioni allergiche di tipo ritardato, in cui il ruolo principale è svolto non dagli anticorpi, ma dalle cellule del sistema immunitario e, soprattutto, dei linfociti.

La causa dei sintomi della dermatite atopica può essere chimica:

  • prodotti vernicianti;
  • lavare le polveri;
  • prodotti cosmetici e profumeria;
  • tessuti sintetici;
  • lattice.

Gli allergeni possono anche essere alcuni farmaci (antibiotici, vitamine, emulsione di sintomicina), gioielli in nichel. Molto spesso, la causa della dermatite atopica sulle mani diventa il contatto con le piante (piantina bianca, primula, panace). Questa forma della malattia è chiamata fitodermite.

Un ruolo speciale nello sviluppo di una reazione allergica per contatto diretto dell'irritante e della pelle è giocato dalle cellule dei fagociti in esso. Assorbono e digeriscono gli allergeni e gli immunocomplessi che entrano nella pelle. Dopo l'applicazione di una sostanza irritante specifica sulla pelle di una persona sensibilizzata, il numero di cellule fagocitiche in un breve periodo di tempo aumenta più volte.

Le cellule fagocitiche non solo digeriscono gli allergeni, ma contribuiscono anche al loro contatto con cellule specifiche del sistema immunitario, che provocano una risposta immunitaria sviluppata, cioè lo sviluppo di una reazione allergica.

Ridurre il rischio di sviluppare dermatite allergica limitando il contatto con prodotti chimici domestici. Quando si lavora con loro, utilizzare dispositivi di protezione individuale (respiratore, guanti di gomma).

Il contatto ripetuto con l'allergene provoca una reazione allergica più vivida e violenta della prima volta. Questo perché nel corpo del paziente esistono già anticorpi e cellule immunitarie per questo allergene.

Fagociti e linfociti nel fuoco dell'infiammazione contribuiscono anche a arrossamento e gonfiore della pelle, dilatazione dei vasi sanguigni e aumento del prurito.

I fattori predisponenti allo sviluppo della dermatite atopica sono:

  • assottigliamento dello strato corneo;
  • sudorazione eccessiva (iperidrosi);
  • malattie infiammatorie croniche associate a compromissione della risposta immunitaria;
  • predisposizione allo sviluppo di reazioni allergiche.

I sintomi della dermatite atopica

Le lesioni cutanee nella dermatite allergica sono sempre localizzate nel punto di contatto con una sostanza irritante. Ad esempio, se l'allergene è un detersivo per il bucato, ci si dovrebbe aspettare uno sviluppo di dermatite allergica sulle mani. Allo stesso tempo, i sintomi della dermatite atopica sul viso sono più spesso causati da intolleranza individuale ai cosmetici (polvere, mascara, fondotinta, rossetto, arrossire).

Nella dermatite allergica, la lesione ha sempre confini chiaramente definiti. Inizialmente, c'è un gonfiore della pelle e il suo rossore. Poi ci sono papule (noduli stretti), che rapidamente si trasformano in bolle riempite con un liquido trasparente. Dopo un po ', le bolle si aprono e l'erosione appare al loro posto. Tutti questi cambiamenti cutanei sono accompagnati da un forte prurito.

Il ripetuto contatto cutaneo con l'allergene può portare alla formazione di dermatite allergica cronica. In questo caso, la lesione acquisisce un bordo sfocato e il processo infiammatorio può diffondersi anche in aree remote della pelle, comprese quelle che non sono state in contatto con lo stimolo. I sintomi della forma cronica della dermatite atopica sono:

  • ispessimento della pelle;
  • secco;
  • peeling;
  • formazione di papule;
  • lichenizzazione (aumento della gravità del pattern cutaneo).

A causa del prurito pronunciato, i pazienti pettinano costantemente le loro lesioni, che sono accompagnate da un trauma alla pelle e possono portare all'adesione di lesioni purulente-infiammatorie secondarie.

Caratteristiche di dermatite allergica nei bambini

Dermatite allergica - patologia abbastanza spesso osservata durante l'infanzia. La malattia è caratterizzata da un decorso cronico, caratterizzato da periodi alternati di remissione e riacutizzazioni. Dopo la pubertà nella maggior parte degli adolescenti, i segni della dermatite atopica scompaiono completamente.

Il ruolo principale nello sviluppo della malattia nei bambini appartiene a fattori genetici. Se uno dei genitori soffre di allergie, allora la probabilità del bambino di contrarre la malattia è del 50%, se entrambi sono dell'80%. Se il padre e la madre sono sani, il rischio di dermatite atopica nella loro progenie non supera il 20%. Tuttavia, la malattia si sviluppa nei bambini solo quando gli effetti di un particolare stimolo, cioè un allergene, sono associati al fattore ereditario. I fattori allergici possono essere:

  • fattore respiratorio (inalazione di polvere, aerosol, polline delle piante);
  • fattore alimentare (alcuni cibi che vengono percepiti dal sistema immunitario del bambino come sostanze irritanti dannose);
  • fattore di contatto (sostanza aggressiva, ad esempio sapone, shampoo o crema per bambini).

La dermatite allergica nei neonati si manifesta inizialmente come una variante dell'allergia alimentare derivante dalla non conformità di una madre che allatta con una dieta ipoallergenica o dall'introduzione precoce di alimenti complementari alla dieta del bambino (uova, latte, cereali). In futuro, le esacerbazioni della malattia sono provocate non solo dagli allergeni alimentari, ma anche da altre sostanze irritanti (polvere domestica, spore fungine, epidermide animale, polline delle piante). In molti bambini dei primi anni di vita, la causa dello sviluppo della dermatite allergica è l'infezione da determinati tipi di stafilococco, che causano l'infiammazione cronica della pelle.

I principali sintomi della dermatite atopica nei bambini sono:

  • arrossamento locale o generalizzato della pelle (iperemia);
  • chiazze di irritazione e / o desquamazione della pelle;
  • prurito o bruciore;
  • pianto;
  • disturbi del sonno;
  • disfunzione dell'apparato digerente.

Durante la dermatite allergica nei bambini, si distinguono diverse fasi di età:

  1. Dermatite infantile Succede dai primi mesi della vita del bambino e dura fino all'età di due anni. La malattia si manifesta con l'apparizione sulla superficie flessoria delle mani e dei piedi di un bambino, nelle pieghe naturali della pelle di eruzioni cutanee caratteristiche. Spesso nei bambini con dermatite allergica sul viso appare una piccola eruzione cutanea abbondante, con il risultato che le guance appaiono dolorosamente cremisi. Le lesioni si bagnano spesso, coperte di croste.
  2. Dermatite da bambini. Osservato in bambini da 2 a 12 anni. È caratterizzato dall'aspetto di zone di arrossamento della pelle, con placche, crepe, graffi, erosioni e croste. Nella maggior parte dei casi, queste lesioni si trovano nei gomiti e nel collo.
  3. Dermatite adolescenziale Viene diagnosticato negli adolescenti dai 12 ai 18 anni. A questa età, nella maggior parte dei casi, le manifestazioni di dermatite allergica scompaiono da sole, ma in alcuni adolescenti i sintomi della malattia, al contrario, aumentano la loro gravità. In questi casi, il contatto con l'allergene porta a eruzioni cutanee sul viso, collo, mucose ulnari, mani, piedi, dita e nelle pieghe naturali della pelle.
Vedi anche:

diagnostica

La diagnosi viene fatta identificando la combinazione di tre grandi e almeno tre piccoli criteri in un paziente. I grandi criteri diagnostici per la dermatite allergica includono:

  • natura ricorrente della malattia;
  • storia familiare o individuale di allergie;
  • localizzazione tipica di eruzioni cutanee (lobi delle orecchie, cuoio capelluto, zona inguinale, fossa poplitea e ulnare, ascelle, collo e viso);
  • forte prurito della pelle, anche con un piccolo numero di elementi dell'eruzione cutanea.

Criteri diagnostici aggiuntivi o minimi includono:

  • l'inizio della malattia nei primi anni di vita;
  • aumento dei livelli di anticorpi IgE;
  • ipercheratosi follicolare che colpisce la pelle dei gomiti, degli avambracci e delle superfici laterali delle spalle);
  • macchie biancastre sulla pelle del cingolo scapolare e del viso (Pityriasis alba);
  • la piegatura delle piante e dei palmi (iperlinearità);
  • la piegatura della superficie anteriore del collo;
  • dermografismo bianco;
  • frequenti lesioni infettive della pelle dell'herpes, eziologia fungina o stafilococco;
  • dermatite non specifica delle gambe e delle braccia;
  • ittiosi, xerosi, peeling;
  • arrossamento e prurito della pelle dopo il bagno (questo sintomo è rilevato nei bambini dei primi due anni di vita);
  • il sintomo di "radianza allergica" (occhiaie attorno agli occhi);
  • aumento della sudorazione (iperidrosi), accompagnata da prurito.

Per identificare l'allergene che ha causato lo sviluppo della malattia, vengono effettuati test cutanei speciali. Per le loro prestazioni, vengono utilizzate strisce reattive impregnate con vari allergeni. Queste strisce sono fissate su una pelle ben pulita. Dopo un certo tempo, vengono rimossi e la presenza o l'assenza di una reazione allergica viene valutata da gonfiore e arrossamento della pelle.

Ulteriori studi diagnostici possono essere richiesti per identificare le comorbidità:

Se necessario, il paziente viene consigliato da un gastroenterologo, endocrinologo.

Trattamento di dermatite allergica

Sotto l'influenza degli allergeni nel corpo del paziente, vengono avviati molti complessi processi biochimici, quindi il trattamento della dermatite allergica dovrebbe essere lungo e complesso, comprese le seguenti aree:

  • identificare ed eliminare il contatto con l'allergene;
  • terapia dietetica;
  • farmacoterapia sistemica (membrana stabilizzante e antistaminici, corticosteroidi, antibiotici, immunomodulatori, vitamine, farmaci che regolano la funzione del tratto gastrointestinale e il sistema nervoso centrale);
  • terapia esterna (oratori, unguenti, lozioni);
  • riabilitazione.

Gli obiettivi principali del trattamento della dermatite allergica sono:

  • ripristino delle funzioni e della struttura della pelle (normalizzazione dell'umidità, miglioramento del metabolismo e riduzione della permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni nel fuoco della lesione);
  • eliminazione del prurito e manifestazioni della reazione infiammatoria;
  • prevenzione della transizione della malattia alla forma grave, che può causare la perdita della capacità di lavoro dei pazienti;
  • terapia concomitante di patologia.

Considerando che il ruolo principale nella base del meccanismo patologico dello sviluppo della dermatite allergica è l'infiammazione allergica, la terapia di base viene effettuata con antistaminici e farmaci anti-infiammatori.

Nel decorso cronico della malattia è importante osservare la fase e la durata del trattamento.

Lo schema generale di trattamento della dermatite allergica nella fase acuta include la nomina dei seguenti farmaci:

  • antistaminici con azione addizionale di stabilizzazione della membrana e anti-mediatore (seconda generazione) per 4-6 settimane;
  • di notte antistaminici (con effetto sedativo);
  • lozione con una soluzione all'1% di decotto di tannino o corteccia di quercia in presenza di essudazione;
  • creme e unguenti con corticosteroidi (prescritto un breve ciclo di non più di 7-10 giorni);
  • terapia corticosteroidea sistemica (solo in assenza dell'effetto della terapia sopra descritta).

Il trattamento della dermatite allergica cronica include:

  • antistaminici di seconda generazione con un lungo corso (3-4 mesi);
  • acidi grassi polinsaturi;
  • farmaci immunosoppressivi (farmaci che sopprimono l'eccessiva attività del sistema immunitario);
  • unguento topico con corticosteroidi e antibiotici.

Dopo aver raggiunto la remissione, è necessario trattare la dermatite allergica, finalizzata a prevenire l'insorgenza di esacerbazioni della malattia. In questo caso, viene solitamente applicato lo schema seguente:

  • antistaminici di terza generazione (metaboliti attivi) per un corso di 6 mesi o più;
  • immunomodulatori;
  • immunoterapia specifica con allergeni;
  • farmaci che includono acidi grassi polinsaturi.

Trattamento sperimentale per dermatite allergica

Attualmente sottoposti a studi clinici nel trattamento della dermatite allergica, il nemizizumab. È un rappresentante di un gruppo di anticorpi monoclonali umanizzati specifici per l'interleuchina-31.

I risultati della seconda fase sono stati pubblicati nel 2017 su The New England Journal of Medicine. Il farmaco è stato somministrato per tre mesi a 264 pazienti adulti affetti da dermatite allergica grave, in cui il trattamento tradizionale non ha portato ad un effetto positivo duraturo. I pazienti sono stati divisi in due gruppi, uno dei quali ha ricevuto non molizumab, l'altro (controllo) - placebo. La valutazione dell'efficacia della terapia è stata effettuata sulla base della misurazione dell'area della lesione e della gravità dell'intensità del prurito (valutata mediante una speciale scala analogica visiva).

Durante il trattamento con nemolizumab, l'intensità del prurito è diminuita nel 60% dei pazienti, nel gruppo di controllo nel 21%. La riduzione dell'area della lesione nel gruppo principale è stata registrata nel 42% dei pazienti e nel gruppo di controllo - nel 27%. Questi risultati hanno dato motivo di considerare il nemizizab come un farmaco promettente nel trattamento della dermatite allergica.

Nutrizione per la dermatite allergica

La terapia dietetica nel complesso trattamento della dermatite allergica svolge un ruolo importante. Ti permette di ridurre il tempo di trattamento e contribuisce a raggiungere la remissione. Escluso dai prodotti dietetici che migliorano la sensibilizzazione del corpo. Questi includono:

  • caffè;
  • di cacao;
  • cioccolato;
  • noci;
  • agrumi;
  • sottaceti e marinate;
  • fagioli;
  • fragole;
  • frutti di mare.

Non mangiare cibi che includono coloranti, emulsionanti, conservanti, poiché tutte queste sostanze sono forti allergeni.

Inoltre, i pazienti che soffrono di dermatite allergica non sono consigliati cibi fritti e ricchi brodi forti. Ciò è spiegato dal fatto che aumentano l'assorbimento di sostanze irritanti dalla membrana mucosa degli organi del tratto gastrointestinale.

Molto spesso, la causa della dermatite atopica sulle mani diventa il contatto con le piante (piantina bianca, primula, panace). Questa forma della malattia è chiamata fitodermite.

Si raccomanda di ridurre l'uso di sale e zucchero 2-3 volte, e ancora meglio, se possibile, di abbandonare completamente il loro uso durante la terapia. I cereali prima dell'uso devono essere lavati in diverse acque e messi a bagno per diverse ore.

Per la dermatite allergica, i nutrizionisti consigliano di mangiare:

  • carne magra stufata o al vapore;
  • pane nero;
  • latticini naturali (senza conservanti, dolcificanti e coloranti);
  • succo di mela fresco;
  • verdi (aneto, prezzemolo);
  • cereali (riso, farina d'avena, grano saraceno);
  • olio d'oliva (non più di 25-30 grammi al giorno).

Trattamento tradizionale della dermatite atopica

In coordinamento con il medico curante, diversi metodi di medicina tradizionale possono essere utilizzati nella complessa terapia della dermatite atopica, ad esempio:

  • lozioni con decotti di erbe (camomilla, corteccia di viburno o quercia, corteccia di ribes nero, successione);
  • comprime con decotti di bardana di feltro, calendula, melissa medicinali, radici di elecampane;
  • lubrificazione dell'unguento delle lesioni da una miscela di crema per neonati o grasso d'oca fuso e olio di olivello spinoso;
  • aromaterapia con olio di sandalo, geranio o lavanda;
  • bagni medicinali con decotti di foglie di rosmarino selvatico di palude, radici di valeriana medicinali, fiori di fiordaliso blu o camomilla farmaceutica, foglie di ortica e origano.

Possibili conseguenze e complicazioni

Le lesioni cutanee nella dermatite allergica sono accompagnate da un forte prurito. Quando si graffiano sulla pelle, si formano i microtraumi, che sono la porta d'ingresso per i microrganismi patogeni (funghi, batteri). La loro penetrazione causa lo sviluppo di complicazioni infiammatorie purulente (ascessi, flemmone).

prospettiva

Se è possibile identificare ed eliminare il contatto con l'allergene, allora la prognosi per la dermatite atopica è favorevole, la malattia si conclude con il completo recupero.

Nei casi in cui non è possibile eliminare il contatto con l'allergene, la dermatite allergica diventa cronica e periodicamente esacerbata. La sensibilizzazione del corpo del paziente aumenta gradualmente, diventando in definitiva la causa della generalizzazione del processo e dello sviluppo di reazioni allergiche sistemiche, anche potenzialmente letali.

prevenzione

Non esiste una profilassi primaria volta a prevenire la malattia con dermatite atopica. Ridurre il rischio del suo sviluppo limitando il contatto con prodotti chimici domestici. Quando si lavora con loro, utilizzare dispositivi di protezione individuale (respiratore, guanti di gomma).

Al momento dell'acquisto di vestiti e gioielli, la preferenza dovrebbe essere data a prodotti di qualità, produttori affidabili. Ciò ridurrà la possibilità di contatto della pelle con metalli tossici e coloranti, che spesso diventano allergeni.

In caso di una malattia che è già sorta, è necessario condurre un trattamento attivo volto a raggiungere uno stato di remissione. Per fare questo, prima di tutto, dovresti identificare l'allergene ed escludere ulteriori contatti del paziente con lui.