Brufoli dopo peeling

Sognato di una pelle liscia e radiosa, e ha un viso cosparso di acne? Questa non è una sorpresa così rara dopo il peeling. Parliamo delle cause di tali ingiustizie e di come evitarlo.

  • Perché l'acne compare dopo il peeling?
  • Acne dopo peeling: cosa fare
  • Prevenzione dell'acne
  • Cura della pelle dopo il peeling

Perché l'acne compare dopo il peeling?

Hai già fatto il peeling con acido?

Perché, allora, l'acne? Le ragioni sono convenzionalmente divise in tre grandi gruppi.

Violazione delle regole per il peeling

La procedura viola l'integrità della pelle. Pertanto, è necessaria una stretta osservanza delle regole antisettiche durante il peeling. E anche:

accurata selezione del peeling;

conformità con il protocollo della procedura;

rispetto delle regole della cura della pelle dopo il peeling.

Preparazione per il peeling, cura dopo di essa, la procedura stessa - tutto ciò richiede un atteggiamento molto serio sia dal paziente che dal cosmetologo. © Getty Images

Il nostro comportamento

Tocca la pelle senza difese dopo aver sbucciato le mani - lontano da sempre pulito.

Strappare indipendentemente le scale.

Cura sbagliata per il viso. Ad esempio, lo puliscono con lozioni aggressive o usano creme inadatte.

Regole di condotta violente post-sbucciatura. Sotto il divieto, un bagno e una sauna, una piscina con acqua clorata, carichi sportivi "fino al settimo sudore", uscire per la strada senza crema solare.

Toccare il viso con le mani, soprattutto se non sono state appena lavate, è in linea di principio una pessima abitudine. E dopo la desquamazione è un modo sicuro per una tale complicazione come l'acne. © Getty Images

Caratteristiche individuali del corpo

Possibile causa di forza maggiore sotto forma di:

reazioni allergiche ai componenti del farmaco;

malattie non rilevate, che, mentre riducono l'immunità (e il peeling è ancora stressante per la pelle e il corpo), possono manifestarsi, ad esempio, problemi intestinali, infezioni nascoste;

fluttuazioni ormonali manifestate da reazioni infiammatorie.

Acne dopo peeling: cosa fare

L'unica risposta è: non impegnarsi in dilettanti e fissare un appuntamento con un dermatologo.

Il medico capirà le cause dell'acne.

Assegna il trattamento appropriato.

Regola le regole della cura della pelle.

L'acne dopo il peeling può parlare di un'infezione nascosta, quindi il medico può persino prescrivere un antibiotico. © Getty Images

Anche se la faccia è pruriginosa e pruriginosa, è severamente vietato:

scale autodifese;

tocca il tuo viso con le mani, pettina la tua pelle.

Tutto ciò può aumentare l'infiammazione, portare a cicatrici e fosse, che sono difficili da eliminare più tardi.

Prevenzione dell'acne

Ricorda: la formazione di acne dopo la procedura di peeling non è un effetto collaterale, ma il risultato di non conformità con le regole durante la procedura, così come errata cura post-peeling.

Per ridurre il rischio di problemi, segui questi semplici suggerimenti:

sbucciare solo in clinica con un cosmetologo;

dopo la procedura, non toccarti il ​​viso con le mani;

Prenditi cura della tua pelle: lavati con acqua termale, usa creme lenitive, idratanti e rigeneranti;

osservare il regime post-peeling: rifiutarsi di visitare il bagno e la piscina, eccessivo sforzo fisico;

uscire solo sotto la copertura di Sanskrins con SPF 50.

Cura della pelle dopo il peeling

Immediatamente ti avvertiamo: se l'acne è già comparsa, solo un dermatologo o un cosmetologo ti aiuterà a scegliere l'assistenza. E nella nostra recensione - un elenco di strumenti per coloro che ancora non soffrono di acne.

Crema idratante, satura per la pelle secca e molto secca Aqualia Thermal, Vichy - la composizione di questo confortevole "cocktail isotonico" comprende zuccheri vegetali di acero, betulla e faggio e acido ialuronico. La pelle viene ripristinata, calma, rimane idratata per 48 ore. Si consiglia l'uso al mattino e alla sera.

Un anti-irritante per la pelle irritata dall'uso di disidratanti, Effaclar H, La Roche-Posay viene applicato al mattino e alla sera sulla pelle pulita. Oltre il recupero e la protezione dell'epidermide, così come l'eliminazione dei lipidi di lavoro di infiammazione, vitamine B3 ed E.

Maschera rigenerante idratante intensiva Idratante B5 Masque, SkinCeuticals sostiene l'equilibrio idrico e la pelle sana grazie alla sua ricca composizione, che comprende acido ialuronico, vitamina B5, componenti di un fattore idratante naturale. Utilizzare 1-2 volte a settimana.

Aquasource Skin Perfection, Biotherm - idratante cura del viso per tutti i tipi di pelle - in un barattolo il beneficio di 5000 litri di acqua termale. La crema attrae l'umidità e la accumula all'interno, levigando la pelle. "Shock d'acqua" fornisce l'estratto di plancton termale. Applicare al mattino e alla sera.

Crema Viso Ultra, Crema Viso Idratante di Kiehl: comfort, equilibrio e pienezza della pelle sono garantite dallo squalano derivato dall'olio d'oliva e dall'antiossidante glicoproteico antarcticina. Si consiglia l'uso al mattino e alla sera.

Cosa fare se hai l'acne dopo il peeling?

Ci sono casi frequenti in cui un cliente di saloni di bellezza si trova di fronte a una situazione spiacevole per se stesso - dopo aver scrostato l'acne è apparso, il viso è diventato coperto di arrossamento, c'era un bruciore e prurito.

Al momento di decidere su una procedura di peeling, il cliente dovrebbe ricordare che per la maggior parte questo è un effetto chimico sulla pelle. Quindi, le copertine non possono fare a meno di rispondere a tale intervento. Indubbiamente, peeling è un metodo molto efficace per la pulizia del viso e migliora in modo significativo l'aspetto e le condizioni della pelle. Ma spesso prima di ottenere cambiamenti tangibili, è necessario passare attraverso un periodo di regressione, deterioramento. In altre parole, prima di diventare una principessa, devi passare un po 'di tempo come una rana.

Il confronto è, ovviamente, poco lusinghiero, ma c'è un po 'di verità in esso - la pelle inizia a staccarsi circa 3-4 giorni dopo la pulizia. Durante questo tempo, gli effetti del viso di peeling sotto forma di vari problemi della pelle possono benissimo formarsi sul viso. Come affrontarli? E ci sono misure per prevenire l'acne dopo l'esfoliazione?

Perché l'acne compare dopo il peeling?

Perché l'acne compare dopo il peeling? Dopo tutto, molti clienti si rivolgono alla procedura solo per eliminare l'acne e altri problemi della pelle. E spesso l'esfoliazione li risolve, e in modo abbastanza efficace.
Quindi da dove e perché l'acne compare dopo il peeling?
Se compare un'esantema a seguito di desquamazione sul viso, ciò può verificarsi per una serie di motivi:

Le azioni sbagliate del cosmetologo:

  • La mancanza di una corretta preparazione della pelle del cliente per la procedura.
  • L'uso di farmaci di bassa qualità.
  • Selezione del tipo di peeling, non adatto al tipo di pelle specifica.
  • L'uso di fondi per la pulizia della pelle, nella composizione di cui ci sono allergeni.

Azioni client errate:

  • Inosservanza delle raccomandazioni relative alla posticipazione della cura del viso.
  • L'uso di detersivi aggressivi per il lavaggio della biancheria da letto (con il quale non vi è contatto con la pelle del viso).

Fattori indipendenti:

  • La penetrazione del virus dell'herpes nel corpo.
  • Intolleranza individuale da parte del cliente dei singoli componenti dell'esfoliante.

A proposito. Le cause dell'acne e dell'acne dopo la desquamazione potrebbero non essere correlate alla procedura di pulizia. Spesso l'esantema dopo peeling è causato da problemi all'interno del corpo del cliente, principalmente ormonali (adolescenza, gravidanza, uso di contraccettivi orali, ecc.). In questo caso, sono indicati una visita dal medico e una diagnosi approfondita delle condizioni del paziente con la successiva nomina dei metodi di trattamento.

Cosa fare dopo la desquamazione, per evitare l'arrossamento

Cosa fare dopo il peeling per evitare l'acne possibile? Per prevenire le eruzioni post-peeling, dovresti seguire una serie di raccomandazioni:

  • La prima volta è eliminare completamente l'effetto dei cosmetici decorativi sulla pelle.
  • Cerca di essere al minimo nel calore, in luoghi di esposizione diretta ai raggi del sole (per evitare scottature).
  • L'uso di creme con un alto livello di filtro SPF (per proteggere la rinnovata pelle sottile dai raggi ultravioletti).
  • Elimina lo sfregamento dalla cura (in modo da non provocare lesioni alla pelle che non ha ancora raggiunto lo spessore desiderato).
  • Seguire le raccomandazioni di un estetista, che ha condotto il peeling e determinato le esigenze del tipo di pelle del cliente.
  • Durante la pulizia della pelle dovrebbe scegliere schiuma o gel. La loro leggera struttura permette di assorbire meglio la pelle, purificandola dall'interno, che è particolarmente importante per la pelle secca.
  • Non toccare il viso con le mani (altrimenti è possibile provocare infezioni o microtraumi).
  • Ridurre temporaneamente temporaneamente lo sforzo fisico, che aumenta la sudorazione (le ghiandole sebacee non hanno avuto il tempo di aggiornarsi completamente dopo la desquamazione).

Se segui queste regole, il rischio di situazioni in cui, dopo il peeling, il tuo viso diventa coperto da acne, viene significativamente ridotto. Il processo di guarigione è molto più semplice e indolore e la pelle acquisisce rapidamente un aspetto sano e ben curato.

Come sbarazzarsi di acne?

Cosa fare in situazioni in cui l'acne è comparsa dopo un peeling superficiale? Come restituire alla pelle un aspetto curato e fresco?

Nel caso in cui l'acne apparisse dal peeling, non dovresti fare affidamento su ricette popolari o prodotti abituali da borse per cosmetici - questi metodi difficilmente porteranno sollievo.

Assicurati di contattare il tuo dermatologo o cosmetologo. Gli esperti aiuteranno a scoprire il motivo per cui si formarono brufoli grandi o piccoli dopo la desquamazione. Ti aiuteranno anche a trovare il trattamento giusto.

In questi casi, sono consigliati i seguenti rimedi:

  • "Pantenolo". Rimuove l'infiammazione, accelera il processo di rigenerazione.
  • "Bepanten". Promuove una rapida guarigione della pelle.
  • "Chlorophyllipt". Viene usato come antisettico, distrugge batteri e microbi.

Inoltre, gli antistaminici possono essere prescritti al paziente per eliminare le reazioni allergiche. È possibile utilizzare preparati cosmetici con un effetto calmante, in alcuni casi un decotto di camomilla è buono per sfregare il viso.

Attenzione! Non puoi spingere l'acne, e ancora di più per strapparli via! È importante ricordare che la pelle è ancora indebolita dopo l'esfoliazione e le funzioni protettive non sono state completamente recuperate. Combattere con eruzioni cutanee è necessario, tenendo conto delle ragioni del loro aspetto. In caso di trattamento adeguato, l'acne scomparirà dopo un po 'di tempo.
Dopo aver sbucciato Jessner

Il peeling di Jessner è considerato una procedura più efficace rispetto alla maggior parte dei detergenti di superficie. L'acido lattico, l'acido salicilico e il resorcinolo nella composizione degli esfolianti favoriscono la pulizia profonda e il desquamazione della pelle. Questo tipo di peeling rimuove perfettamente le cellule morte della pelle, leviga le rughe ed elimina l'acne e anke.

Con una tale lista di aspetti positivi, il più sconcerto solleva la domanda: perché l'acne improvvisamente appare da tale peeling?
Una situazione in cui un viso è coperto da piccoli brufoli dopo che il peeling di Jessner è considerato tipico. Questo processo indica la sensibilità della pelle del paziente, che ha risposto in modo simile. Dopo un breve periodo di tempo, la vecchia pelle scompare dal viso, portando con sé tutte le macchie rossastre.

Per informazioni. Più profondo è stato l'impatto del peeling Jessner, più lungo sarà il periodo di riabilitazione. Ciò significa che di tanto in tanto può comparire nuova acne sul viso del cliente.

Dopo la chimica

L'acne è una reazione comune che si verifica dopo un peeling chimico. L'esposizione a vari tipi di acidi è indubbiamente benefica per la pelle, ma prima che arrivi il rinnovo desiderato, a volte è necessario sopportare una fase che non è la più piacevole per la pelle. Pertanto, se immediatamente dopo un peeling chimico, l'acne rossa appare sulla pelle, non dovresti prepararti per il peggio in anticipo. È necessario sopportare, fino a quando le eruzioni che sono apparse dopo il peeling sono passate (allo stesso tempo usando prodotti per la cura speciale).

Dopo salicilico

Il peeling salicilico è spesso finalizzato all'eliminazione di acne, acne o acne. Ma spesso gli effetti collaterali di tale intervento sono quelli stessi dell'acne, contro i quali, di fatto, si combatte l'esfoliante.

Solitamente i brufoli dopo la pulizia salicilica compaiono dopo la prima sessione. Dopo alcuni giorni, le proprietà antinfiammatorie della composizione precedentemente applicata prenderanno le loro e le irritazioni scompariranno gradualmente dalla superficie del viso. La pelle apparirà molto meglio e più pulita.

Attenzione! A volte il problema dell'acne dopo peeling salicilico è aggravato dal fatto che prurito faccia. Sia l'acne che la pelle si staccano dopo l'esfoliazione possono provocare prurito. In tali momenti, in nessun caso non dovrebbe permettere di toccare il viso e più pettinarsi. Per eliminare il disagio, è necessario utilizzare prodotti speciali per la cura delicata (acqua termale, sieri e maschere).
Dopo glicolico

L'acido glicolico nella composizione di esfolianti è progettato per attenuare le rughe, eliminare l'iperpigmentazione e, naturalmente, combattere contro tutti i tipi di eruzioni cutanee. Ma in alcuni casi, l'acne si forma dopo il peeling glicolico. Questo può accadere se questo tipo di pulizia viene applicato troppo spesso, specialmente con la pelle del viso sensibile.

Attenzione! Per evitare possibili effetti collaterali sotto forma di brufoli, prurito e arrossamento della pelle, è necessario utilizzare peeling con un contenuto di glicole non superiore al 15%.

Di solito, l'acne che appare dopo una pulizia del glicole andrà via da sola entro 2-3 giorni. Se ciò non accade, l'uso di questo tipo di esfoliazione deve essere interrotto.

Attenzione! L'acido glicolico è molto sensibile alla luce solare diretta. Per evitare spiacevoli conseguenze per la pelle, dovresti sempre usare creme con una quantità sufficiente di filtri SPF.

Dopo il giallo

Il peeling giallo (retinoico) ha un forte peeling e un'azione sbiancante. Dopo questa procedura, le rughe sono notevolmente levigate, l'iperpigmentazione viene eliminata e viene stimolata la produzione di collagene da parte delle cellule.

Ma alcuni clienti notano che diversi tipi di acne sul viso hanno cominciato a sbucciarsi dopo essersi scrostati. Di norma, tale reazione scompare dopo alcuni giorni e la pelle diventa uniforme, levigata e morbida. Se l'acne e l'eruzione cutanea dopo il peeling retinoico non vanno via, e anche più intensificati, è possibile che ci sia intolleranza al componente principale degli esfolianti - retinolo. In questo caso, è necessario interrompere la procedura e scegliere un metodo alternativo di pulizia del viso.

Dopo l'acido

L'acne sottocutanea dopo il peeling chimico è spesso causata dall'esposizione agli acidi della frutta. Nella maggior parte dei casi, passano da soli e non richiedono una terapia aggiuntiva. Naturalmente, questa affermazione è rilevante solo nei casi in cui il cliente rispetti tutti i consigli post-peeling.

Dopo il latte

Applicare acido lattico nella composizione del peeling più spesso per pelli sensibili soggette alla manifestazione di allergie. Tuttavia, questo metodo superficiale e delicato di esfoliazione può portare a una situazione in cui il cliente scopre che il viso è stato coperto di brufoli dopo il peeling.

Di solito l'eruzione cutanea dopo tale procedura è minore e scompare senza alcuna terapia dopo alcuni giorni. Se c'è un'eruzione pustolosa o acne interna, è adatta a sospettare problemi all'interno del corpo (fallimenti nel campo endocrino o ginecologico, il lavoro del tratto gastrointestinale). In questo caso, è necessario contattare uno specialista per risolvere i problemi di salute.

sommario

L'acne dopo il peeling è un effetto collaterale frequente della procedura. Di regola questo difetto scompare in pochi giorni, viene semplicemente eliminato con la vecchia pelle. Se ciò non accade, non devi posticipare una visita a un dermatologo, un cosmetologo. Un'adeguata cura cosmetica o terapia farmacologica attenuano la situazione e portano il viso ad un aspetto normale.

Complicazione o norma: perché l'acne è comparsa dopo il peeling?

Dopo aver scrostato l'acne è apparso - un effetto collaterale dell'esfoliazione per molte persone non è solo indesiderabile, ma paradossale. Dopo tutto, le donne nell'ufficio di un estetista portano il desiderio di liberarsi delle manifestazioni di acne, acne o comedoni spiacevoli. Carta per mascherare tali imperfezioni della pelle con cosmetici, si riferiscono alla forza di esfoliazione chimica o hardware, in grado di eliminare tutti i piccoli difetti estetici. Ma a volte l'effetto è il contrario - un numero ancora maggiore di pustole purulente, che può essere eliminato solo con antibiotici locali. Capiremo cosa fare se il problema si manifesta.

Peeling e acne: curare o storpiare?

La maggior parte dei tipi di bucce sono progettati per eliminare i difetti della pelle come l'acne. Le donne decidono per l'esfoliazione chimica o hardware nella speranza di almeno un anno di dimenticare le infiammazioni sgradevoli che spesso devono essere nascoste sotto polvere o fondazione. I buoni risultati estetici delle sessioni di peeling sono spiegati dal meccanismo di pulizia professionale della pelle.

La base delle procedure acide e fisiche è la distruzione dello strato epidermico cornificato e la stimolazione artificiale del suo profondo rinnovamento. I composti chimici bruciati o la pelle danneggiata con piccoli abrasivi tendono alla rapida rigenerazione. Negli strati interni del derma inizia la doppia produzione delle fibre naturali di collagene ed elastina, aumenta la circolazione sanguigna, la pelle assorbe facilmente i nutrienti e l'ossigeno. I cambiamenti interni portano al fatto che le cellule morte dell'epidermide esfoliano, sostituite da una pelle sana e liscia. Il ringiovanimento provocato dal peeling dalle precedenti imperfezioni dell'esterno non lascia tracce: rughe e tuberosità scompaiono dal viso, il tono si uniforma, la pigmentazione diventa impercettibile o scompare del tutto.

I peeling superficiali e mediani aiutano a sbarazzarsi dell'acne, perché i loro componenti attivi normalizzano il funzionamento delle ghiandole sebacee, aprono i pori ostruiti, riducono la secrezione delle secrezioni cutanee e bloccano lo sviluppo della microflora patogena. L'esfoliazione, correttamente selezionata in base all'età e al tipo di pelle, aiuta una donna a liberarsi definitivamente del complesso "adolescente".

Qualsiasi peeling, soprattutto se eseguito per la prima volta, è stressante per la pelle. La reazione della pelle all'irritazione esterna con prodotti chimici o scrub è prevedibile e tipica, a volte inaspettata e terrificante.

Non preoccuparti e affrettati per un aiuto medico, se dopo il peeling è comparso:

  • peeling. La separazione dell'epidermide cornificata è la prima a ciò che porta al peeling. L'assenza di tale risultato indica che la procedura è stata eseguita o rilevata in modo errato. Pertanto, il peeling della pelle dopo la desquamazione è l'effetto di esfoliazione principale e previsto. Quanto dura il cambio della pelle dipende dalla profondità di penetrazione degli ingredienti attivi e dalle caratteristiche della pelle. Il peeling entro una settimana è considerato normale. La cosa principale è non interferire nel processo e non provare a velocizzarlo con lo scrub. Solo la pazienza può far fronte alle bilance a secco senza danneggiare l'aspetto. La pelle meno si staccerà dopo l'applicazione di prodotti per la cura speciali;
  • arrossamento. L'aspetto delle aree rosse sul viso, specialmente dopo il peeling con acido, non è altro che una bruciatura chimica. Debole rossore (I grado di ustione) significa che la procedura ha avuto successo, arrossamento intenso, accompagnato da edema (II grado di ustione) è un segno di sovraesposizione della composizione peeling, troppo aggressivo o errato scelto agente chimico. Il rossore può persistere fino a 5 giorni, quindi la pelle inizierà a sbiadire;
  • gonfiore agli occhi e al collo. Molto spesso, il gonfiore può comparire dopo un peeling medio sulla pelle di un tipo sensibile. Ma da una tale reazione della pelle non sono assicurati, e il proprietario della pelle grassa o mista. Non c'è bisogno di avere paura dell'edema, di solito scompare da solo entro 2 giorni. Gli antistaminici aiuteranno anche a correggere la situazione.

Gli effetti collaterali del peeling includono reazioni cutanee alla pulizia, come ad esempio:

  • pigmentazione estesa. La ragione per la diffusione di macchie di pigmento marrone sulla pelle giovane può essere solo l'esposizione alle radiazioni ultraviolette. Durante il periodo di recupero della pelle dopo un peeling medio o profondo, sono protetti dalla luce solare diretta con creme speciali. Questa è una regola pericolosa da rompere. È anche pericoloso eseguire sbriciolati acidi in tarda primavera o estate;
  • cicatrici e cicatrici. La compattazione della pelle e l'aspetto delle cicatrici sono garantite, se interferisci con il corso naturale della sua guarigione. Non toccare le croste asciutte, non interrompere il distacco e questo problema passerà;
  • orticaria. Questa è una reazione allergica della pelle a un peeling chimico oa particelle di micron di abrasivi. L'eruzione di ortica può comparire immediatamente dopo la procedura e diffondersi immediatamente. Le vesciche rosa intenso o rosso intenso prurito gravemente e causare un sacco di disagi. I farmaci antistaminici e gli unguenti aiuteranno ad alleviare la condizione;
  • brufoli. L'acne dopo il peeling può apparire per vari motivi. Il più comune è una procedura impropria e un atteggiamento negligente per la cura della pelle post-peeling. Inoltre, le cause di pustole dolorose e profonde e infiammate possono essere infezioni nascoste della pelle e mancanza di preparazione per le sessioni di esfoliazione.

Inoltre, le complicazioni dopo il peeling comprendono la comparsa di papillomi, herpes, esacerbazione di malattie dermatologiche. L'esfoliazione impropria o la violazione della rigenerazione della pelle possono anche causare piccoli brufoli o pustole.

Cause di acne e loro prevenzione

I motivi principali per cui l'acne può comparire dopo il peeling sono suddivisi in tre categorie: cosmetico, dermatologico e domestico. Con lamentele di eruzione infiammatoria sul volto degli specialisti si rivolgono principalmente alla superficie e metà esfoliazione. Pustole pustolosa può causare la pelle come con leggero peeling glicolico, nonché a causa di grave peeling retinoico. Quindi, scopri perché l'acne appare dopo il peeling.

Cause cosmetiche dell'acne:

  • esfoliazione inadatta. Il peeling non è per tutte le età. Ad esempio, la pelle giovane non consente il peeling della mediana o del tipo profondo. Fino a 25 anni, i cosmetologi consigliano di eliminare le carenze estetiche solo con l'aiuto di tecniche di superficie rare: peeling di frutta morbida o pulizia del viso ad ultrasuoni. Un'esfoliazione più seria in giovane età può provocare la comparsa di protuberanze infiammate sulla pelle. La pulizia radicale è consentita per eseguire non prima di 25-30 anni. E solo se ci sono davvero delle indicazioni per lui;
  • preparazione improprio pre-peeling è un'altra ragione cosmetica per la comparsa di pustole purulente. Alla vigilia del peeling, molti esperti consigliano di preparare la pelle per la procedura. In che modo esattamente - dipende dal tipo di pelle e dalla causa delle loro imperfezioni. Ad esempio, i proprietari di pelle grassa o mista con pori ostruiti e ingrossati, comedoni o acne 3-4 giorni prima del peeling dovrebbero preferibilmente avere una sessione di pulizia manuale o ultrasonica. E per coloro che spesso soffrono di herpes, bevi il farmaco antivirale Acyclovir una settimana prima dell'esfoliazione;
  • violazione delle regole di cura post-peeling. Dopo il peeling, l'acne può strisciare fuori se una donna viola il protocollo delle procedure di trattamento. Ad esempio, nei primi giorni tocca il viso, soprattutto con le mani sporche, rompe le croste asciutte, cerca di mascherare il peeling con cosmetici decorativi, non pulisce la pelle dei resti di creme e maschere nutrienti;

Anche una reazione allergica a un peeling o all'abrasivo si trasforma in un'eruzione cutanea. L'esfoliazione chimica deve essere preceduta da un test allergologico per i componenti del prodotto. Per fare questo, uno specialista applica una goccia di trucco sulla pelle sottile della piega interna del gomito o sotto il ginocchio. Se entro 15 minuti non ci sono cambiamenti, la composizione del peeling è adatta a te. Ricorda la tua estetista prima della procedura.

Cause dermatologiche dell'acne:

  • infezione della pelle con acaro facciale Demodex. Prima della procedura di esfoliazione, una donna può non essere a conoscenza della presenza nel corpo di questo parassita. Demodex si sviluppa nelle ghiandole sebacee e nei follicoli piliferi, causando arrossamenti, infiammazioni e ulcere pruriginose. Un acaro sottocutaneo può solo provocare il peggioramento dell'acne e della foruncolosi dopo il peeling - la faccia assume un aspetto terribile, i noduli infiammati non passano fino a 2-3 settimane. Le estetiste devono necessariamente prescrivere ai pazienti l'analisi di Demodex e Staphylococcus prima del decorso delle procedure di peeling. E nel caso di un risultato positivo - condurre una terapia farmacologica;
  • stress per le ghiandole sebacee. In risposta a uno stimolo acido, le ghiandole sebacee possono aumentare la secrezione. In questo caso, il giorno successivo alla desquamazione, può comparire un urto pustoloso sul viso;
  • disturbi ormonali associati a terapia ormonale, malattie croniche del sistema endocrino o assunzione di anticoncezionali.

Cause interne di acne:

  • visitare il bagno o la sauna durante la riabilitazione della pelle dopo l'esfoliazione;
  • sforzo fisico, provocando una maggiore sudorazione, nei primi 3-4 giorni dopo il peeling.

Sbarazzarsi dell'infiammazione giusto

Cosa fare se l'acne appare improvvisamente dopo il peeling? Non esitate a contattare il vostro medico per il vostro problema. Soprattutto se le pustole fanno male e non passano molto tempo. Il consiglio di un estetista può essere diverso, a seconda delle condizioni della pelle, il numero e la profondità dello specialista di eruzioni cutanee può prescrivere quanto segue:

  • in nessun caso spremere ulcere;
  • disinfettare la pelle con "Miramistin" (pulire delicatamente con un batuffolo di cotone inumidito con una soluzione);
  • trattare le infiammazioni con Zerinit o creme contenenti metronidazolo;
  • prendere antistaminici per sbarazzarsi di allergie;
  • subire darsonvalization della pelle del viso;
  • utilizzare prodotti a base di zinco;
  • In caso di infezione da zecche sottocutanee, alla terapia standard viene aggiunto il trattamento con antibiotici e agenti antiparassitari.

Il trattamento dei noduli infiammatori è selezionato individualmente. La terapia aiuterà a sbarazzarsi dell'acne post-peeling entro 2-3 settimane.

La comparsa di acne dopo l'esfoliazione può accadere a coloro che non hanno precedentemente sofferto di infiammazioni sul viso, e quelli che sono venuti all'estetista per sbarazzarsi di eruzioni cutanee purulente. I fattori provocatori sono una preparazione inadeguata della pelle per desquamazione, inadatta all'esfoliazione dell'età o alla presenza di malattie dermatologiche nascoste. Per escludere queste cause di acne e per proteggere una donna dalle complicazioni può solo un medico professionista. Pertanto, è importante scegliere uno specialista competente e attento.

Peeling Gessner - Revisione

Il peeling di Jessner rimuoverà post-acne e cicatrici?

Oggi vorrei condividere con voi il mio problema: da adolescente, a causa di un'interruzione ormonale, sono stato attaccato dall'acne, gli anni passavano e l'acne non se ne andava. Quando avevo 22 anni, con l'aiuto di farmaci ormonali ho rimosso tutta l'acne (compaiono prima delle mestruazioni, letteralmente 1-2 dell'acne, ma questi sono fiori rispetto a quello che era).

Tuttavia, rimane il post-acne. E ora, dopo ogni infiammazione sulla mia faccia, ho una macchia rossa, dopo TUTTI. qualsiasi brufolo per me è già un disturbo, non appena si trasformerà in post acne. (I punti rossi-marroni brillanti nelle foto sono solo le stesse infiammazioni recenti)

Da questo inverno (inverno 2018 - 2019) ho deciso di prendere sul serio il mio aspetto. Dopo aver studiato abbastanza informazioni, ho deciso di sbucciare Jessner. Certo, all'inizio era spaventoso: e se faceva male? improvvisamente sarò come un pomodoro? improvvisamente quinte pigmento? e altri 100 di questi "improvvisamente", ma la mia famiglia mi ha incoraggiato

In generale, nella città (San Pietroburgo) il prezzo è di circa 2-3 mila rubli per procedura

Alla fine di gennaio, ho fatto il mio primo peeling. Il peeling di Jessner viene applicato a strati, per principianti o semplicemente per "rinfrescare", viene applicato su 3 livelli, quindi su 8 livelli. Per la prima volta ho realizzato 3 strati: il primo strato era molto ardente, ma tollerabile, soprattutto se l'estetista saluta un ventaglio, il secondo è più leggero, il terzo quasi nulla. Dopo 10 minuti ho dimenticato tutto quello che avevo fatto il peeling - tutto è andato via. Jessner viene lavato a casa in 4-5 ore, cioè l'estetista non lo lava via, lo causa solo. Non dimenticare, ti preghiamo di lavare il peeling, impostare l'allarme, altrimenti potresti bruciare.

Un giorno dopo, tutto iniziò a staccarsi, soprattutto la zona T, e le guance problematiche - ovviamente no). È meglio non toccare il peeling. Sul viso è necessario applicare un unguento, che ti consiglierà al tuo padrone.

Il periodo di riabilitazione è di 7-10 giorni, ma la mia giornata per 5 è già passata. Certo, per tutti questi giorni la faccia sarà traballante, ma non mi ha infastidito: mi metto una maschera e vado avanti.

Dopo il primo peeling, non ho visto il risultato! Tuttavia, ero pronto per questo, perché è meglio fare questo peeling con i corsi se si hanno aree problematiche.

In totale, ho fatto 3 peeling. I peeling possono essere effettuati ogni 2 settimane nel periodo autunno-inverno. La seconda volta ho messo 5 strati, la terza volta - sei strati. Per la terza volta, non ho mai sentito alcun disagio, a quanto pare la mia pelle era abituata

TOTALE cosa ho ottenuto dopo 3 Jessner sbuccia:

Posso solo notare che l'aspetto generale del viso è stato rinfrescato, la pelle si è stretta e i pori si sono ristretti, anche il contenuto di grasso è scomparso, ma il mio problema non è scomparso

Di conseguenza, voglio scrivere che il peeling di Jessner difficilmente ti aiuterà a rimuovere il postacne (forse solo molto recenti, nuovi), ma non può farcela con i vecchi "amici", non si può parlare di cicatrici. A mio parere, questo peeling è buono come una procedura di cura, in modo che dopo il letargo invernale in primavera si "sveglia" una principessa, ma non di più

Danno peeling alla faccia

Peeling è una procedura cosmetica popolare, che viene utilizzata da molte persone. Ma non tutti pensano al suo effetto sulla pelle. Danno di un peeling per il viso - cosa dovresti pensare prima di andare ad un appuntamento con un'estetista.

Peeling viso: l'essenza della procedura

Una grande quantità di pelle morta esfoliata può accumularsi sulla pelle, il che porta a conseguenze così negative come:

  • la formazione di papule e acne sul viso;
  • ostruzione delle ghiandole sebacee;
  • sbiadimento della carnagione;
  • scale visibili sulla superficie;
  • rallentando il rinnovamento naturale della pelle.

Durante il peeling, lo strato cornificato dell'epidermide si stacca. Tuttavia, il significato della procedura non è solo quello di eliminare le vecchie cellule e dare alla pelle un aspetto più fresco, ma anche di stimolare i processi di rigenerazione naturale.

Cosa succede nella pelle dopo il peeling?

La procedura di peeling è un danno diretto alla pelle. Esistono 3 tipi di procedure per la profondità di esposizione:

  1. Surface. Viene utilizzato per problemi di pelle lieve: colore opaco del collo e del viso, rughe superficiali del viso, macchie di età, tracce superficiali di post-acne.
  2. La mediana Usa: iperpigmentazione e rughe forti e profonde.
  3. Profondo. È il più pericoloso e traumatico. L'intera procedura viene eseguita in anestesia generale, seguita da un lungo periodo di recupero. In questo momento, il paziente richiede regolari medicazioni sterili. Il peeling profondo è vietato sul territorio della Federazione Russa.

Gli agenti più aggressivi sono usati, più forte è il consumo e la distruzione delle cellule della pelle.

Dopo la procedura, le aree danneggiate della pelle iniziano a staccarsi e a staccarsi intensamente. La pelle non diventa molto attraente: diventa infiammata e arrossata. In alcuni casi, c'è anche un gonfiore dei tessuti del viso e del collo. Dopo la desquamazione, è necessario applicare cosmetici speciali per la cura al fine di ridurre al minimo il periodo di riabilitazione.

Di conseguenza, dopo la procedura, le vecchie cellule si spengono e nuove sono sintetizzate al loro posto. La pelle diventa più elastica, elastica e fresca.

Quali sono i tipi di peeling?

Brush-peeling, o borsazh. La manipolazione è fatta con un piccolo pennello, che è fatto di setole naturali. Questo è un tipo meccanico di peeling. Lo strato superiore viene rimosso con la pelle pulita e preparata. Le riprese possono essere fatte a casa. L'opzione più delicata per il peeling meccanico a casa è il lavaggio.

Peeling ad ultrasuoni Una delle procedure più efficaci. L'impatto della radiazione ultrasonica migliora significativamente i processi metabolici della pelle e stimola la sintesi delle fibre di collagene. La pelle dopo il peeling ad ultrasuoni non è quasi danneggiata, quindi è adatta per la pelle più sensibile e secca.

Peeling laser. Il laser causa un danno minimo alla pelle, mentre penetra abbastanza in profondità negli strati dell'epidermide. Non può essere utilizzato costantemente per la macinatura, ma solo nel periodo autunno-invernale, perché l'esposizione alla pelle dopo la procedura di irradiazione solare diretta porta a iperpigmentazione. Macchie di pigmento irregolari possono apparire dal sole. Aumenta anche la sensibilità generale della pelle. È più irritabile e sensibile alle influenze esterne.

Peeling chimico. Il trattamento della pelle viene effettuato con l'aiuto di speciali formulazioni che "bruciano" lo strato superiore dell'epidermide. Durante il periodo di recupero, la pelle si stacca e si arrossa. Questo è uno dei tipi più pericolosi di peeling.

Il danno del peeling chimico per il viso

Per l'esfoliazione chimica vengono utilizzati acidi con proprietà cheratolitiche. Rompono la connessione dello strato corneo con il resto, che porta alla morte.

I principali tipi di acidi utilizzati:

Il peeling chimico mantiene un pericolo separato: l'uso scorretto di soluzioni potenti può portare alla formazione di gravi ustioni e cicatrici. L'effetto della procedura non sempre soddisfa tutte le aspettative: invece di una pelle radiosa e bella, è possibile ottenere una superficie irritata e asciutta che sarà molto difficile da ripristinare.

Altre tracce di esposizione possono rimanere sulla pelle sensibile: scoppio dei vasi sanguigni, cicatrici.

Il peeling facciale chimico è una procedura i cui benefici e rischi devono essere considerati singolarmente da un cosmetologo. I seguenti fattori dovrebbero essere considerati:

  • sensibilità della pelle;
  • l'effetto peeling richiesto (a seconda della concentrazione dell'acido utilizzato);
  • controindicazioni alla procedura;
  • gravidanza e allattamento;
  • reazioni allergiche a componenti di acidi della frutta;
  • assumere potenti farmaci, in particolare quelli che agiscono sulla pelle (roaccutane e altri prodotti contenenti retinolo);
  • esacerbazione dei processi infiammatori nella pelle e gravi danni recenti (escluso il tessuto cicatriziale già formato).

Quando si utilizzano gli acidi concentrati potrebbe essere necessario un lungo periodo di riabilitazione, durante il quale la condizione della pelle sarà semplicemente orribile. L'uso regolare delle bucce porta al fatto che la pelle diventa gradualmente più sottile e secca e si stacca ancora più intensamente.

A poco a poco, l'esfoliazione chimica multipla dei tessuti porta all'esaurimento delle risorse cutanee e all'invecchiamento precoce. Il DNA di ogni cella contiene un certo numero di "aggiornamenti".

Sbucciando viso e collo (soprattutto durante il periodo di recupero) causano un grave rossore della pelle e il suo gonfiore - tutto questo è la prova dell'attivazione del processo infiammatorio. Può portare sia al miglioramento e al rinnovo del collagene e delle fibre elastiche, sia a danni profondi con formazione di cicatrici.

Spesso, coloro che frequentano regolarmente peeling chimico, c'è una rete vascolare sul viso, che altrimenti si chiama kuperoz.

Seleziona con attenzione il luogo e lo specialista dove farai il peeling, il risultato dipenderà direttamente da questo.

Video sui benefici e i pericoli del peeling:

Peeling al viso al latte: beneficio e danno

Il peeling del latte è molto diffuso tra i metodi di ringiovanimento domestico. Questa manipolazione è facile da fare a casa. L'acido lattico ha un lieve effetto esfoliante e difficilmente danneggia l'epidermide.

Questo metodo è perfetto per tutti i tipi di pelle, perché è delicato e sicuro. Allo stesso tempo, l'esfoliazione del latte è uno stress per la pelle. Gli effetti dell'acido, anche se deboli, mantengono gli stessi pericoli degli altri, e staccarsi dal trattamento di bellezza è un'impresa piuttosto dubbia.

Peeling viso al cloruro di calcio: beneficio e danno

Uno dei modi più antichi per esfoliare la pelle. Era usato dalle donne nell'URSS, ma ora le cliniche di cosmetologia l'hanno abbandonato. Qual è la ragione?

Il cloruro di calcio reagisce con soluzioni di sapone, che vengono utilizzate per la produzione di composizioni per la pelatura. Di conseguenza, un sedimento alcalino, una sorta di "scala", cade sulla superficie della pelle.

Praticamente non si lava e si stringe la faccia. Dopo l'applicazione, la pelle diventa secca e tesa. Il precipitato di calcio è un ottimo terreno fertile per i batteri. Questo porta allo sviluppo dell'infiammazione, della formazione di papule e dell'acne.

Attualmente, il cloruro di calcio è utilizzato per il peeling solo a casa. Nonostante l'effetto collaterale del prodotto, svolge perfettamente la sua funzione. Per il peeling è necessaria solo una fiala di cloruro di calcio e sapone. Preparare una tale soluzione è molto comodo e facile.

Prima dell'uso, assicurarsi di consultare il proprio medico e fare un test per le allergie (graffiare leggermente la superficie della pelle con un'unghia e gocciolare una soluzione).

Cura della pelle dopo il peeling

L'approccio corretto può ridurre significativamente la riabilitazione dopo peeling chimici e aiuta a minimizzare gli effetti del danno della pelle.

Il complesso di cura può essere diviso in 3 fasi:

  1. Presto. Dura le prime 12 ore dopo la procedura. Non è auspicabile uscire alla radiazione UV che non cade sulla superficie della pelle. Se è necessario, allora vale la pena di coprire il viso dai raggi del sole. Non hai bisogno di toccarti la faccia! Dopo la manipolazione, deve trascorrere un periodo di "riposo", durante il quale non si deve lavare, applicare la crema e altri mezzi, toccare il viso e il collo.
  2. Intermedio. I primi 3 giorni dopo la procedura. Continuare a evitare la luce solare, al fine di ridurre il rischio di pigmentazione. Il gelo e il forte vento possono anche danneggiare gravemente la pelle sensibile dopo la manipolazione. Applicare sulla pelle può solo illuminare pelli e gel. L'uso di creme sulla base del grasso è meglio rimandare per diversi giorni.
  3. È tardi. Il più durevole e difficile. La sua durata è di circa 14 giorni. Al momento non è possibile utilizzare cosmetici e scrub decorativi. Il viso non deve essere toccato e sbucciato (se presente). Saune vietate, solarium e saune. Si consiglia di utilizzare la protezione solare con un SPF di almeno 30. Non è possibile nuotare in luoghi pubblici (è possibile portare l'infezione nell'epidermide danneggiata). Per ogni tipo di pelle, vengono selezionati cosmetici per la cura speciale, che includono agenti idratanti e tonici post-peeling. Inoltre contengono un complesso anti-infiammatorio e antiossidante.

Se queste semplici regole non vengono seguite, anche la pulizia superficiale può lasciare segni permanenti sul viso sotto forma di cicatrici e una rete vascolare, per non parlare di ipercheratosi.

Video sulla cura della pelle dopo il peeling:

conclusione

Il principale danno del peeling sulla pelle del viso è il danno diretto al tessuto sano. L'uso frequente e incontrollato di sostanze con un effetto peeling può portare a conseguenze negative per la condizione dell'epidermide. Pertanto, se vuoi che la tua pelle rimanga giovane e bella, non abusare di questa procedura traumatica. Esfoliante viso e collo può essere sia benefico che dannoso.

L'esfoliazione va eseguita meglio in un salone o in una clinica comprovata, in modo da non danneggiare la pelle.

ASH DOPO PEELING: chi è la colpa e cosa fare?

Se l'acne è comparsa dopo il peeling, provoca disagio, perché il significato delle procedure di bellezza è nell'effetto opposto. Ma dal momento che ciò è accaduto, è necessario capire dove si è insinuato l'errore: se nella procedura stessa, nella preparazione per esso o nella fase di cura finale.

Un rash dopo l'esfoliazione provoca irritazione e il desiderio di liberarsene in qualsiasi modo. Tuttavia, sotto l'acne in senso lato si riferisce a una varietà di opzioni per l'eruzione: compresi quelli per sbarazzarsi di quelle procedure cosmetiche è difficile.

Da un punto di vista medico, tali difetti sono punti neri e brufoli. Si formano a causa del blocco dei dotti delle ghiandole sebacee e delle bocche dei follicoli piliferi. Quando l'infiammazione di questi elementi può verificarsi noduli sottocutanei e pustole.

Esternamente, vari tipi di eruzioni cutanee sono molto simili all'acne, in particolare, un'eruzione allergica. L'eruzione può anche verificarsi a causa di malattie infettive e fungine.

L'esfoliazione degli strati superiori dell'epidermide e il lancio del processo di aggiornamento aiutano a far fronte ai difetti. Tuttavia, l'esfoliazione è inutile se il problema si trova in allergie, insufficienza ormonale o gravi malattie dermatologiche.

CAUSE DI RISANAMENTO

Il motivo per cui l'acne appare dopo il peeling è difficile da stabilire da solo. Ecco perché è meglio contattare uno specialista - estetista o dermatologo, che capirà la situazione.

Ci sono quattro fonti principali del problema.

allergia

Per prima cosa è necessario eliminare la presenza di allergia al farmaco. In caso contrario, è probabile che il periodo di recupero diventi notevolmente più complicato. Oltre all'acne rossa, possono verificarsi gravi gonfiori dopo peeling, eventualmente febbre, debolezza generale e altri sintomi simili.

La composizione del farmaco deve essere specificata in anticipo. In caso di un minimo dubbio, vale la pena pre-applicare la sostanza su una piccola area di pelle: ad esempio, su una curva del gomito. La pulizia del viso dovrà essere posticipata più tardi, ma è garantito che funzioni in modo sicuro.

Le allergie possono anche essere causate da prodotti di cura scarsamente scelti che vengono utilizzati dopo il peeling, oltre a preparativi per preparare l'esfoliazione. Inoltre, un'eruzione allergica è associata alla presenza di polvere nella stanza, peli di animali, polline delle piante e cibo.

Non è possibile escludere la comparsa di eruzioni cutanee dovute al contatto con gli allergeni, la loro presenza nell'aria. Pertanto, dopo la pulizia, vale la pena esplorare la composizione di biancheria da letto, asciugamani e altri oggetti a contatto con il viso.

Eppure, è considerato il tipo più comune di allergie: il cibo. È giustificato rivedere il regime alimentare: in particolare, escludere i prodotti con conservanti e coloranti, agrumi e dolciumi.

Gli allergeni più comuni nel cibo

  • ravanello
  • caviale
  • arance
  • maionese
  • ananas
  • I dadi
  • miele
  • cioccolato
  • torte
  • alcool

È necessario dare la preferenza a carne bollita, porridge, latticini, biscotti di noci sostituiti con cracker e cracker secchi.

Scopri le cause di irritazione della pelle con un allergologo utilizzando un esame del sangue.

Cura impropria

Infatti, il volto dopo il peeling chimico è una grande "ferita" aperta alle infezioni. In questa fase si verifica una rigenerazione accelerata delle cellule epidermiche ed è estremamente importante non danneggiare il corpo.

Durante la fase di recupero dopo il peeling chimico, è severamente vietato strappare le croste che si formano, toccare il viso con le mani (soprattutto nei luoghi pubblici) ed esfoliare con scrub.

Devi seguire tutte le regole di cura dopo la pulizia, altrimenti l'effetto sarà il contrario: i batteri possono entrare nelle cellule e causare l'acne.

Inoltre, è necessario abbandonare le classi, provocando sudorazione.

È necessario posticipare la sezione sportiva o visitare la sauna per almeno 2 settimane.

Dovrai pulire regolarmente il viso con mezzi ipoallergenici, compresi i disinfettanti, e rimuovere accuratamente i resti di cosmetici e creme.

Procedura di selezione non valida

Nei saloni, di norma, vengono eseguiti tipi di esfoliazione superficiale e mediana che interessano diversi strati dell'epidermide. Aiutano a sbarazzarsi di vari problemi estetici.

Il compito del cosmetologo è valutare correttamente la situazione e selezionare la procedura più efficace.

È sempre meglio consultare uno specialista prima di scegliere una particolare pulizia. Se l'obiettivo è quello di combattere l'acne, è necessario capire esattamente quale strato di copertura per dirigere l'impatto al fine di sbarazzarsi dell'eruzione cutanea.

Se, dopo il peeling, si è formata una grossa acne interna, la pulizia superficiale sarà impotente: aggiornerà solo gli strati superiori dell'epidermide e l'acne rimarrà sul posto.

Interruzioni ormonali e infezioni

La pulizia sarà inutile nel caso in cui la causa dell'eruzione si trovi in ​​disturbi ormonali.

L'opzione migliore è prendere un esame del sangue ormonale e consultare un endocrinologo anche prima dell'esfoliazione.

A volte è possibile sbarazzarsi di eruzioni cutanee con l'aiuto di preparazioni ormonali.

Esiste la possibilità che l'acne (acne) sia comparsa a causa di malattie infettive, aggravata dopo il peeling chimico. Pertanto, prima che la procedura passi l'analisi per lo stafilococco e il demodex.

Nel caso di un risultato positivo, si dovrà posticipare la pulizia e seguire un ciclo di terapia farmacologica.

COSA FARE

Quando l'eruzione si presenta dopo la desquamazione, informare l'estetista. Lo specialista valuterà se la procedura è stata eseguita correttamente e se ci sono errori nella cura, così come eliminare i cosmetici difettosi e selezionare quelli ipoallergenici.

In generale, le raccomandazioni sono le seguenti:

  1. L'acne non può spremere. Anche senza fattori di stress aggiuntivi, la spremitura dell'infiammazione a casa è piena di infezioni. Lei, a sua volta, porta alla comparsa di grandi ulcere. In linea di principio, solo le estetiste dovrebbero spremere l'acne durante la pulizia: con gli antisettici e gli strumenti di disinfezione.
  2. È necessario applicare disinfettanti e farmaci anti-infiammatori per l'acne. Il viso deve essere pulito regolarmente con Miramistin o altri farmaci simili che il medico deve prescrivere. I cosmetici a base di zinco e quelli contenenti metronidazolo sono raccomandati per alleviare l'infiammazione. Se l'eruzione cutanea dopo il peeling è comparsa a causa di allergie, è necessario assumere antistaminici.
  3. La stretta osservanza delle regole di assistenza aiuta anche nella lotta efficace contro gli ingorghi stradali. Vale la pena ricordare tutte le raccomandazioni per la cura dopo il peeling: abbandonare il trucco, salvare le ghiandole sebacee dal lavoro attivo e dalla sudorazione eccessiva, e quindi il problema scomparirà in un massimo di 2-3 settimane. Non c'è nulla di vergognoso nella pulizia regolare - anche se devi lavarti la faccia in ufficio al culmine della giornata lavorativa, dovresti farlo.

DOMANDE FREQUENTI

Come evitare l'eruzione cutanea?

Per evitare una reazione allergica, è necessario chiarire esattamente quali farmaci utilizza l'estetista per l'allenamento pre-peeling. Ogni specialista è diverso. L'intolleranza individuale del farmaco stesso è esclusa studiando la composizione del farmaco.

  • L'acne dopo il pilling di Jessner può verificarsi a causa di allergie agli acidi lattico e salicilico, nonché al resorcinolo;
  • Un'eruzione da esfoliazione post-retinica (gialla) si verifica con allergie agli acidi retinoici e ausiliari (di solito si utilizzano acido ascorbico e fitico);
  • I brufoli dopo il peeling possono essere formati a causa della demodicosi (zecca sottocutanea): anche il metranidazolo viene trattato.

Questi reagenti, di regola, non sono allergeni alimentari. Ad esempio, un'allergia all'acido ascorbico si manifesta solo con l'uso di medicinali appropriati, di cui fa parte (e non del tutto mangiando agrumi, ricchi di vitamina C). Questo è il motivo per cui per l'identificazione degli allergeni sarà necessario un adeguato esame del sangue.

Autore di testi: Olga Lapina

E cosa ne pensi, perché dopo il peeling si trovano spesso di fronte al problema dell'infiammazione?

L'acne dopo aver sbucciato provoca

Il peeling è una procedura popolare e richiesta, durante la quale viene rimosso lo strato superficiale dell'epidermide. Dopo il recupero, la pelle diventa fresca, pulita, ben curata, sembra più attraente.

Uno dei problemi più comuni affrontati dai clienti di cosmetologi è perché l'acne appare dopo peeling. Le donne che eseguono una procedura simile a casa hanno molte più probabilità di subire questa spiacevole conseguenza.

Ci sono bucce superficiali e profonde. Nel primo caso, l'impatto è solo sullo strato superiore del derma, quindi gli effetti collaterali appaiono meno frequentemente. Se compare un'eruzione cutanea, è più probabile una reazione allergica ai componenti dei preparati utilizzati nella procedura. Peeling profondo comporta l'invasione delle cellule della pelle viventi, la probabilità di acne è molto più alta.

Manifestazioni tipiche e atipiche dopo la desquamazione

Peeling è una procedura per il viso mirata a migliorare la condizione e l'aspetto della pelle. Tuttavia, dovrebbe essere eseguito correttamente, nel rispetto di alcune raccomandazioni, altrimenti non solo l'acne può apparire, ma anche altri difetti, ad esempio, herpes sulle labbra, desquamazione grave della pelle, arrossamento e irritazione.

Con l'aiuto del peeling, puoi rinfrescare e ripristinare lo strato superiore della pelle, rilasciare le ghiandole sebacee dalle cellule morte, sbiancare il viso, eliminare l'acne, le piccole rughe, le macchie dell'età.

Durante il peeling, la pelle è danneggiata, reagisce agli agenti chimici e alle sostanze abrasive, pertanto, se si verifica secchezza, desquamazione, arrossamento o gonfiore, non si deve emettere immediatamente l'allarme. Di regola, queste manifestazioni scompaiono da sole.

La comparsa di acne dopo il peeling non è la norma e indica la procedura sbagliata o la scelta di farmaci inappropriati o di bassa qualità. Oltre all'eruzione cutanea possono apparire altri effetti collaterali:

    iperpigmentazione. Se si esegue la procedura in primavera o in estate, quando il sole splende fortemente sulla strada, si possono incontrare problemi come macchie di età. Appaiono a causa dell'effetto della melanina sulle cellule della pelle danneggiate;

Non dovresti cercare di eliminare l'acne dopo averlo sbucciato, non dovresti premerli in nessuna circostanza.

La soluzione migliore è contattare lo specialista che ha eseguito la procedura. Se la sessione è stata eseguita a casa, è necessario consultare un dermatologo - cosa fare per eliminare i difetti.

Cause di eruzione cutanea

Molte persone usano il peeling come un modo per superare tali imperfezioni della pelle come acne, macchie senili, eruzioni cutanee, rughe, punti neri, acne e altri. Se l'acne appare dopo il peeling, significa che la pelle è stata preparata in modo improprio, non sono stati utilizzati i preparati di massima qualità, la donna non si è presa cura del suo viso dopo la procedura. Le principali cause di eruzione cutanea:

  • estetista utilizzato per pulire la pelle significa, che includono allergeni;
  • dopo aver sbucciato una donna ha visitato una sauna o un bagno;
  • Per il lavaggio della biancheria da letto vengono utilizzati detersivi aggressivi;
  • una reazione allergica ai principi attivi dei cosmetici per il peeling;
  • il virus dell'herpes è entrato nel corpo.

Le eruzioni cutanee dopo la desquamazione potrebbero non essere associate allo svolgimento di questa procedura. Spesso, donne e ragazze affrontano questo problema a causa di squilibri ormonali (durante la gravidanza, a causa di contraccettivi ormonali, durante l'adolescenza).

In questo caso, è impossibile fare a meno di una diagnosi approfondita, dopo di che il medico sarà in grado di determinare i fattori che provocano la comparsa di acne, oltre a dirti cosa fare per eliminare i difetti.

Come prendersi cura della pelle dopo il peeling

Al fine di rimanere soddisfatto del risultato, per prevenire l'acne che potrebbe apparire dopo la procedura, è necessario fornire alla pelle una cura di qualità. Questo è necessario per ripristinare completamente l'integrità dello strato superficiale dell'epidermide, per garantire il normale corso dei processi di rigenerazione nello strato superiore del derma, per migliorare la condizione e l'aspetto della pelle.

Come curare adeguatamente il viso dopo il peeling, cosa fare per prevenire la comparsa di effetti collaterali - consigliare l'estetista che conduce la procedura. Ci sono alcune regole generali.

La causa dell'eruzione cutanea sul viso può essere la penetrazione o l'attivazione del virus dell'herpes. L'immunità locale dopo la desquamazione è indebolita, pertanto, il contatto con i portatori dell'infezione dovrebbe essere evitato, ma dovrebbero essere usati solo articoli per l'igiene personale.

Recupero facciale dopo la procedura

Per non iniziare a versare dopo il peeling, devi scegliere il giusto tipo di procedura cosmetica, fissare un appuntamento con un professionista, preparare la pelle per questo intervento e seguire tutte le raccomandazioni di un cosmetologo per la cura della pelle dopo una sessione. La natura dell'acne può essere completamente diversa: brufoli arrossati e arrossati, rash purulento, irritazione.

Cosa fare per restituire alla pelle un aspetto fresco e ben curato? Non dovresti usare rimedi popolari o prodotti dai loro cosmetici, è improbabile che aiuti. Consultare il proprio cosmetologo o dermatologo. Gli esperti dopo aver stabilito la causa nomineranno modi efficaci per affrontare le carenze.

In questi casi, si consiglia spesso di utilizzare:

  • "Pantenolo" per alleviare l'infiammazione e accelerare la guarigione;
  • "Chlorophyllipt" - un eccellente antisettico, distrugge microbi e batteri;
  • "Bepanten" aiuta ad accelerare i processi di rigenerazione.

In nessun caso non può schiacciare l'acne. La pelle non si è ancora ripresa, le funzioni protettive si sono indebolite. Scompariranno senza lasciare traccia, se usi gli strumenti giusti. Affrontare i difetti è necessario, data la ragione del loro aspetto.

Una reazione allergica può essere rimossa con l'aiuto di antistaminici e farmaci antiallergici per uso esterno. I prodotti cosmetici ad effetto calmante ti aiuteranno ad irritarti, puoi asciugare il viso con un decotto di camomilla.

Peeling è una procedura cosmetica utile ed efficace che aiuta le donne e le ragazze a far fronte a vari difetti della pelle. Se lo fai correttamente, puoi evitare reazioni avverse sotto forma di acne, irritazione e allergie. La pelle dopo il peeling diventa bella, ben curata, liscia.

Con questo metodo è possibile eliminare cicatrici, cicatrici, acne e segni da loro. Per non rimanere delusi dal risultato, affidati solo ai professionisti, segui tutte le sue raccomandazioni sulla cura della pelle dopo la procedura.

Coloro che hanno utilizzato i servizi di un estetista, potrebbero affrontare un tale problema quando l'acne è comparsa dopo il peeling. Questa situazione, costringendo a cercare un rimedio affidabile per l'acne è una reazione laterale della pelle alla procedura. Il metodo di peeling si basa sulla pulizia della superficie della pelle da cellule morte e particelle contaminate, che contribuisce al ringiovanimento della pelle, migliorandone le condizioni e le proprietà riparatrici.

Dopo quali tipi di bucce possono comparire l'acne?

I metodi per la procedura di peeling, a seconda della profondità di esposizione alla pelle, sono di tre tipi. Il peeling superficiale è considerato il più sicuro e più accettabile per l'uso domestico. Tali tipi di pilling come mediani e profondi sono finalizzati a una pulizia più accurata. Questo peeling deve essere eseguito esclusivamente da un estetista e dopo la procedura per seguire accuratamente tutte le raccomandazioni per la cura della pelle. Se non vengono eseguiti correttamente, è probabile che ci sarà dell'acne sulla parte posteriore del collo o un'altra reazione laterale. Questo può accadere anche in caso di violazione della tecnologia del peeling, quindi scegli un estetista esperto e comprovato. Prendilo sul serio, perché un'estetista è una persona a cui ti fidi della bellezza della tua faccia.

Azioni in caso di acne dopo peeling

Ricorda: la parte principale del peeling di successo sta proprio sulla correttezza della cura della pelle dopo la procedura! Cosa fare se tutti uguali dopo aver pustellato i brufoli? Gli effetti collaterali del peeling sulla pelle si manifestano con il dolore della pelle nella zona trattata. Il prossimo passo è l'eruzione della reazione - la comparsa di acne. I precursori della comparsa di una reazione allergica sotto forma di acne sulla pelle possono essere tali sintomi: oscuramento o alleggerimento delle singole aree della pelle, decolorazione dell'intera pelle del viso con una tonalità più luminosa (rosso, viola), aspetto di una rete capillare pronunciata sulla superficie della pelle.

In questo caso, dovresti immediatamente e immediatamente contattare un cosmetologo che è obbligato a prescriverti un trattamento. Non perdere tempo a cercare risposte su Internet o tra i tuoi amici e le tue amiche! Quindi hai appena gestito il tuo problema.

L'acne e la pulizia del viso sono compatibili?

La maggior parte degli strumenti per la procedura sono progettati specificamente per sbarazzarsi dell'acne ossessiva. Inoltre, i cosmetologi dicono che con l'aiuto di questa manipolazione è possibile dimenticare le infiammazioni sul viso per lungo tempo. Ma un risultato positivo è dovuto non solo al meccanismo di pulizia della pelle.

Le funzioni principali delle procedure fisiche e acide sono di distruggere lo strato epidermico, più precisamente, la sua parte cornificata, mentre stimola attivamente il rinnovamento.

La pelle, che viene ferita da piccoli abrasivi e bruciata da composti chimici, inizia a rigenerarsi attivamente. Di conseguenza, gli strati interni producono elastina e collagene due volte più velocemente, aumentando la circolazione sanguigna. La pelle assorbe facilmente i nutrienti.

Tutti questi processi portano al fatto che le cellule morte iniziano a esfoliare, lasciando invece la pelle sana.

Il ringiovanimento dovuto al peeling rimuove i problemi del passato, cioè la tuberosità viene eliminata e la pigmentazione spesso scompare.

Un peeling più o meno superficiale consente di eliminare i segni negativi, poiché i componenti aprono i pori, riducendo la secrezione delle ghiandole sebacee, che impedisce lo sviluppo di batteri nocivi. Ma per ottenere un effetto di qualità, è necessario scegliere la giusta esfoliazione.

Tuttavia, il peeling è stressante per la pelle, specialmente se tale manipolazione viene eseguita per la prima volta nella vita. Pertanto, la reazione all'irritazione potrebbe essere imprevedibile. Cosa fare in tali situazioni?

Possibili reazioni alla procedura

Non c'è bisogno di preoccuparsi e consultare un medico se dopo sono comparsi tali segni:

    Peeling. La prima cosa che provoca il peeling è l'esfoliazione della pelle cheratinizzata e, in caso contrario, la procedura è stata eseguita male. Pertanto, un leggero peeling è normale. Ma quanto durerà dipende dal tipo di pelle e dalla profondità con cui gli ingredienti attivi sono penetrati. Di norma, peeling durante la settimana è la norma. La cosa principale qui non è usare uno scrub, cioè non cercare di accelerare il processo. Il peeling può essere ridotto applicando prodotti per la cura appropriati.

Va tenuto presente che il rossore può disturbare per cinque giorni, dopo i quali la pelle si attenuerà.

Alcune persone si sbucciano a casa, usando, ad esempio, uno scrub di mandorle o un altro, ma l'effetto collaterale può apparire qui.

Effetti collaterali

Tra i sintomi negativi dopo la desquamazione sono i seguenti:

  1. Pigmentazione, che si verifica a causa dell'esposizione alle radiazioni ultraviolette. Per proteggersi da esso, è necessario utilizzare la protezione solare e non essere esposti alla luce solare diretta. In generale, è preferibile non usare il peeling in tarda primavera o estate, poiché in questo periodo dell'anno il sole colpisce soprattutto la pelle.
  2. Orticaria, che appare a causa di una reazione allergica al farmaco usato durante il peeling. È possibile alleviare la condizione usando antistaminici.
  3. Cicatrici che si sono manifestate se la pelle ha interferito con il processo di guarigione. Cioè, in nessun caso puoi rompere le croste esfolianti, dato che dopo ci saranno sempre cicatrici.
  4. Acne, che può verificarsi per vari motivi. Tra i più comuni c'è il fatto che ci sia stato un lavoro indifferente di un cosmetologo o che i fondi siano stati scelti in modo errato. Spesso il colpevole può essere infezioni nascoste o mancanza di preparazione per una procedura cosmetica.

Oltre a quanto sopra, l'herpes o il papilloma possono essere attribuiti al numero di complicazioni, ma che cosa fare con loro?

Cause di acne

Se l'acne è comparsa dopo il peeling, potrebbe essere stata causata da tre tipi di cause, vale a dire:

  1. Cosmetici, che appaiono a causa dei seguenti fattori:
  • Peeling inadatto L'età e il tipo di pelle richiedono una procedura appropriata, vale a dire che ai giovani vengono mostrati solo peeling morbidi o l'esposizione ad ultrasuoni. Ma l'uso della pulizia profonda provoca l'infiammazione, mentre in età più matura solo una tale pulizia aiuterà efficacemente.
  • Preparazione inadeguata, che porta anche alla comparsa di brufoli purulenti. Le estetiste raccomandano che i proprietari di pelle grassa o mista con l'acne esistente eseguano una pulizia ad ultrasuoni un paio di giorni prima della procedura. Ma per le persone la cui pelle è affetta da herpes, è necessario bere un ciclo di farmaci antivirali.
  • Cura inappropriata dopo la procedura. Per le persone che hanno subito la pulizia dei peeling, si raccomanda di non toccare il viso per alcuni giorni, di non rompere la crosta e di non mascherare gli svantaggi con i prodotti cosmetici. Ma, oltre a questo, è importante ricordare che i brufoli possono essere una manifestazione di allergie.
  1. Famiglia, che include le seguenti situazioni:
  • Sauna dopo l'esfoliazione.
  • Eccessivo sforzo fisico, che provoca alta sudorazione, motivo per cui la pelle è ancora più colpita e diventa coperta da acne.

  1. Dermatologico, che si verificano per i seguenti motivi:
  • Infezione con tick Demodex. Inoltre, il fatto di un'infezione esistente che una persona non può indovinare prima dell'esfoliazione. Questo parassita si sviluppa nei follicoli e nelle ghiandole, che provoca la manifestazione di arrossamenti e pustole. Se la pelle è colpita da una zecca, l'infiammazione non scompare per tre settimane dopo il peeling. È a causa di tali complicazioni che l'estetista prescrive un'analisi per Staphylococcus e Demodex prima di eseguire la manipolazione. Se la risposta è positiva, allora la procedura deve essere prescritta farmaci;
  • Violazioni dello sfondo ormonale.
  • Lo stress per le ghiandole secrete dal sebo, che può causare un pustoloso brufolo dopo l'esposizione ad un irritante acido sul viso.

Indipendentemente dalla causa dell'acne, devi affrontarli.

Come sbarazzarsi di infiammazione

Se l'acne dopo il peeling si è fatta sentire, è necessario consultare un medico il più presto possibile. Soprattutto se fanno male e non passano molto tempo.
I consigli dello specialista per diversi tipi di pelle possono variare, ma di regola, per il trattamento prescrivono quanto segue:

  • l'eruzione purulenta non può essere spremuta;
  • puoi usare un unguento salicilico;
  • gli antistaminici sono buoni per una reazione allergica;
  • prevenire l'infezione con l'aiuto di "Miramistin", che pulisce la pelle;
  • usare farmaci a base di zinco;
  • l'infiammazione è autorizzata a trattare "Zerin";
  • se c'è un'infezione da tic tac sottocutanea, è richiesto un ciclo di antibiotici e farmaci antiparassitari.

Va tenuto presente che lo schema di come trattare è sempre selezionato individualmente e solo dal dermatologo frequentante. Inoltre, il trattamento dell'acne dopo il peeling può richiedere un paio di settimane.

Una persona che ha sofferto di tali problemi in precedenza, dovrebbe tener conto che il problema scomparirà con l'aiuto di questa procedura. Ma, se la causa dei sintomi negativi sul viso si trova in una malattia cronica, infezione o inappropriato contesto ormonale, il miglioramento sarà solo temporaneo. Pertanto, prima di procedere con le procedure cosmetiche, si dovrebbe scoprire la causa di acne, pustole e acne. Spesso, una volta risolta la malattia interna, i problemi vengono risolti da soli.

Le persone che soffrono di spiacevoli manifestazioni sulla pelle, si rivolgono sempre più ad un estetista per chiedere aiuto. Ma non sempre uno specialista può aiutare a risolvere un problema dermatologico. Ecco perché dovresti prima scoprire la causa dell'acne e dell'acne, informarsi sulla clinica cosmetica e trovare lo specialista appropriato che ti dirà come prepararti per la procedura di peeling.

Bellezza fatta a mano

Qualsiasi peeling viene usato per pulire il viso dalle particelle di pelle morta. Inoltre, conferisce ancora l'elasticità della pelle, agendo sugli strati dell'epidermide, come massaggiatore. In alcuni casi, la procedura è ancora eseguita, soprattutto da parte dei giovani, al fine di sbarazzarsi di brutta acne sul viso.

In generale, ci sono tre tipi di peeling: per pulire lo strato superficiale dell'epidermide, per una pulizia media e per influenzare gli strati profondi della pelle. Superficie ampiamente utilizzata a casa. C'è un'incredibile varietà di miscele fatte in casa che rimuovono facilmente i fiocchi di pelle morta. Questo può essere fatto con l'aiuto di farina d'avena e fondi di caffè. E se non vuoi preoccuparti dei rimedi casalinghi per purificare la faccia, vai in un negozio specializzato. Vi sono vendute creme speciali per tale peeling con piccole particelle di origine naturale.

Il peeling medio o profondo viene effettuato utilizzando sostanze speciali. I peeling chimici con vari acidi e altre sostanze potenti sono particolarmente popolari. Anche se non meno utile è un peeling di ossigeno che pulisce la pelle, le donne preferiscono la variante chimica. E spesso la colpa è la normale pigrizia. Per cancellare il viso con bolle d'aria è necessario andare al salone di bellezza. Un peeling chimico può essere fatto a casa. Basta comprare i tubi necessari con il contenuto attivo e la procedura è già stata eseguita. Ma le conseguenze sono spesso molto tristi. Dopo tutto, non è necessario solo sapere cosa è possibile e cosa non è consentito dopo la procedura. Ciò che è importante è la composizione qualitativa delle maschere per il viso più chimiche.

Torna al contenuto

Peeling pericoloso pericoloso

Anche dopo una maschera esfoliante fatta in casa, una piccola eruzione cutanea a volte appare come un'allergia a uno dei suoi componenti. E che dire degli effetti del peeling chimico.

In primo luogo, l'acne dopo la desquamazione appare come conseguenza di una cura del viso impropria. In nessun caso non è possibile:

  • lavare con sapone;
  • tocca il tuo viso con le tue mani;
  • applicare cosmetici decorativi;
  • prendere il sole sulla spiaggia;
  • usare creme (anche fatte in casa);
  • spalmare il viso con la protezione solare.

In secondo luogo, se una maschera detergente per la pulizia profonda del volto di un produttore sconosciuto o un falso, è possibile allergia. Soprattutto gli adolescenti si trovano in una brutta situazione, che con l'aiuto del peeling chimico stanno cercando di ridurre l'acne esistente. Oltre al loro, ricevono una manciata di nuovi brufoli.

Torna al contenuto

Non dovrebbe essere rinviato

Quando compare l'acne, è necessario fare tutto il necessario per sbarazzarsi di loro rapidamente.

Un'eruzione allergica dovrà essere trattata da un dermatologo. Molto probabilmente, è necessario spendere per bere medicine antiallergiche. Se l'acne è il risultato di una cura impropria del viso dopo il peeling, è necessario rimuovere l'infiammazione con speciali agenti antinfiammatori, sebostatici o antibatterici.

Nei casi in cui l'acne è peggiorata, dopo la loro sfortunata rimozione, i dermatologi di solito raccomandano l'uso di unguento di zinco. Solo in nessun caso possono essere ridotti con l'aiuto di sapone vulcanico o di catrame. Andrà solo peggio. Con eruzioni cutanee di herpes, è necessario bere un ciclo di farmaci per l'herpes.

Torna al contenuto

Macchina del tempo

Naturalmente, conoscendo le procedure di sbucciatura, tutti i rischi, l'eruzione di pimple non potrebbe essere. Se solo per riavvolgere il tempo e prevedere tutto. Sfortunatamente, questo è impossibile. Ma qui vale la pena consultarsi con uno specialista prima di intraprendere una pulizia del viso media o profonda.

Ecco alcune linee guida per aiutare a evitare la dispersione di acne sul viso:

  • la pulizia profonda del viso può essere effettuata solo dall'età di 25 anni;
  • se il viso è in fiamme quando si applica la maschera, rimuoverla immediatamente;
  • in caso di pelle irritata dopo peeling, in nessun caso bisogna toccarli con le mani;
  • quando lavi a secco il viso, devi sempre selezionare attentamente i componenti necessari;
  • andando a fare peeling, dovresti prendere in considerazione le peculiarità della tua pelle

Seguendo semplici consigli o rivolgiti a un esperto cosmetologo che ti dirà di cosa hai veramente bisogno per la tua pelle, non avrai bisogno di una macchina del tempo. L'acne non appare.

Cause di acne e macchie rosse dopo la desquamazione

Il paradosso - la formazione di acne e macchie rosse dopo la desquamazione - si verifica per molte ragioni. Indipendentemente da quale tipo di procedura è stata eseguita, è possibile il verificarsi di alcuni effetti collaterali. Non preoccuparti di:

  • Peeling. Questa è la reazione naturale della pelle alla loro pulizia "forzata" dallo strato superiore dell'epidermide. Al contrario, se non esiste una cosa del genere, indica le prestazioni improprie delle manipolazioni cosmetiche. La norma si sbuccia, dura una settimana.
  • Rossore. Appartengono a un'ustione chimica e spesso compaiono dopo le scorticature effettuate con l'aiuto di acidi - glicolico, salicilico e altri. Il primo grado di ustione è caratterizzato da un arrossamento lievemente pronunciato e indica che la procedura cosmetica è stata eseguita correttamente. Se i punti rossi dopo la desquamazione sono pronunciati e pruriginosi, allora questo è il secondo grado di ustione, che è un segno di pulizia compromessa dal cosmetologo.
Peeling e arrossamento della pelle dopo la desquamazione

Di norma, i punti rossi persistono per 5 giorni del periodo di recupero.

  • Gonfiore del viso e del collo. Questa è una risposta inadeguata al peeling profondo, che è più caratteristico della pelle sensibile. Scompare già 2-3 giorni dopo la procedura, il medico può formulare raccomandazioni sull'uso di antistaminici per accelerare il processo di recupero.

La formazione di acne dopo peeling è sempre anormale. I cosmetologi identificano diverse cause di questo fenomeno, che sono incluse in tre gruppi.

Ragioni cosmetiche

Non sono patologici, è possibile prevederli e prevenirli. La cosa principale è contattare un cosmetologo competente ed esperto per la procedura di pulizia. Cosa è incluso nel concetto di "ragioni estetiche" dell'acne dopo la desquamazione:

  • Tipo di procedura erroneamente selezionato. Non è raccomandato ai giovani di farlo affatto, e se ce n'è bisogno, allora all'età di 25 anni si dovrebbe preferire il peeling superficiale con l'uso di acidi della frutta.
  • La pulizia profonda della pelle è consentita solo dopo 25 anni e su appuntamento di un'estetista.
  • Condurre procedure di pre-peeling con violazioni. In questo contesto, ci sono ulcere che sono difficili da trattare e possono causare un'estesa diffusione dell'infiammazione in faccia. Le regole per la preparazione del derma per il peeling dipendono dal tipo di pelle da pulire.

Ad esempio, per un grasso / combinato sarebbe opportuno effettuare la pulizia ad ultrasuoni in pochi giorni, e se c'è una predisposizione alle eruzioni erpetiche, quindi assumere farmaci antivirali (aciclovir).

  • Cura impropria durante il periodo di recupero. È necessario tenere presente il protocollo esistente delle procedure di cura per il recupero rapido dell'epidermide, che esclude il contatto con le mani sporche della pelle, "forzando" la buccia delle croste, l'uso di cosmetici decorativi.

A proposito del fatto che non puoi fare il trattamento del viso dopo il peeling chimico, guarda in questo video:

Cause dermatologiche

Tutto è serio qui, poiché tale acne richiede non solo un trattamento completo, ma anche un esame approfondito. Cosa può causare il problema:

  • Acaro Demodex. Può infettare l'intera superficie del viso, quindi è necessario condurre un esame del cliente prima della procedura di pulizia. I segni della presenza dell'acaro Demodex nelle ghiandole sebacee e nei follicoli piliferi sono costantemente presenti focolai di infiammazione, arrossamento pronunciato diffuso ed eruzioni pustolose.
  • Funzionalità errata delle ghiandole sebacee. I dermatologi come il fenomeno dopo il peeling sono chiamati stress e lo associano ad una maggiore secrezione delle ghiandole sebacee. Un segno di questo sarà la comparsa di dossi con contenuti purulenti sul viso.

Se consideriamo solo le ragioni mediche per la comparsa di acne dopo la desquamazione, allora vale la pena di individuare le malattie del paziente stesso. Spesso questo effetto collaterale si verifica sullo sfondo dei disturbi ormonali esistenti, l'uso a lungo termine di alcuni farmaci.

Ragioni familiari

In molti casi, l'aspetto dell'acne nel periodo post-peeling suggerisce che nei primi 3 o 5 giorni è stata visitata la sauna, il bagno o il bagno con acqua troppo calda. La seconda ragione è rinforzata esercizio nel periodo specificato. Il fatto è che questo porta ad un aumento della sudorazione, e per il derma senza un forte strato superficiale, questo è un vero stress.

Come affrontare l'acne

Ci sono molti metodi per risolvere il problema dell'acne dopo la procedura di pulizia, alcuni possono essere prescritti / eseguiti indipendentemente, ma più spesso sarà necessario l'aiuto di un dermatologo e un cosmetologo per ottenere un risultato positivo.

Dopo il peeling glicolico

L'acido glicolico aiuta a pulire solo lo strato superficiale dell'epidermide, assicurando la scomparsa di macchie senili, eruzioni cutanee piccole e frequenti e persino rughe superficiali. Se la procedura viene eseguita da un professionista, molto probabilmente l'acne non comparirà dopo di essa: la concentrazione della soluzione acida sarà selezionata correttamente, verrà effettuata una preparazione pre-peeling. Ma se si forma ancora l'acne, dovresti fare quanto segue:

  • 2-3 volte al giorno per asciugare il viso Miramistin;
  • bere antistaminici - Claritin, Suprastin 1 compressa 2 - 3 volte al giorno per 5 - 7 giorni;
  • per il lavaggio usare solo sapone Tar.

È severamente vietato spremere l'acne, cauterizzarli con agenti contenenti alcol o mascherarli con cosmetici decorativi!

Se dopo 7 a 10 giorni l'acne non è scomparsa, è diventata ancora di più, o l'eruzione si è diffusa fino al collo, quindi si dovrebbe cercare un aiuto medico qualificato. Molto probabilmente, verrà prescritto un trattamento completo con farmaci, ma prima il medico identificherà la vera causa di questo fenomeno.

Dopo Jessner

Questo è un peeling acido aggressivo, dopo il quale si forma più spesso l'acne. Ciò è dovuto al fatto che la composizione della soluzione penetra negli strati profondi del derma e agisce quanto più fastidiosamente possibile. La preparazione per il peeling e il successivo recupero dopo la procedura dovrebbero essere eseguiti professionalmente, perché solo questo aiuterà a evitare problemi.

Cosa fare se l'acne dopo Jessner è già comparsa:

  • più volte al giorno per pulire il viso con una lozione antinfiammatoria o antisettico, in quanto non contiene succo di aloe e alcol;
  • Bere 2 compresse di Acyclovir (farmaco antivirale) per 5-7 giorni;
  • se sullo sfondo dell'acne c'è gonfiore e arrossamento, quindi inizia a prendere antistaminici.

Di norma, l'aspetto viene ripristinato dopo 7-10 giorni, ma se non ci sono miglioramenti nei primi 3-4 giorni di misure avanzate, contattare immediatamente un cosmetologo o un dermatologo. In caso di infezione del derma, nessun antistaminico e lozioni non aiuteranno, sarà necessario un trattamento completo.

Dopo salicilico, peeling al carbonio

Questi due tipi di procedure di pulizia sono considerati i più sicuri, "morbidi" e adatti anche a pelli sensibili. L'aspetto dell'acne dopo la sbucciatura di carbonio è generalmente una rarità, poiché durante la procedura il laser è interessato. L'unica cosa che può provocare un tale effetto collaterale è la reazione allergica del corpo a una situazione stressante.

Per quanto riguarda il peeling salicilico, può provocare eruzioni cutanee attive e persino la formazione di ascessi solo in caso di preparazione inadeguata per la procedura. Ad esempio, se lo specialista non ha scoperto la presenza / assenza di acaro Demodex sulla pelle, o il cliente stesso ha continuato a sbucciarsi con malattie endocrine croniche esacerbate.

Cosa si dovrebbe fare con la comparsa di acne dopo il salicillio, peeling di carbonio:

  • non premere, non graffiare, non aprire;
  • assumere antistaminici per 3 giorni;
  • chiedere consiglio a un cosmetologo o un dermatologo;
  • pulisci regolarmente la faccia con qualsiasi antisettico.

Questo è qualcosa che puoi fare da solo, e ogni altro appuntamento dovrebbe essere fatto solo da uno specialista.

Dopo il peeling alla mandorla

In realtà, questa è un'eccezione e il medico sarà sicuramente molto sorpreso se il paziente si rivolgerà a lui con un problema simile. Il fatto è che la base di mandorla per la pulizia è assolutamente innocua, non è nemmeno in grado di rimuovere lo strato superiore dell'epidermide per pulire più a fondo l'intero derma. Questo è il motivo per cui questo tipo di peeling viene utilizzato nelle ragazze secondo le indicazioni, è consentito eseguirlo anche in caso di lesioni infiammatorie visibili sulla pelle.

L'unica ragione per cui l'acne può verificarsi dopo una buccia di mandorla è la penetrazione dell'agente infettivo nella pelle. Ma in questo caso, solo un regime di trattamento professionalmente selezionato con farmaci specifici aiuterà.

Dopo il giallo

Un altro tipo di peeling sicuro è il giallo (o retinoico). Colpisce solo lo strato superiore dell'epidermide, pertanto, estremamente raramente provoca effetti collaterali. L'acne dopo il peeling giallo si forma solo per motivi dermatologici o in caso di completa non conformità con le regole del periodo di recupero. In ogni caso, il problema dovrà essere risolto da un medico.

Indipendentemente da quale tipo di procedura di peeling è stata effettuata, con la comparsa di acne, è necessario cercare un aiuto medico qualificato. Se l'eruzione cutanea non scompare dal 5 ° al 7 ° giorno, si sta diffondendo attivamente, allora saranno necessarie misure terapeutiche urgenti. Di solito nella lista degli appuntamenti da un dermatologo / cosmetologo sono presenti:

  • Crema di Pantenolo - applica uno strato sottile sulla pelle con eruzioni cutanee, accelera la guarigione / il ripristino dell'epidermide, allevia l'infiammazione;
  • lozione di clindamicina - disinfetta, applicata durante la notte;
  • Clorofilo - durante il giorno, pulire periodicamente le aree del viso affette da acne;
  • Crema di Bepantin - accelera la guarigione dell'acne.

Se la causa dell'eruzione dopo il peeling è stata l'acaro Demodex, allora sarà necessario un ciclo di terapia con compresse di Trichopol e mezzi topici.

Come evitare l'acne dopo il peeling

Ci sono un certo numero di misure preventive che consentono di evitare l'eruzione cutanea. Non si può dire che escluderanno tale probabilità, ma la ridurranno di parecchie volte. Cosa è necessario sapere, ricordare ed eseguire:

  • Prima della procedura di pulizia, il medico deve esaminare il paziente e scoprire la presenza o l'assenza dell'acaro Demodex nel derma.
  • Assicurati di informare l'estetista sul consumo costante di droghe, malattie endocrine disponibili.
  • È vietato toccare il viso con le mani subito dopo averlo rimosso e in seguito è consentito toccarlo solo con disinfettante precedentemente lavato e trattato.
  • Prima di uscire al sole per i primi 3 o 5 giorni dopo il peeling, applica una crema con protezione UV sul viso.
  • Fino a quando la pelle è completamente restaurata, è vietato fare sport, visitare bagni / saune, fare un bagno caldo, usare cosmetici decorativi.

Queste semplici regole eviteranno il verificarsi di effetti collaterali. È consigliabile prima della procedura consultare un medico e scoprire se esporre la pelle a una pulizia così aggressiva o può essere limitata ad altre manipolazioni.

L'acne dopo la desquamazione è un effetto collaterale comune. È possibile eseguire tutte le misure preventive e affrontare ancora il problema. Deve essere risolto in un complesso e solo sotto la supervisione di specialisti.

Cause di eruzione cutanea

Peeling è una procedura per pulire l'epidermide dalle cellule morte. La loro rimozione avviene a causa di vari metodi di esposizione alla pelle. In definitiva, le cellule cornificate vengono staccate e la pelle rinnovata "si apre". Entro pochi giorni dopo la procedura cosmetica, è necessario aderire a determinate regole, il cui scopo è quello di prevenire gli effetti ambientali negativi sulla pelle.

Forse ti starai chiedendo cosa faccia il peeling al laser.

Tali fattori possono provocare un'eruzione cutanea dopo la desquamazione:

  1. La presenza di una malattia interna. Se l'aspetto dell'acne è un sintomo di una delle patologie del corpo, l'aspetto dell'eruzione cutanea non è in alcun modo collegato al fatto che il peeling è stato eseguito.
  2. Reazione allergica del corpo a uno dei componenti utilizzati durante la procedura cosmetica. Per prevenire il verificarsi di tali effetti avversi, prima del peeling, si raccomanda di testare una reazione allergica. Soprattutto è necessario stare attenti quando componenti nuovi o esotici sono inclusi nel prodotto.
  3. Violazione del protocollo degli effetti peeling. Durante la procedura superficiale, la sindrome del dolore dovrebbe essere minima. In caso contrario, possono verificarsi bruciature ed eruzioni cutanee. Dopo il peeling chimico, è necessario effettuare anche una neutralizzazione speciale, che impedirà la comparsa di irritazioni sulla pelle.
  4. Inosservanza delle norme igieniche. Se il maestro durante il lavoro non aderisce alle regole di asepsi, allora c'è una minaccia dello sviluppo di focolai infiammatori sul viso. Dopo aver colpito i batteri nocivi nella microcraccia, iniziano a proliferare attivamente. Tali focolai di infiammazione si manifestano inizialmente come l'aspetto dell'acne dolorosa. Se non si agisce tempestivamente, il risultato finale sulla pelle potrebbe apparire brutte cicatrici.

Cos'è il peeling del latte, puoi leggere qui.

Prima di provare a sbarazzarsi di eruzioni cutanee, è necessario capire perché l'acne appare dopo il peeling. Solo in questo modo sarà possibile fornire un'adeguata assistenza e prevenire lo sviluppo di gravi complicazioni.

Leggi di peeling faccia diamante.

Nel video dell'evento dopo il peeling:

Scopri anche cosa è il peeling di carbonio.

Cause di acne e acne

L'acne e l'acne si verificano quando l'eccessiva attività delle ghiandole sebacee porta a dotti ostruiti. Nell'ambiente formato si sviluppano batteri che causano infiammazione. Gli adolescenti affrontano un problema simile, ma si verifica anche negli adulti: il 3% degli uomini e il 12% delle donne oltre i 25 anni lamentano acne, acne e macchie nere. Appaiono sul viso, sul petto, sulla schiena e sulle spalle, perché in queste zone la maggior parte delle ghiandole sebacee.

La causa della malattia diventa un fallimento nell'esfoliazione delle cellule della pelle. Normalmente, vengono costantemente aggiornati e quelli vecchi vengono rimossi dalla superficie in modo naturale. In una persona sana, l'epidermide perde 30000-40000 cellule esterne all'ora. Ma per quelli la cui pelle è incline a eruzioni cutanee, il tasso aumenta 5 volte.

Le cellule che si staccano rapidamente in questo caso sono mescolate al sebo e formano un ambiente favorevole allo sviluppo dei batteri. Continuano ad accumulare e ostruire i pori, che provoca la formazione di acne.

A volte i batteri stessi diventano la causa. Esistono sulle coperture esterne e non causano problemi quando i processi sono normali. Ma in determinate condizioni, i batteri dell'acne iniziano a moltiplicarsi rapidamente. Ricevendo cibo dal sebo, producono sostanze che causano infiammazione, acne rossa e acne.

Inoltre, le eruzioni cutanee diventano un sintomo di gravi problemi di salute. Malfunzionamenti del tratto gastrointestinale, disturbi ormonali, presenza di zecche sottocutanee, infezioni da stafilococco causano la formazione di acne.

Quando il peeling aiuta

Per determinare se il processo sarà efficace, identificare la causa del problema. L'esfoliazione aiuta se l'eruzione è causata dall'eccessiva attività delle ghiandole sebacee o dall'accumulo di cellule morte. Poiché la procedura rimuove il tessuto cutaneo morto, la causa dell'acne e dell'acne sarà eliminata.

Le bucce consentono di rimuovere cicatrici e punti lasciati dall'acne. Se ci sono profonde depressioni sul viso, dopo la procedura, vengono fatte iniezioni di collagene o viene iniettata una piccola quantità di grasso sottocutaneo.

Il ruolo svolto e la scelta del tipo di esfoliazione, perché si distingue per l'intensità di esposizione:

  1. Il peeling superficiale colpisce lo strato corneo. Il rischio di arrossamento, dolore e desquamazione è ridotto al minimo. L'opzione aiuta quando si tratta di eruzioni cutanee semplici.
  2. La mediana allevierà il paziente dai segni dell'acne. Se ti lamenti di macchie e buche sulle guance, allora il problema può essere risolto.
  3. Il peeling profondo implica un effetto sugli strati del derma. Non è usato per sbarazzarsi di acne.

Qualsiasi procedura migliora l'effetto di prodotti cosmetici e medicinali per combattere l'acne. Poiché le cellule cheratinizzate vengono rimosse dalla pelle, i componenti dei preparati penetrano più in profondità nei tessuti. Quando utilizzi prodotti per la cura dei nutrienti, otterrai un buon risultato.

Indicazioni e controindicazioni

Il peeling superficiale o mediano contro l'acne è prescritto per ottenere i seguenti risultati:

  • migliorare la carnagione;
  • prevenire l'acne, l'acne;
  • sbarazzarsi dei segni dell'acne;
  • allineamento della trama della pelle;
  • ridurre i pori.

Inoltre, rimuove le rughe, normalizza il lavoro delle ghiandole sebacee e allevia le macchie di pigmento. Ma tieni presente che l'esfoliazione nel periodo di esacerbazione dell'eruzione cutanea è controindicata. Anche un attento effetto sul tegumento infiammato porterà a un deterioramento, quindi i medici cercano preliminarmente la remissione della malattia.

Le controindicazioni includono quanto segue:

  • la presenza di infezioni virali;
  • allergia ai componenti;
  • eczema e dermatite atopica (il peeling causa esacerbazioni ed è auspicabile sostituirlo con un'applicazione esterna di una soluzione debole di acido della frutta);
  • l'uso di retinoidi aromatici;
  • la presenza di ferite sul viso;
  • dermoabrasione recentemente trasferito.

Il bisogno di esfoliazione è determinato in ogni singolo caso. Dipende anche dall'intensità dell'esposizione, perché in caso di malattie oncologiche sono consentiti solo peeling superficiali.

Le procedure mediane dovranno essere abbandonate anche per coloro che lamentano malattie cardiovascolari. Dopo tutto, l'esfoliazione stimola il tasso di rinnovamento dei tessuti, che aumenta il carico su tutti i sistemi, compreso quello cardiovascolare.

L'effetto sul corpo delle donne in gravidanza e l'effetto sul feto non è stato studiato per ragioni etiche. Ma i cosmetologi consigliano di aspettare con la pulizia fino alla fine del periodo di allattamento.

Che tipo di peeling aiuta nell'acne

I dermatologi hanno a loro disposizione non un metodo di esfoliazione. I tipi comuni includono il tipo di procedura meccanica, chimica e laser. Nella Federazione Russa e nella CSI, i medici continuano a utilizzare opzioni aggiuntive, sebbene i loro colleghi occidentali li abbiano abbandonati a causa di risultati insufficienti. Che tipo di procedura soddisferà l'effetto e non causerà complicazioni?

Peeling meccanico: per gli amanti della tradizione

Peeling meccanico comporta l'uso di preparati con particelle solide. Quelli eliminano le cellule morte dall'epidermide, come la carta vetrata. L'opzione è adatta per i proprietari di pelle spessa incline al grasso; se ti lamenti della sensibilità del tegumento, un dermatologo troverà un'alternativa. L'esfoliazione meccanica non è adatta nel caso di pelle secca, in quanto il problema è esacerbato.

Il peeling superficiale viene effettuato a casa o in cabina. Se la pelle ha buche, protuberanze, macchie senili, il medico prescrive la microdermoabrasione. Se eseguito meccanicamente, un dermatologo agisce sulla pelle con un flusso di piccoli cristalli. Di conseguenza, la produzione naturale di collagene è migliorata e la rimozione di eruzioni cutanee è completata dal ringiovanimento.

Bucce chimiche e loro varietà

Per rimuovere le cause del problema, i dermatologi prescrivono peeling chimici. La procedura sarà più costosa della meccanica, ma l'efficacia sarà al top. La linea di fondo è che il medico ricorre a una bruciatura chimica controllata: tratta la pelle con una soluzione acida e quindi applica un neutralizzatore. I legami intercellulari negli strati superiori delle cellule morte vengono spezzati e il tessuto morto viene rimosso.

I rischi della procedura dipendono dalle qualifiche del medico. Se si applica a un salone normale, l'estetista deve eseguire un peeling superficiale e utilizzare una concentrazione di acido non superiore al 30%. I dermatologi, d'altra parte, sono sufficientemente qualificati per eseguire peeling medi o profondi. In questo caso, la concentrazione della soluzione raggiunge il 70%: l'opzione è adatta per rimuovere anche una vecchia cicatrice o cicatrice dopo l'acne.

Rispetto all'esfoliazione meccanica, la sostanza chimica fornisce un effetto più uniforme e risultati duraturi.

Tipi di acidi usati e loro varietà

Le soluzioni utilizzate sono divise in 2 tipi, poiché contengono alfa-idrossiacidi (AHA) o beta-idrocidi (BHA). I popolari acidi AHA includono glicolico e lattico e BHA - salicilico, noto a tutti coloro che cercano di battere l'acne, punti neri e punti bianchi.

La differenza tra questi tipi è la seguente:

  1. Gli acidi AHA differiscono nelle piccole dimensioni delle molecole che forniscono una profonda penetrazione nei tessuti. Accelerano anche la rigenerazione, quindi l'infiammazione scomparirà più velocemente. L'acido glicolico penetra più in profondità di quello lattico, ma entrambe le sostanze svolgono il lavoro.
  2. Gli acidi BHA agiscono in modo simile. Ma l'acido salicilico pulisce i pori in modo più efficace, che è importante quando si tratta di acne. Se hai la pelle grassa incline all'acne, allora un dermatologo sceglierà sicuramente un composto con questa sostanza. Ha effetti sia antimicrobici che infiammatori e, grazie alla sua morbidezza, il peeling è indicato per le persone con pelle sensibile e rosacea.

Con la scelta giusta otterrai il risultato dopo alcune procedure.

Jessner peeling: azione attenta

Combinazioni spesso utilizzate di farmaci che consentono ai componenti di completarsi a vicenda. Un esempio potrebbe essere il peeling di Jessner: resorcinolo, acido lattico e salicilico sono inclusi nella formula. La combinazione viene utilizzata per l'esfoliazione della superficie, che riduce il rischio di effetti collaterali.

Oltre all'acne, il peeling elimina i seguenti effetti spiacevoli:

  • foto invecchiamento;
  • macchie di pigmento;
  • iperpigmentazione;
  • melasma;
  • lentiggini.

A causa dell'effetto mite, la procedura raramente causa reclami ai clienti: si verificano quando i componenti sono intolleranti. In alcuni casi, i pazienti si lamentano di acufeni, vertigini e disorientamento - appaiono a causa di allergia all'acido salicilico.

Bucce di acido tricloroacetico

La procedura dell'acido tricloroacetico (TCA) viene eseguita quando i clienti vogliono rimuovere le cicatrici dopo l'acne. L'intensità dell'esposizione è determinata individualmente e per l'esfoliazione della superficie viene utilizzata una soluzione con una concentrazione inferiore al 35% e per quelli medi è del 40-50%.

La variante del peeling TCA è caratterizzata da un'esposizione intensiva, quindi elimina i difetti del tegumento. Ma la probabilità di complicanze è elevata: tra gli effetti collaterali specifici, l'aspetto delle cicatrici o l'intensificazione delle lesioni emettono.

Opzioni aggiuntive

I seguenti tipi di esfoliazione sono a vostra disposizione:

  1. Il peeling retinoico popolare, chiamato anche giallo, aiuta a localizzare le macchie dopo l'acne, le papule e le cicatrici intradermiche. Un dermatologo può eseguire tutti i passaggi della procedura nel salone o applicare una maschera sul viso che puoi lavare a casa. Quest'ultima opzione ha un effetto di risparmio ed è raccomandata per i pazienti con tegumenti sensibili.
  2. Peeling con acido di mandorle viene effettuato sia per la prevenzione delle eruzioni cutanee, sia per preparare effetti più intensi. È adatto per i possessori di pelle grassa, il beneficio normalizza l'attività delle ghiandole sebacee.

Un dermatologo ti aiuterà a scegliere l'opzione, chi valuterà le condizioni del tegumento e modificherà le caratteristiche individuali.

Puoi imparare di più sui peeling chimici che aiutano l'acne nel video passo-passo della procedura:

Cosmetologia laser: quali opzioni ti saranno offerte

Oltre alla pulizia chimica, anche il tipo di procedura laser sta prendendo piede. In questo caso, le cellule sono influenzate dal raggio, la cui energia viene convertita da luce a calore. Questo riscalda l'acqua contenuta nei tessuti e sembra evaporare dalla superficie dell'epidermide. La tecnologia consente al fascio di essere diretto alle cellule del derma, lasciando intatti gli strati esterni, ma questa opzione viene utilizzata per il ringiovanimento.

Grazie al laser previene ripetute eruzioni cutanee e cancella le macchie dell'età. Ma la procedura non viene eseguita nel periodo di esacerbazione: un dermatologo prescrive farmaci per il trattamento dell'acne. Dopo aver raggiunto la remissione, il medico si concentra sulla prevenzione e l'eliminazione delle imperfezioni che si verificano nel sito di accumuli di acne.

Il processo si svolge in più fasi:

  1. Nel periodo preparatorio, tratti la pelle con mezzi che normalizzano l'attività delle ghiandole. Il medico seleziona i farmaci che neutralizzano l'azione dei radicali liberi e prescrive prodotti che riducono la produzione di pigmenti. Avrai anche bisogno di usare una crema con un SPF di almeno 30.
  2. Durante la procedura, la pelle trattata viene trattata con un laser. Ha un effetto superficiale senza danneggiare la pelle. Di conseguenza, il pigmento nelle cellule viene distrutto e le macchie dell'acne scompaiono.
  3. Medic raccomanda prodotti per la cura quotidiana adatti al tipo di pelle.

Procedure simili vengono ripetute ogni 2 mesi. per ottenere il risultato desiderato. Miglioramenti significativi si verificano dopo 5-6 sessioni. È vero che le procedure laser di superficie non rimuovono le cicatrici pronunciate e nei casi difficili è necessario ricorrere a effetti profondi.

Pulizia laser o chimica: cosa scegliere

Per coloro che vogliono fare un peeling per il viso dall'acne, le recensioni di pazienti che hanno già subito la procedura diventano un fattore importante. Ma scegliere il tipo di esfoliazione dovrebbe essere sulle raccomandazioni di un dermatologo e non amici. Poiché il risultato dipende dallo stato iniziale delle copertine, dalla loro sensibilità e peculiarità, non vi è alcuna raccomandazione universale.

I dermatologi insistono sul fatto che la sicurezza e l'efficacia non sono determinate dal tipo di purificazione, ma dall'abilità del medico. Robert Kotler, un chirurgo plastico americano che ha eseguito 10.000 procedure, afferma che se non sei sicuro che il medico abbia abbastanza esperienza, fai un peeling chimico superficiale.

Il trattamento laser richiede qualifiche considerevoli e, inoltre, i proprietari di saloni nella Federazione Russa non hanno fretta di cambiare attrezzature obsolete. Per questo motivo, sono preferibili peeling chimici.

Si consiglia di effettuare l'esfoliazione in autunno o in inverno, altrimenti l'attività solare danneggerà le coperture sensibili.

Come prendersi cura della pelle dopo la procedura

Il tipo di cura post peeling dipende dall'intensità dell'esposizione. Le procedure superficiali non richiedono un recupero a lungo termine e si ritornerà immediatamente al solito modo di vivere. In alcuni casi, c'è arrossamento, ma scompare dopo 2-3 ore.

Se fai ricorso a bucce medie, per 4-5 giorni potresti essere disturbato da prurito e desquamazione della pelle. Non è possibile staccare le squame: elaborare il viso con preparati e unguenti prescritti. I sintomi possono essere aggiunti e arrossamento, che scompare dopo un paio di giorni. L'uso di cosmetici decorativi durante questo periodo non è raccomandato.

Peeling dopo la procedura

Il prerequisito dopo l'esfoliazione meccanica, laser o chimica è l'uso di prodotti di protezione contro i raggi ultravioletti. Se trascuriamo questo componente, l'esposizione alla luce solare causerà cambiamenti nella pigmentazione. Per evitare spiacevoli conseguenze, prestare attenzione al livello di protezione:

  • in condizioni urbane sono sufficienti filtri con un grado di + 10-15;
  • se vai in un'altra zona climatica, l'indicatore dovrebbe essere + 30-50 unità.

Completare l'uso di creme protettive con l'applicazione di creme idratanti, come dopo la desquamazione del viso può "tirare fuori". Dovresti anche aspettare con una visita al bagno o alla sauna.

Per migliorare i risultati, il medico prescrive ulteriori misure: crioterapia o iniezioni con Botox, riempiendo i solchi sulle guance.

Apparve l'acne: segno normale o allarmante

Più di un paziente nel salone ha chiesto perché l'acne è ricomparsa dopo il peeling. Ti sei sbarazzato dell'eruzione e hai deciso di esfoliare per la prevenzione, ma dopo la procedura il problema è tornato? Le ragioni possono essere le seguenti:

  1. Medic non ha preparato e non ha tenuto conto delle caratteristiche della sua condizione. Di conseguenza, un'infezione latente si è manifestata. Se la procedura è stata eseguita nel periodo dell'acne acuta, i batteri potrebbero diffondersi sulla superficie dell'epidermide.
  2. Non segui le raccomandazioni per l'assistenza post-peeling.
  3. I componenti del peeling hanno causato una reazione allergica.

La presenza di eruzioni cutanee non indica necessariamente una violazione della tecnologia. Dopo tutto, l'esfoliazione rimuove uno strato di cellule morte che nascondono le imperfezioni del tegumento. Quando si eseguono i peeling medi nella pelle, tutti i processi sono accelerati, il che porta alla rapida comparsa delle lesioni. Dopo alcuni giorni, il problema scompare, ma per stabilire i motivi è necessario contattare lo specialista che ha eseguito l'esfoliazione.

Quanto costano le bucce nella cabina

Il prezzo del trattamento dipende dallo stato iniziale del tegumento, dall'area della lesione e dal tipo di procedura:

  1. Nelle cliniche di Mosca, il costo della pulizia meccanica inizia da 600 rubli, microdermoabrasione - da 3.000 rubli.
  2. I peeling chimici costano 550-3.200 rubli. per sessione. Tieni presente che 1 procedura non è sufficiente per il risultato, il che influisce sul costo finale.
  3. L'esfoliazione laser del viso costerà 12.000 rubli; quando si elaborano altre aree del corpo, il prezzo varia da 2.000 per metro quadrato. cm.

Se scegli una buccia mediana, dovrai spendere soldi per i prodotti per la cura durante il periodo di recupero. Spesso costano non meno della procedura stessa, ma un tentativo di salvare la salute sarà inappropriato.

Chiedete al dermatologo in anticipo quanto costa il peeling e chiedete loro di calcolare il prezzo approssimativo del trattamento. Sebbene non sia possibile prevedere tutti i costi, riceverai un costo stimato.

Come fare la procedura a casa

Vuoi fare una pulizia della casa, risparmiando al salone? Ci sono diversi modi a tua disposizione:

  1. Esfoliazione meccanica viene eseguita utilizzando scrub, che possono essere acquistati presso un negozio o preparati da prodotti di scarto. Basta fare attenzione che i fondi per il viso non contengano granuli solidi. Dopo tutto, le ossa di albicocca schiacciate, incluse nelle bucce, feriscono il tegumento. Scegli scrub a base di zucchero o sale marino, che sono delicati sull'epidermide.
  2. La pulizia chimica viene effettuata con l'aiuto di cosmetici contenenti una piccola quantità di acido. I marchi offrono anche soluzioni per peeling delicati, ma è consigliabile utilizzarli ai fini del dermatologo. Ci sono anche acidi concentrati per i peeling mediani. Ricorrere a loro non è raccomandato se gestisci senza una visita al salone: ​​se non sei qualificato, causerai più danni che benefici.

Quale pulizia del viso dalle cellule morte è migliore: meccanica o chimica? La risposta dipende dalle preferenze e dalle caratteristiche individuali. Se usato correttamente, lo scrub non causa danni alla pelle: la cosa principale è che non si strofina troppo la pelle e non si usano esfolianti duri. I prodotti chimici si distinguono per un effetto più uniforme e facilità d'uso.

La regolarità in ogni caso diventa la chiave del risultato: applica il rimedio scelto 2 volte a settimana e non aspettare le trasformazioni istantanee.

Le ricette fatte in casa si mescolano

Se non ci sono prodotti del negozio a portata di mano, la seguente ricetta verrà in soccorso:

  • ½ cucchiaino miele mescolare con 1 cucchiaino. zucchero;
  • Versare il succo fresco di 1 limone.

Usa la miscela al posto del solito scrub e ottieni un'azione completa. Dopo tutto, il limone combatte la pigmentazione e il miele dona alla pelle antiossidanti e uccide i batteri nocivi.

Gli amanti del peeling chimico apprezzeranno la composizione delicata, prodotta con prodotti naturali. Mescolare ¼ tazza di zucchero con una quantità uguale di yogurt fatto in casa, trattare la pelle e lasciare agire per 10-15 minuti.

L'opzione farà a meno del costoso peeling glicolico in cabina, perché la sostanza è contenuta nello zucchero. Lo yogurt dona anche un'umidità profonda, riducendo lo sfaldamento. Contiene anche acido lattico, che facilita la rimozione delicata delle cellule morte. Tale esfoliazione è adatta a coloro che hanno usato il perossido di benzoile nel trattamento dell'acne: una preparazione farmaceutica, sebbene piaccia le prestazioni, asciuga la pelle. Fare la procedura con l'aiuto di yogurt e zucchero per prevenire eruzioni cutanee e dare umidità alle coperte.

Vale la pena fare peeling per sbarazzarsi dell'acne

Per ottenere il risultato, affrontare la domanda in modo completo: in primo luogo, determinare la causa dell'eruzione cutanea, eliminando i problemi di salute. Se l'acne si verifica a causa dell'eccessiva attività delle ghiandole sebacee o dell'accumulo di cellule morte, quindi iniziare i preparativi per la procedura. Per eseguirlo senza trattamento di eruzioni cutanee è impossibile, altrimenti ferirai la pelle sensibile e diffonderai batteri dannosi. Con l'osservanza di queste regole e la cura successiva sarete in grado di migliorare le condizioni dell'integrato.

Recensioni dei clienti reali

Secondo le recensioni dei clienti, la procedura aiuta a prevenire le eruzioni ripetute. Se trovi un maestro qualificato che usa farmaci di marca o attrezzature moderne, il rischio di effetti collaterali sarà ridotto al minimo. Alla fine del corso, le donne annotano quanto segue:

  • la scomparsa dell'acne;
  • mancanza di lentiggini;
  • morbidezza e freschezza dei tegumenti.

I reclami sorgono solo in connessione con l'approccio ingiusto di un cosmetologo. I clienti spesso non informano che una procedura una tantum non sarà sufficiente se parliamo di effetti di superficie.

Jasminegreen, 15 agosto 2017

Ho sofferto di acne da quando avevo 14 anni, quindi all'età di 20 anni la mia faccia era coperta da acne, macchie di pigmento e cicatrici. La situazione stava peggiorando, non importa quanto duramente provassi a risolverlo. Dopo aver iniziato a prendere pillole ormonali, l'eruzione è aumentata. Finalmente, a luglio 2016, ho trovato un'estetista che mi ha dato fiducia.

Mi sono sbarazzato di eruzioni cutanee prendendo spironolattone, integrandolo con l'applicazione del gel Epudio. Contiene perossido di benzoile e adattalene, che interessano diversi tipi di acne. I risultati del trattamento sono stati gratificanti, ma volevo vedere rapidamente la pelle pulita allo specchio. Dopo una lunga ricerca di informazioni, ho optato per un peeling chimico. Il dermatologo ha consigliato l'esposizione mediana alla soluzione di Jessner. Dopo di ciò, non solo le eruzioni sono scomparse, ma anche i dossi ei "buchi" rimasti dopo l'acne estrusa sono scomparsi.

Più acne non ha restituito. Ovviamente, la pulizia dovrebbe essere effettuata periodicamente, è costosa e devi abbandonare la tua vita per quasi un mese. Ma ne vale la pena!

Foto: prima e dopo

Per valutare le prestazioni, dai un'occhiata alla foto prima e dopo la procedura:

conclusione

L'esfoliazione può aiutare nel trattamento dell'acne, ma per il risultato lo rende parte di un trattamento completo. Per iniziare, sbarazzarsi della causa del problema: farsi esaminare da un medico e scoprire che l'eruzione cutanea non diventa un segno di malattie più gravi. Quindi consultare un dermatologo, che prescriverà un mezzo per alleviare l'infiammazione.

Quando raggiungi la remissione, procedi con l'esfoliazione: previene le ripetute eruzioni cutanee e leviga la pelle. Quanto prima cercherai un aiuto professionale rifiutando di estrudere ascessi e autotrattamento, tanto più conveniente sarà combattere l'acne.