La varicella nei bambini - come iniziano i sintomi, come appare nella foto, il periodo di incubazione e il trattamento della varicella

La varicella è una malattia causata dall'attività del virus dell'herpes simplex Varicella Zoster (tipo 3 herpes). Si presenta in forme lievi, moderate e gravi. I sintomi caratteristici sono febbre ed eruzione cutanea. È considerata una tipica infezione infantile, sebbene anche gli adulti soffrano di varicella. I medici dicono che è meglio avere la varicella nell'infanzia, poiché a questa età la malattia è molto più facile e dopo il recupero si sviluppa un'immunità stabile e permanente.

Tutte le misure terapeutiche intraprese sono mirate solo ad alleviare le condizioni del paziente e prevenire le complicanze. Successivamente, consideriamo come inizia e progredisce la varicella, quale sia il periodo di incubazione, così come i primi sintomi e metodi di trattamento della malattia nei bambini.

Cos'è la varicella?

La varicella nei bambini è un'infezione causata da un certo tipo di herpes, vale a dire varicella-zoster. Più di un milione e mezzo di persone ricevono la varicella ogni anno, il 90% dei quali sono bambini di età inferiore ai dodici anni. Molto spesso, i piccoli irrequieti "raccolgono" un'infezione virale nelle strutture per l'infanzia - è estremamente difficile evitare l'infezione quando almeno un portatore di IHV appare nella fase acuta.

In media, il periodo di incubazione da 10 a 21 giorni è il tempo dal momento del contatto con la membrana mucosa ai primi sintomi. Il virus varicella-zoster è caratterizzato da una straordinaria volatilità, si diffonde dal flusso d'aria, dal vento (ma non vola ancora nella finestra), motivo per cui è chiamato "varicella". Puoi essere infettato da un portatore umano non solo a distanza di braccio, ma anche entro un raggio di 50 metri.

Un fatto interessante è che l'agente patogeno può vivere esclusivamente nel corpo umano. Fuori di lui, muore entro 5-10 minuti.

motivi

La varicella è causata da un virus della famiglia dell'herpes. La suscettibilità della popolazione a questo virus è molto alta, quindi il 70-90% delle persone ha il tempo di trasferire la malattia nell'infanzia o nell'adolescenza. Di norma, il bambino riprende l'infezione all'asilo o alla scuola. La fonte della malattia è una persona infetta negli ultimi 10 giorni del periodo di incubazione del virus e nei primi 5-7 giorni dall'eruzione dell'eruzione.

Si ritiene che la varicella sia l'unica malattia virale che rimane la più frequente malattia infettiva della coorte di bambini oggi.

Il virus non si adatta all'ambiente esterno e muore quasi subito non appena lascia il corpo umano. La fonte dell'infezione sarà solo la persona che ha la malattia in forma attiva, inizia due giorni prima che i primi segni di varicella compaiano in un bambino.

Anche i bambini si ammalano e solo in casi molto rari:

  • infezione intrauterina (la madre si ammala nell'ultima settimana di gravidanza);
  • in assenza dell'allattamento al seno e, rispettivamente, degli anticorpi protettivi della madre;
  • con forti stati di immunodeficienza (inclusi cancro e AIDS).

Come inizia la varicella: i primi segni

Tutti i genitori dovrebbero sapere come iniziare la varicella nei bambini. Così possono iniziare rapidamente il trattamento e prevenire lo sviluppo di complicanze.

  1. In primo luogo, il virus entra nella membrana mucosa del rinofaringe, il tratto respiratorio, quindi si propaga attivamente nelle cellule dell'epitelio, ecco come va il periodo latente della malattia. Nascosto, il periodo iniziale della malattia è chiamato incubazione. Ciò significa che la persona sembrerà sana, ma l'infezione si sta già diffondendo attraverso il corpo.
  2. L'esordio della varicella procede come una ARD banale, con sintomi tipici: aumento della temperatura corporea, debolezza, brividi, sonnolenza, mal di testa, i bambini diventano più lunatici, letargici.
  3. Quindi il virus entra nei vasi sanguigni della linfa e del sangue, lì si accumula, si diffonde attraverso il corpo, causando i segni caratteristici - febbre e poi eruzione cutanea.
  4. Successivamente, un'eruzione si forma sul corpo. Inizialmente, ha l'aspetto di piccole macchie rosse sparse di varie dimensioni (vedi la foto della varicella sotto).

Di regola, i primi elementi morfologici sulla pelle compaiono nella regione della testa (la sua parte pelosa), così come sul retro. Nella successiva eruzione cutanea può essere trovato non solo su qualsiasi parte della pelle, ma anche sulle mucose della bocca o degli occhi. La pelle dei piedi, così come i palmi delle mani, non è mai influenzata dal processo patologico.

Solo poche ore dopo la comparsa della prima eruzione, i granelli si trasformano in piccole bolle piene di liquido. Insieme con l'aspetto delle bolle, inizia il loro prurito insopportabile, il bambino inizia a pettinare l'eruzione.

Un'eruzione cutanea in una varicella non appare immediatamente, i suoi elementi possono verificarsi sulla pelle per circa una settimana. Così, nei bambini, saranno presenti eruzioni cutanee sulla pelle in tre diverse fasi.

Quando compare un'eruzione cutanea, la pelle prude e prurito e i genitori devono assicurarsi che il bambino non si pettini le aree pruriginose. Ciò contribuirà ad evitare l'aderenza di un'infezione batterica secondaria.

Periodo di incubazione

Quanti giorni contagiosa è la varicella? Entro 1-3 settimane, il periodo di incubazione dura fino a quando l'agente eziologico della varicella non infastidisce il bambino e non si manifesta. Data la "volatilità" del virus, che si diffonde facilmente a una distanza di venti metri, puoi persino infettarti attraverso le prese d'aria.

La malattia più infettiva è considerata nella fase attiva, che inizia 2 giorni prima della comparsa della prima eruzione caratteristica. In una fase inattiva, la malattia passa cinque giorni dopo l'apparizione delle ultime vescicole sul corpo.

In questo momento, il virus smette di diffondersi, l'eruzione si asciuga e guarisce, e il bambino si riprende. Il trattamento della varicella deve avvenire in condizioni di quarantena, per tutto il tempo in cui la malattia del bambino viene isolata dagli altri bambini.

Su raccomandazione dei medici, la quarantena mediamente dura circa 10 giorni dal momento delle prime manifestazioni cutanee.

Durante l'intero periodo di incubazione, un bambino infetto da varicella può sembrare completamente attivo e sano. Tuttavia, anche senza alcun segno esterno della malattia, ha già una minaccia per gli altri.

Come si presenta la varicella (foto)

Per non essere confusi con la diagnosi, per non perdere i primi sintomi che appaiono, è molto importante sapere che aspetto ha la malattia sgradevole. Nei bambini, la varicella appare dapprima dapprima con macchie rossastre sulla superficie della pelle, che poi formano piccole bolle piene di liquido (vedi foto).

Le eruzioni cutanee che si verificano durante la varicella hanno le seguenti caratteristiche:

  • il loro aspetto ricorda le gocce trasparenti;
  • la parte inferiore è circondata da un bordo scarlatto, spesso gonfio;
  • eruzioni cutanee fresche coesistono sulla pelle con croste marroni già secche.

L'eruzione cutanea appare costantemente, un'onda sostituisce l'altra. Il periodo di comparsa di nuove eruzioni cutanee può durare fino a 9 giorni (di solito è di 3-5 giorni). Il bambino rimane contagioso ancora 5 giorni dopo la comparsa dell'ultima eruzione cutanea.

Per i bambini fino a 6 mesi, le cui madri hanno avuto la varicella durante l'infanzia, il virus di solito non è pericoloso, dal momento che i loro anticorpi sono ancora immagazzinati nel sangue attraverso la placenta. Dopo aver sofferto la varicella, il 97% delle persone sviluppa un'immunità permanente, quindi la re-infezione è rara.

I sintomi della varicella nei bambini

Il periodo di eruzione dura da 4 a 8 giorni, dopodiché inizia il recupero. Croste gialle-brune che compaiono sul posto delle bolle scompaiono in circa una settimana, senza lasciare traccia. Ma questo è solo se la madre ha aiutato a sopravvivere al bambino un periodo di forte prurito - non ha permesso di pettinarsi e di entrare nell'infezione della ferita.

Lacerazione prematura dello strato corticale può portare alla comparsa di "vaiolo", che può durare per tutta la vita.

Tra i principali sintomi della varicella sono i seguenti:

  • Aumento brusco della temperatura corporea (fino a 40 gradi C);
  • Dolore alla testa, arti e muscoli;
  • Irritabilità, pianto del bambino, grave debolezza e apatia;
  • Ansia irragionevole, disturbi del sonno;
  • Diminuzione dell'appetito e persino rifiuto di mangiare;
  • L'aspetto su tutta la superficie del corpo di eruzioni caratteristiche di macchie e bolle che non influenzano solo la superficie delle palme e le piante dei piedi.

Questi sintomi si verificano 1-2 giorni prima che compaia un'eruzione sul corpo del bambino. Potrebbe perdere l'appetito, c'è cattivo umore. A volte questo periodo è assente e i genitori notano semplicemente un'eruzione sulla pelle.

Tutte le fasi della varicella nei bambini si ripetono costantemente e sono caratterizzate da alcuni sintomi tipici.

Il prurito è il segno più sgradevole della varicella. Durante il periodo di formazione, apertura, crescita di bolle, il corpo prude, i bambini soffrono di prurito insopportabile. È difficile per un bambino di un anno spiegare perché è impossibile pettinare o pelare le croste essiccate.

Appare un circolo vizioso:

  • il paziente è attivamente graffiato;
  • il liquido sierico si riversa;
  • il virus si diffonde in nuove aree;
  • ulteriore infezione si verifica;
  • a volte le bolle pruriginose sul corpo, ci sono 100 o più pezzi.

Prendi nota:

  • È importante fermare il prurito, altrimenti il ​​bambino sicuramente graffierà le croste. Se la superficie non è ancora completamente asciutta, si forma una cicatrice profonda nel sito della vescicola;
  • gradualmente (non in un anno) molte delle depressioni si dissolvono, ma alcune buche rimangono per tutta la vita.

Forme della malattia

  • mal di testa e dolori muscolari
  • debolezza
  • febbre.

complicazioni

Con un trattamento adeguato e l'igiene personale, le complicanze della varicella nei bambini sono rare. Complicazioni pericolose a volte si verificano quando si utilizzano determinati farmaci. Ad esempio, è severamente vietato somministrare ai bambini l'aspirina, può portare a pericolosi danni al fegato (sindrome di Reye). Non è possibile combinare la varicella e i farmaci ormonali glucocorticosteroidi.

Tra le conseguenze più pericolose ci sono:

  • Encefalite virale (infiammazione cerebrale);
  • L'herpes zoster è una malattia cronica grave causata dallo stesso virus, ma raramente si manifesta in pazienti debilitati;
  • Gli effetti neurologici del danno virale si verificano durante l'infezione intrauterina precoce, durante l'organogenesi, quando la madre si ammala durante il primo trimestre di gravidanza.

I genitori dovrebbero stare molto attenti e non dare al bambino graffi, perché la ferita può facilmente infettare l'infezione.

diagnostica

La diagnosi di "varicella" è fatta sulla base di dati di esame esterno. Se ci sono papule liquide sul corpo di un piccolo paziente, il medico le differenzia dall'eruzione cutanea caratteristica di malattie parassitarie, vesciche di herpes zoster, punture di insetti e allergie.

Per chiarire la diagnosi, il medico può scrivere un rinvio per gli esami di laboratorio per la varicella:

  • Microscopia ottica di elementi con reagenti argentati.
  • Esame sierologico del sangue per identificare un agente virale e determinare l'attività degli anticorpi contro il patogeno.

Assicurati di consultare il medico se:

  • Un bambino ha eczema, asma o un sistema immunitario indebolito;
  • La febbre dura più di 6 giorni o supera i 39 gradi.
  • Qualsiasi area grande appare rossa, gonfia e in scadenza pus.
  • Il bambino ha una forte tosse, vomito, mal di testa, sonnolenza, confusione, rigidità (inelasticità) dei muscoli occipitali, fotofobia o difficoltà a camminare o respirare.

Come curare la varicella nei bambini

Il trattamento della varicella nei bambini avviene a casa, solo se compaiono eventuali complicanze, il medico può suggerire il ricovero in ospedale. I genitori dovrebbero aiutare il bambino a far fronte a una condizione spiacevole, alleviare la sofferenza da un'eruzione cutanea pruriginosa.

Prima di tutto, per prevenire possibili complicazioni, è necessario aderire al rigoroso riposo a letto durante tutto il periodo febbrile. Se un bambino ha una lesione della mucosa orale, allora è necessario per lui attenersi a una dieta delicata, evitando cibi salati, agrumi e altri prodotti che irritano la cavità orale.

La terapia standard è la nomina di antistaminici per sbarazzarsi di prurito, farmaci antipiretici e antisettici (di solito coloranti all'anilina).

Per i bambini con varicella, si consiglia di assumere i seguenti farmaci:

  • Per ridurre la reazione ad alta temperatura, i farmaci antipiretici sono raccomandati in dosi appropriate, ad eccezione dell'Aspirina;
  • Per alleviare il forte prurito, puoi chiedere al pediatra di prescrivere un antistaminico. Per alleviare e alleviare i sintomi del prurito, sono prescritti farmaci antistaminici, ad esempio, soprastina, fenistil in gocce, zinco, loratadina e altri;
  • Con la localizzazione degli elementi dell'eruzione nella cavità orale, si consiglia di fare i gargarismi con la soluzione di Furacillina più volte durante il giorno e sempre dopo i pasti;
  • Se gli occhi sono danneggiati, è prescritto un unguento per gli occhi speciale Aciclovir.

Bandito: amidopirina, aspirina (estremamente pericolosa per i bambini con la varicella).

La terapia antibiotica viene utilizzata esclusivamente nei casi di sviluppo di un'infezione batterica che si verifica, di regola, a causa di graffi di vescicole. Pertanto, al fine di evitare complicazioni, è necessario monitorare costantemente il comportamento del bambino, la cosa migliore per i bambini è indossare guanti leggeri. Il surriscaldamento dovrebbe essere evitato poiché la sudorazione aumenta il prurito.

I seguenti disinfettanti antisettici sono usati per prevenire l'infezione delle vescicole:

  • Soluzione alcolica all'1% di verde brillante (verde brillante);
  • Liquido Castellani;
  • soluzione acquosa di fucorcina;
  • una soluzione acquosa di permanganato di potassio (permanganato di potassio).

Quando si elaborano elementi dell'eruzione con vernice verde, nonostante tutti i suoi difetti, è possibile determinare facilmente e rapidamente quando nuove eruzioni cutanee cesseranno di apparire.

Cura generale per i bambini con la varicella

  1. I pasti dovrebbero essere completi e contenere una maggiore quantità di proteine ​​e vitamine. È meglio dare la preferenza a cibi facilmente digeribili (dieta a base di latte e vegetali). Con la sconfitta della mucosa della bocca, dovresti escludere i piatti aspri e aspri.
  2. Una condizione importante necessaria per il rispetto del trattamento della varicella nei bambini, fornendo al paziente molta bevanda. Sullo sfondo della disidratazione, la maggior parte delle complicanze si verificano, la malattia può colpire il sistema nervoso. Bere molti liquidi per aiutare a rimuovere i prodotti di decadimento di virus, tossine. Hai bisogno di bere acqua bollita, acqua minerale senza gas, frutta stufata salata, tè deboli, tisane. Succhi freschi diluiti con acqua a metà.
  3. Quando la varicella possibile trattamento di rimedi popolari. Si consiglia al bambino di dare mirtilli freschi o succo di mirtillo. I principi attivi dei frutti di questa pianta hanno proprietà antivirali. Si raccomanda inoltre di nutrire i bambini con un infuso di una miscela di fiori di tiglio, lampone, corteccia di salice e frutta anice (prodotta in ragione di 300 ml di acqua per 1 cucchiaio da tavola di raccolta).

È possibile fare il bagno a un bambino con la varicella?

Per molti anni ci furono accese discussioni su questo. Ora la maggior parte dei pediatri ritiene che le procedure idriche siano consentite in determinate condizioni:

  • Il bagno con la varicella è consentito solo in assenza di alterazioni necrotiche ulcerative negli elementi dell'eruzione cutanea - per dirla semplicemente, in assenza di ferite in cui i batteri possano facilmente penetrare.
  • Puoi fare il bagno già dal secondo o terzo giorno della malattia.
  • La temperatura dell'acqua non dovrebbe essere alta - 38-40 gradi. Ciò non consentirà alle croste che si sono formate dopo aver graffiato il sito di eruzione di bagnarsi.
  • Non puoi lavare il tuo bambino usando prodotti da bagno convenzionali (saponi, gel per la doccia, shampoo).
  • Vale la pena evitare lunghi trattamenti con acqua. Si raccomandano frequenti ricevimenti (circa 5-6 volte al giorno) di breve durata (da uno a tre minuti) sotto la doccia con una leggera pressione.
  • Non utilizzare luffa per evitare la formazione di brufoli e la successiva formazione di cicatrici sulla pelle danneggiata.
  • Dopo aver fatto il bagno non deve essere pulito con un asciugamano. È meglio immergere delicatamente il corpo con l'asciugamano più morbido per evitare di danneggiare la pelle infiammata.
  • Fare il bagno con la varicella non è raccomandato nei primi due giorni, quando la malattia progredisce, e il suo sintomo principale è una temperatura corporea elevata e costante.
  • Alla fine delle procedure idriche, il corpo del bambino in luoghi di eruzione dovrebbe essere trattato con vernice verde.

Se i genitori decidono di non lavare il bambino durante l'intero periodo di eruzione cutanea, allora il primo bagno deve essere eseguito il più accuratamente possibile per disinfettare le vescicole curative. Per questo, i medici consigliano di preparare una soluzione debole di permanganato di potassio. Il colore della soluzione è rosa pallido, una tonalità più chiara creerà un forte effetto sulla pelle, che può causare ustioni.

È possibile camminare con la varicella?

Mentre il bambino si lamenta di debolezza, ha nuovi brufoli, è severamente proibito camminare con la temperatura, poiché il virus si sta diffondendo attivamente. In questo momento, tutte le forze dell'immunità entrano nella lotta contro la varicella, quindi la probabilità di contrarre un'altra malattia aumenta notevolmente, il che sarà abbastanza difficile.

Se il bambino non ha temperatura e nuove eruzioni cutanee e il tempo è molto buono all'esterno, non ci sono controindicazioni alla camminata. L'unica cosa da tenere a mente è che il bambino può essere ancora contagioso e camminare in luoghi pubblici (parchi, campi da gioco) non è etico. Se vivi in ​​una casa privata, allora una piccola quantità di aria fresca non fa male.

Se sulla strada per l'uscita con il paziente nella fase attiva della malattia è necessario passare attraverso l'ingresso, è meglio abbandonare l'idea di fare una passeggiata in modo da non infettare i vicini.

prevenzione

L'unica misura preventiva efficace per la varicella è la vaccinazione. È consigliabile tenerlo a donne che non hanno sofferto di varicella, e stanno pianificando una gravidanza, i bambini che hanno fratelli e sorelle più grandi, bambini e adulti con un difetto nel sistema immunitario, gli anziani.

Garantito per proteggere dal vaccino contro il virus del vaiolo - l'introduzione nel corpo di un virus indebolito. Questo è il metodo principale per prevenire la malattia. È difficile proteggersi dalle infezioni trasmesse per via aerea con altri mezzi. Il modo migliore per combattere la varicella è l'immunità stabile.

Inoltre, dovresti sempre ricordare le misure di protezione personale in caso di un parente affetto da varicella:

  • Isolamento obbligatorio del paziente in una stanza separata;
  • L'assegnazione di piatti e asciugamani individuali per il paziente, la cui purezza deve essere monitorata separatamente;
  • Ventilazione giornaliera obbligatoria della stanza in cui è presente una varicella malata;
  • Indossare una maschera o una garza quando si è in contatto con quelli infetti.

Nei bambini, la varicella ricorrente è un caso eccezionale, perché l'immunità dopo una precedente malattia persiste per tutta la vita. Ma questo è vero per quei bambini il cui sistema protettivo è rafforzato e funziona correttamente.

Varicella nei bambini - il periodo di incubazione, i primi segni e sintomi principali (foto). Lo schema di trattamento della varicella a casa.

La varicella o la varicella è una malattia infettiva acuta causata da virus della famiglia dell'herpes. Una caratteristica distintiva della varicella è un'eruzione cutanea sotto forma di piccole bolle. Praticamente tutti i bambini di età compresa tra 2 e 7 soffrono di varicella, soprattutto se frequentano l'asilo, poiché il virus è molto volatile e può penetrare non solo nelle stanze adiacenti, ma anche negli appartamenti.

Inoltre, una grande percentuale dell'incidenza dei bambini con la varicella è dovuta al fatto che il periodo di latenza della malattia è di 14-21 giorni, in modo che il virus riesca a diffondersi e raggiungere tutti i bambini in un gruppo o in giardino. Il virus della varicella interrompe la sua attività fino alla fine dell'ultima eruzione, cioè il virus smette di essere trasmesso quando le ultime vescicole hanno iniziato a guarire.

Come puoi essere infettato?

Il virus viene trasmesso da persona a persona con goccioline trasportate dall'aria. La varicella penetra nelle mucose della bocca, nel tratto respiratorio, negli occhi in profondità nel corpo.

Il virus patogeno della varicella è molto persistente e si diffonde rapidamente. Ha la capacità di penetrare anche nelle altre stanze e negli appartamenti vicini. Ecco perché i bambini in gruppi sono così facilmente infettati dalla varicella. Solo un bambino della squadra che viene infettato dalla varicella diventa immediatamente pericoloso per i bambini dell'intera istituzione.

Periodo di incubazione della varicella

Varicella durante il periodo di incubazione, cioè i primi 7 - 21 giorni, non si manifesta. I bambini rimangono attivi, vigorosi, allegri, non diversi dai loro coetanei sani. Tuttavia, non appena scade il tempo del periodo di incubazione, i primi sintomi iniziano ad apparire bruscamente nel bambino. E poi la varicella, i suoi sintomi, non lasciano dubbi ai genitori sul fatto che il bambino abbia la varicella e non qualche altra malattia.

Primi segni

Il bambino appare:

  • temperatura elevata (fino a 39,5 ° С),
  • reazione febbrile;
  • mal di testa di media intensità;
  • dolore addominale (non sempre);
  • malessere generale;
  • segni di intossicazione (possibile nausea e vomito);

I primi segni di varicella nei bambini, di regola, sono indistinguibili dall'ARI "ordinaria". Il sintomo principale della varicella è una caratteristica eruzione cutanea (piccole macchie rosa prima e poi bolle con un liquido trasparente).

Sintomi e segni di varicella nei bambini

Fondamentalmente, la varicella è caratterizzata da un tipico, stesso tipo di corso in tutti i bambini, con rare eccezioni, quindi i seguenti sintomi principali di questa malattia possono essere identificati (vedi foto):

  1. Esordio improvviso della malattia con lo sviluppo di intossicazione e un forte aumento della temperatura.
  2. Aspetto quasi simultaneo sulla pelle, a volte sulle mucose, di tipici elementi vescicolari.
  3. Il decorso ondulatorio del processo patologico con papulovesicule periodiche.
  4. Aumento della temperatura corporea con ogni nuova ondata di eruzioni cutanee.
  5. La formazione sulla superficie delle vescicole delle croste, che successivamente non lascia cicatrici dopo il recupero.

Tutte le fasi della varicella nei bambini si ripetono costantemente e sono caratterizzate da alcuni sintomi tipici.

  1. Il primo stadio della varicella e del bambino è il periodo di incubazione, che copre il tempo dalla penetrazione della varicella-zoster nel corpo del bambino alla manifestazione immediata dei primi sintomi clinici. La sua durata è considerata da un minimo di 5 a un massimo di 21 giorni, tuttavia, in media, può durare circa 2 settimane. In questo momento, il varicella-zoster si moltiplica attivamente e si accumula anche nelle membrane mucose dell'orofaringe, la cavità nasale, e quindi è in grado di superare tutte le barriere protettive e penetrare nel sangue. In questo momento, il primo segno di varicella nei bambini si sviluppa: l'apparizione di un'eruzione cutanea sul corpo, accompagnata da febbre alta.
  2. Lo stadio, accompagnato dai sintomi di cui sopra, è chiamato quello iniziale, ma a volte è preceduto dal cosiddetto periodo prodromico, durante il quale si registrano un aumento di temperatura, mal di testa, debolezza e letargia. La temperatura della varicella nei bambini a volte raggiunge i 40 ° C e oltre.
  3. Come risultato della penetrazione del virus della varicella nella pelle, si forma un edema locale e si verifica un periodo di eruzione cutanea che può durare solo 2 giorni o 7 giorni o anche più. È caratterizzato dalla formazione iniziale di una macchia rossa, che assume rapidamente la forma di una papula, quindi viene trasformata in una vescicola, che successivamente diventa coperta da una crosta. Molto spesso, il corpo del paziente viene colpito prima dagli elementi dell'eruzione, poi dalle braccia e dalle gambe e solo dopo che possono essere trovati sul viso e sul cuoio capelluto. Inoltre, questo processo è caratterizzato da un prurito molto fastidioso che provoca gravi disagi. Insieme con la formazione di un rash, si osserva un aumento dei linfonodi, nonché la manifestazione di sintomi di intossicazione del corpo.
  4. L'ultimo stadio della varicella nei bambini è caratterizzato dalla normalizzazione della temperatura corporea, dalla perdita di croste, dal miglioramento del benessere del paziente. Al sito dell'elemento patologico precedente coperto con una crosta, la pigmentazione rimane brunastra all'inizio, tuttavia, scompare nel tempo. La pelle dopo la varicella nei bambini in assenza di graffi permanenti di elementi pruriginosi, con un trattamento attento e la prevenzione delle infezioni, rimane sana e pulita. La durata media dal momento della manifestazione dei primi segni per completare la pulizia della pelle dalle croste è di circa 3 settimane.

La varicella nei bambini fino ai 6 mesi di età è estremamente rara, poiché il bambino è protetto dagli anticorpi ricevuti dalla madre. In caso di registrazione della malattia del bambino fino a un anno, procede abbastanza facilmente. La temperatura della varicella nei bambini di questa età è generalmente bassa, il periodo di eruzione cutanea è breve e la sindrome da intossicazione non è quasi pronunciata. Tuttavia, questo si applica ai bambini nati da madri che hanno avuto la varicella durante l'infanzia da bambina. Nel caso opposto, la varicella nei bambini fino a un anno è abbastanza lunga e difficile.

Che aspetto ha la varicella nei bambini: foto

Vi diamo una foto di varicella nei bambini, sia nei neonati che nei bambini più grandi. L'esantema della varicella può comparire su qualsiasi parte del corpo, anche sulle mucose. L'intensità dell'eruzione, come puoi vedere nella foto, può anche essere diversa.

I primi segni di varicella: come inizia la varicella nei bambini e come riconoscere i sintomi

I primi segni di varicella in un bambino possono essere difficili da determinare se la malattia inizia lentamente e assomiglia ad altre patologie cutanee. Ecco perché è importante non perdere l'esordio della varicella, valutare correttamente le vescicole emergenti e assicurarsi di consultare il proprio medico per il trattamento della malattia.

Agente patogeno della varicella

La varicella è scatenata dal virus Varicella-Zoster. Appartiene al terzo tipo di virus dell'herpes e durante la penetrazione iniziale nel corpo del bambino provoca la varicella. Nella maggior parte dei casi, il corpo del bambino viene a conoscenza del virus tra i tre ei sei anni - questa è l'età in cui si verifica il picco della varicella, ma un'eruzione cutanea può verificarsi anche nei bambini durante il primo anno di vita. Con l'attivazione secondaria del virus, la malattia in un bambino procede sotto forma di herpes zoster.

Il patogeno ha il suo DNA all'interno del nucleocapside. Il virus è di dimensioni abbastanza grandi rispetto ad altri agenti patogeni. In cima al virus c'è una shell grassa che la protegge dall'ambiente esterno. Questo rende il virus più resistente e capace di riproduzione attiva. Una volta nel corpo del bambino, il virus emigra nel midollo spinale, dove si trova nelle terminazioni nervose.

Le bolle piene di liquido si stanno diffondendo rapidamente: l'herpesvirus viene rilasciato da una persona malata nell'ambiente esterno e può essere ottenuto con una corrente d'aria a stretto contatto, quando viene toccato sulla pelle, con oggetti comuni. L'accumulo del virus è nel liquido chiaro nelle bolle del bambino malato. Questo è il motivo per cui i primi sintomi della varicella nei bambini compaiono all'età di un bambino - i bambini stanno comunicando strettamente nella squadra e non hanno ancora doti igieniche sostenibili.

Come inizia la varicella - sintomi e forme

Incubazione e periodi prodromici

Il periodo di incubazione dura fino a tre settimane. In questo momento, il virus è in uno stato di lotta con il sistema immunitario, la manifestazione di Varicella-Zoster non richiede molto tempo, ma nei bambini con un'immunità debole, i primi sintomi appaiono molto più velocemente, praticamente nei primi sette giorni dopo l'infezione. Nei bambini con difese corporee più forti, il periodo di incubazione può durare per quasi tre settimane e solo successivamente la malattia entra nello stadio prodromico. Durante il periodo di incubazione, il virus non si manifesta in alcun modo e i genitori non sanno nemmeno che il bambino è stato infettato dal virus dell'herpes.

Il periodo prodromico inizia nel momento in cui il virus entra nella fase attiva. La durata di questo periodo è variata, così come le sue caratteristiche. In alcuni bambini, è così inosservato e procede facilmente che solo le vescicole che appaiono sulla pelle parlano della malattia, ma questo è l'inizio del prossimo periodo. Con un decorso attivo del periodo prodromico, i bambini sviluppano segni facilmente confondibili con manifestazioni del comune raffreddore:

  • i bambini diventano letargici, c'è mal di testa, a causa di ciò che i bambini sono cattivi e non dormono bene;
  • nei bambini, si può notare un aumento dei linfonodi, che indica la loro sconfitta con il virus Varicella-Zoster;
  • il bambino soffre di mal di gola e comincia a tossire, rifiuta di mangiare;
  • dolore alle articolazioni e dolore ai muscoli;
  • La temperatura aumenta con la varicella, ma l'indicatore è occasionalmente superato da subfebrile.

La particolarità del periodo prodromico è che non indica chiaramente la presenza di varicella in un bambino. In genere, questo periodo dura circa tre giorni, dopo di che le vescicole appaiono sul corpo - i primi sintomi della varicella, che possono essere utilizzati per fare una diagnosi quasi senza errori.

Varicella nella fase attiva

Perché è importante riconoscere la varicella all'inizio

La definizione di varicella nella fase iniziale di solito non ha importanza per il paziente, ma la squadra in cui il bambino comunica deve essere informata della malattia sin dai primi giorni, poiché da quel giorno l'istituzione viene messa in quarantena. Questo di solito viene segnalato dal pediatra di distretto, che viene a casa, esamina il bambino, riconosce la varicella e diagnostica la varicella. Dal momento che il periodo di incubazione dura fino a tre settimane, è per questo periodo che l'istituzione è chiusa - un asilo o una classe scolastica.

In questo caso, i bambini che sono stati in grado di essere infettati da un virus di un bambino malato rimarranno a casa, isolati da altri bambini, e se diventeranno una vittima del virus, si manifesterà durante la quarantena. Se ciò non accade, i bambini torneranno nella squadra dopo il tempo assegnato e continueranno a rimanere.

Come inizia la varicella

Il primo segno di varicella in un bambino è difficile da riconoscere, a seconda del tipo di malattia e dove inizia la varicella.

Primi sintomi

I primi sintomi della varicella sono così vari che la malattia viene facilmente confusa con altre malattie. Di solito, il decorso della varicella è accompagnato dalla febbre e dai corrispondenti segni di intossicazione. A questo punto, i genitori di solito sospettano un raffreddore e si affrettano a dare al bambino farmaci appropriati che sono inutili per la varicella. E già quando il corpo inizia una vasta eruzione cutanea su tutta la superficie, diventa chiaro che la varicella era la causa del disagio del bambino.

Altri bambini, al contrario - la temperatura non sale affatto o sale leggermente. E sul primo posto ci sono segni di mulino a vento - piccole vescicole di luce piene di contenuti trasparenti.

La prima eruzione cutanea con varicella sembra un elemento nell'angolo in basso a destra della prima foto

Da dove inizia la varicella

Parlare di una localizzazione specifica dell'eruzione cutanea è difficile, perché il primo brufolo nella varicella può apparire ovunque, sia sulle gambe che sullo stomaco. Di solito, i medici notano che all'inizio compaiono segni sul corpo - sul petto, nell'addome o sulla schiena, sul collo.

In futuro, la varicella va molto velocemente in faccia - letteralmente in poche ore, spargo i suoi segni su tutto il corpo, colpendo non solo il tronco, ma anche gli arti superiori e inferiori. La varicella non viene rilevata sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi, sebbene sulla parte esterna della mano e del piede compaiano delle bolle: questa condizione accompagna uno stadio grave della malattia.

Che aspetto ha un'eruzione cutanea iniziale?

I primi sintomi della varicella nei bambini appaiono con piccole macchie rosse sulla superficie della pelle. Provano prurito e assomigliano più a punture di zanzara - solo gli stessi urti iperemici di quando un morso di insetto. La situazione cambia in poche ore, quando un leggero gonfiore si trasforma in bolle con liquido all'interno e un'eruzione inizia su tutto il corpo.

Le vescicole del primo stadio sono di solito di colore rosa chiaro, e anche di colore bianco, sono leggermente sollevate sopra la superficie della pelle, la copertura vicino alle vescicole diventa edematosa. In termini di dimensioni, non superano più di 0,5 cm di diametro e appaiono limitati l'uno dall'altro, senza fondersi con le eruzioni vicine.

Con l'aspetto attivo di un'eruzione cutanea, la temperatura può aumentare - tale varicella scorre in modo ondulatorio - le vescicole o appaiono attivamente sullo sfondo della temperatura, quindi scompaiono. Di solito tale processo può essere osservato nella prima settimana dopo la comparsa della prima acne.

Un'eruzione cutanea nella fase intermedia iniziale di un tipico mulino a vento

I medici consigliano di celebrarli con un verde brillante - questo non porta alcun obiettivo terapeutico, dal momento che il verde brillante non uccide il virus dell'herpes, ma aiuta a notare la presenza di nuove vescicole - in questo momento il bambino è pericoloso per gli altri. Con lo stesso successo puoi celebrare vescicole e fucorcin. Quando finisce l'aspetto delle vescicole, cioè non c'è nulla da segnare, possiamo parlare della transizione della malattia allo stadio successivo.

Trattamento di eritema Zelenka e Fucorcin

Come inizia la varicella in diverse forme

La varicella si manifesta in vari stadi e può manifestarsi in uno stadio luminoso o in uno stadio grave. Lo stadio iniziale della varicella è caratterizzato da vari sintomi, quindi è necessario conoscere i criteri per il flusso di un particolare stadio.

Forma semplice di mulino a vento

La forma lieve di varicella ferisce la maggior parte dei bambini che hanno una buona immunità. Per lo più tale varicella si verifica nei bambini fino a 10-12 anni, in cui la varicella procede facilmente. Questo è il motivo per cui esiste la percezione che i bambini abbiano bisogno di spostare la varicella il prima possibile, e alcuni genitori incoraggiano specificamente i contatti dei loro figli sani con pazienti contagiosi.

La forma leggera della malattia è contraddistinta da segni sfocati, poiché l'immunità è inclusa nell'opposizione alla malattia. Malattia caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. Mal di testa - di solito procede molto facilmente, e molti bambini non si lamentano, ma sembrano solo un po 'stanchi, sparsi.
  2. Aumento della temperatura corporea - nei bambini con una forte immunità, la temperatura corporea potrebbe non salire affatto, quindi, la varicella procede sullo sfondo del benessere generale. Il bambino è anche attivo, dorme bene e mangia, e solo le vescicole sul corpo assomigliano all'inizio della varicella. I bambini con un'immunità debole soffrono di febbre, ma è insignificante e non supera la soglia di 37.2-37.5 gradi.
  3. Le prime eruzioni cutanee sul corpo - le manifestazioni della varicella nella forma lieve possono essere facilmente trascurate: puoi saltarlo se solo una piccola quantità di bolle appare sul corpo del bambino. L'eruzione cutanea non è caratterizzata dalla scala della lesione, e le vescicole stesse non hanno prurito, e non prurito.

La particolarità della forma facile del flusso di varicella è che il virus non può provocare la formazione di una forte immunità. In questo caso, rimane il rischio di ricorrere alla varicella.

Con grave

Segni gravi di varicella si osservano nei bambini che hanno un'immunità indebolita. Di solito la varicella grave viene diagnosticata nei bambini dai sei mesi di età, quando l'immunità materna è indebolita, così come negli adolescenti con deboli forze protettive. I bambini con pubertà di 12-14 anni sono più suscettibili a grave varicella.

Nella malattia grave, i seguenti sintomi sono caratteristici della varicella:

  • aumento della temperatura corporea a livelli elevati (solitamente registrati a 38 gradi, ma possono esserci fino a quaranta salti);
  • il bambino diventa pigro, o viceversa - capriccioso e irrequieto, irritabile;
  • l'appetito soffre, i bambini si rifiutano di mangiare;
  • l'eruzione della varicella si diffonde attivamente attraverso il corpo, il numero di bolle è grande, anche se non si fondono in una, possono apparire come colonie intere in certi punti, influenzando anche le mucose;
  • la varicella è accompagnata da forte prurito e eruzione cutanea;
  • le vescicole appaiono più lunghe del solito - nel segno del loro verde, i genitori possono notare una nuova acne fino a due settimane;
  • c'è una transizione dolorosa, lunga, dalla fase iniziale alla fase finale.

Rash in grave varicella

In forma grave di varicella, i bambini richiedono un monitoraggio speciale. I bambini piccoli vengono osservati in ospedale, perché, oltre alla caratteristica eruzione cutanea, la varicella minaccia con la comparsa di complicazioni e grave intossicazione. Tra le complicazioni della varicella si possono osservare:

  • l'adesione di un'infezione batterica (se il bambino sta graffiando le bolle e mettendo l'infezione lì con le mani sporche);
  • immunosoppressione, nei confronti della quale possono essere esacerbate anomalie congenite croniche o gengivite, miocardite, ecc.
  • la transizione di varicella in una forma hemorrhagic - varicella con sanguinamento da vescicole, che può manifestare non solo l'emorragia esterna, ma anche interna;
  • passaggio della malattia allo stadio del vaiolo gangreno, quando le vescicole guariscono a lungo e acquisiscono segni di necrosi;
  • la comparsa di encefalite da varicella;
  • cicatrici e cicatrici da vescicole non cicatrizzate.

Varicella - come iniziare, sintomi e trattamento (Dr. Komarovsky)

La varicella può scomparire senza sintomi

In alcuni casi, i genitori impareranno la varicella trasferita solo quando il bambino si ammala di herpes zoster. Questa è una malattia causata dallo stesso virus dell'herpes del terzo tipo, ma per la seconda volta, cioè dopo aver sofferto la varicella. È naturale per un genitore fare una domanda: come è nata l'herpes zoster se non ci fossero segni caratteristici di varicella nei bambini?

In effetti, la varicella in alcuni casi può essere asintomatica o con segni così sfocati che semplicemente non vengono identificati. C'è un tale flusso di varicella nel caso in cui il corpo colpisse un piccolo numero di agenti patogeni. E l'immunità del bambino è così forte che le manifestazioni cutanee sono minime e passano inosservate.

La varicella è una tipica malattia infantile. I sintomi della varicella nei bambini di solito iniziano con un'eruzione cutanea sul corpo, che è accompagnata da febbre. Un pediatra può facilmente distinguere la varicella da altre malattie e prescrivere un trattamento appropriato.

I primi segni di varicella in un bambino

I genitori dovrebbero sicuramente sapere come inizia la varicella nei bambini piccoli per riconoscere e non perdere i primi segni della malattia, la transizione verso una forma complessa. Durante l'infanzia, la varicella è molto più facile da trasportare rispetto all'età adulta e lascia l'immunità per sempre.

Come identificare la varicella nei bambini (informazioni generali)

Spesso la malattia va secondo uno scenario tipico e compare il giorno 14 dopo l'infezione. In questo caso, c'è:

  • un forte aumento della temperatura corporea fino a 38-40 gradi;
  • l'apparizione di macchie piatte rosa quasi contemporaneamente all'insorgenza della febbre;
  • un aumento del numero di lesioni in poche ore;
  • la trasformazione delle manifestazioni cutanee in bolle sporgenti con contenuto liquido;
  • deterioramento della salute, ingrossamento dei linfonodi, mal di testa, debolezza;
  • comportamento irrequieto, disturbi del sonno, rifiuto di mangiare.
  1. L'eruzione che è comparsa per prima, si asciuga dopo 3 giorni, diventando coperta da una crosta rossa. Con un intervallo di 1-2 giorni, sulla pelle del bambino compaiono nuovi spot, mentre la temperatura corporea aumenta.
  2. La fase attiva della varicella nei bambini dura 6-8 giorni e termina dopo l'ultima eruzione cutanea. Le macchie sulla pelle si aprono spontaneamente e al loro posto si formano delle croste di colore rosso che cadono dopo 1-2 giorni.

Se durante la fase attiva il bambino stava espellendo le eruzioni cutanee e si univa un'infezione batterica, dopo il recupero rimangono cicatrici o cicatrici sulla pelle.

Come inizia la varicella nei bambini

I primi sintomi della varicella nei bambini piccoli sono tipici delle malattie infettive. Durante il periodo di incubazione, che dura da 1 a 3 settimane, il virus si moltiplica nel corpo.

Il prodroma (insorgenza della malattia) non è accompagnato da o presenta i seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea (di solito insignificante);
  • malessere e mal di testa;
  • appetito ridotto;
  • nausea, vomito e talvolta diarrea;
  • grattarsi in gola;
  • a volte - la comparsa di eruzioni rossastre che scompaiono rapidamente.

Successivamente, il bambino inizia la fase attiva della varicella, che è accompagnata da un aumento della temperatura a 39-40 gradi. Più forte è la febbre il primo giorno, più la pelle sarà colpita da eruzioni cutanee. In alcuni bambini, la malattia è lieve. Allo stesso tempo la temperatura aumenta leggermente, ma c'è un'eruzione cutanea.

Caratteristiche dell'eruzione

L'acne con la varicella appare rapidamente, si diffonde rapidamente sulla pelle e sulle mucose, senza alterare solo i palmi e i piedi. Innanzitutto vengono convertiti in bolle con contenuto liquido, che scoppiano in 8-10 ore. Dopo un po 'di tempo, le aree interessate vengono ricoperte da una crosta. Allo stesso tempo ci sono nuove eruzioni cutanee, causando un aumento della temperatura corporea.

Nei casi più gravi, l'acne con la varicella nei bambini può apparire sui palmi delle mani e sulla pianta dei piedi. L'eruzione può durare da 4 a 8 giorni, poi arriva un periodo di recupero. Le croste scompaiono tra circa una settimana. Se il bambino non ha pettinato la pelle colpita, allora non c'è traccia di loro. Altrimenti, c'è "Ospinka".

Temperatura della varicella

I bambini hanno una temperatura elevata per la varicella, ma il suo range è variabile. Tutto dipende dalla forma della malattia:

  1. In forma mite, la temperatura è bassa. Tuttavia, la febbre, mal di testa e malessere nel bambino sono praticamente assenti.
  2. La forma medio-grave è caratterizzata da una temperatura non superiore a 39 gradi. L'eruzione si sviluppa in 5-6 giorni.
  3. La forma grave nei bambini è rara. Si verifica negli adulti che non hanno sofferto la varicella durante l'infanzia. Allo stesso tempo la temperatura sale a 40 gradi.

Sintomi di forme pericolose atipiche di varicella in un bambino:

  1. Emorragica. Accompagnato da febbre alta, intossicazione e talvolta sanguinamento nasale e gastrointestinale.
  2. Viscerale. È caratterizzato da danni agli organi interni, al sistema nervoso, febbre alta e grave intossicazione. A rischio sono i bambini prematuri.
  3. Generalizzato. Di solito si sviluppa in individui che hanno assunto farmaci che sopprimono il sistema immunitario.
  4. Gangreno, in cui l'eruzione del bambino si fonde con l'erosione e le ulcere, e il tessuto cutaneo muore gradualmente.

Nausea e diarrea, come i primi segni di varicella nei bambini

Nella fase iniziale, le manifestazioni della malattia diventano evidenti, ma a volte il benessere del bambino si deteriora già nel periodo prodromico. Poi c'è un cattivo appetito, una sensazione di graffi in gola, indisposizione. Tuttavia, la riluttanza a mangiare è osservata all'inizio della patologia. Lo scarso appetito non è un segno specifico di varicella e non consente di capire che il bambino ha questa malattia.

Il vomito e la diarrea indicano l'intossicazione del corpo, a seguito della penetrazione del virus in esso. Se infastidiscono il bambino 1-2 volte, allora questo indica che il corpo si libera dalle tossine. Al paziente viene data molta bevuta per evitare la disidratazione.

Questi segni rappresentano la normale risposta del corpo al patogeno, a condizione che siano osservati nella fase iniziale della malattia. Spesso vomito, perdita di appetito si verificano in un bambino fino a un anno. Nei bambini di età inferiore a 3 anni, i sintomi del tratto gastrointestinale a volte indicano che la malattia si è aggravata e si è tramutata in una forma complicata.

Debolezza, problemi di sonno e umore

Questi sintomi si manifestano nella fase iniziale della varicella nei bambini. Il cattivo sonno è causato da febbre o forte prurito che causa un'eruzione cutanea. L'indebolimento del benessere è causato dall'intossicazione del corpo.

Nei neonati, la malattia non si verifica se sono allattati al seno, fornendo una protezione naturale.

Altre prime manifestazioni di varicella in un bambino

Capire come inizia la varicella nei bambini aiuta a non perdere i primi segni della malattia. Inoltre, è importante rilevare tempestivamente le complicanze, che includono quanto segue:

  1. La varicella gangrenosa è caratterizzata dal fatto che l'eruzione cutanea si trasforma in bolle flaccide con necrosi. Ulcere si formano sulla pelle, che l'infezione penetra e inizia l'infezione del sangue.
  2. Infezione secondaria In questo caso, sulla pelle compaiono focolai di dermatite purulenta.
  3. Otite, polmonite, gengivite, stomatite e altre malattie causate dall'immunità indebolita.
  4. Varicella emorragica, in cui il sangue si accumula all'interno delle vescicole, dopo di che sanguinamento dai polmoni, tratto gastrointestinale, naso.
  5. Encefalite da varicella, quando c'è forte febbre e forti mal di testa.

Come distinguere la varicella in un bambino da altre malattie della pelle

Quando l'eruzione da varicella si diffonde rapidamente attraverso il corpo. Inoltre, è ondulato. Ciò significa che i nuovi spot si verificano a intervalli di diversi giorni. E nello stesso momento sulla pelle del bambino sono le bolle semisecco e le eruzioni fresche.

In contrasto con le allergie, la varicella è accompagnata da un peggioramento della salute e della febbre. Allo stesso tempo, i punti appaiono prima sul viso e sulla testa e poi si disperdono attraverso il corpo, senza intaccare palmi e piedi.

Inoltre, le manifestazioni allergiche hanno una posizione chiara, spesso trasmettono il tipo di orticaria, si verificano dopo l'interazione con l'allergene e scompaiono sullo sfondo di prendere antistaminici.

Quando scabbia, come con altre malattie della pelle, le eruzioni cutanee sono localizzate sulle mani, che non si osserva con la varicella. Il morbillo e la rosolia sono caratterizzati da una singola comparsa di macchie sulla pelle.

La varicella è ben tollerata durante l'infanzia e non lascia alcuna conseguenza negativa. Nei bambini con normale immunità e bambini che hanno ricevuto anticorpi materni, procede facilmente.

I primi segni di varicella nei bambini: come inizia

Una delle malattie infantili più comuni è la varicella. Se il bambino frequenta un asilo o un'altra scuola materna, molto probabilmente la malattia non aggirerà il bambino. Per evitare complicazioni e altri problemi, ogni genitore deve sapere come distinguere la varicella da eruzioni allergiche e altre malattie. Nel nostro articolo, vedremo come inizia la varicella nei bambini.

La maggior parte delle persone soffre di varicella da 3 a 12 anni. In età avanzata, la varicella è molto difficile da trasportare: la temperatura corporea nel periodo acuto della malattia è 39 gradi e più, il rischio di complicanze è alto. Per questo motivo, molti genitori conducono deliberatamente i bambini nell'azienda con la varicella malata per proteggere il bambino da possibili complicanze in età avanzata.

Perché è importante non perdere l'insorgenza della malattia?

Se sei sicuro che il tuo bambino sia stato in contatto con la varicella malata, fai attenzione, poiché l'infezione del bambino è inevitabile. Il periodo di incubazione va da 11 a 25 giorni.

Durante questo periodo di tempo non vi è alcun cambiamento nel benessere, nessun sintomo. Se possibile, proteggere il bambino dalla visita di luoghi pubblici. Se c'è un bambino sotto un anno in casa, se possibile, il contatto con la persona malata dovrebbe essere evitato.

I bambini sotto un anno sopportano gravemente la malattia, possibilmente sviluppando gravi complicanze in cui soffrono gli organi vitali. Per questo motivo, è molto importante conoscere i primi segni di varicella in un bambino.

Non appena i sintomi della varicella si fanno sentire, fornire al paziente piatti separati, nonché biancheria da letto e prodotti per la cura personale. Molti medici ritengono che non sia necessario isolare il paziente dagli altri bambini. I bambini in giovane età soffrono molto più facilmente della malattia.

I primi segni di varicella nei bambini

I primi sintomi della malattia sono spesso confusi con la normale malattia respiratoria acuta e la comparsa di macchie e vescicole - con una reazione allergica (orticaria).

Cambiamenti visivi nell'eruzione della varicella

Per riconoscere la varicella in tempo, ogni genitore deve sapere come inizia l'eruzione e le caratteristiche della malattia:

Varicella nei bambini - modi di infezione, periodo di incubazione, sintomi, metodi di trattamento e prevenzione

??Secondo le statistiche in Russia per l'anno, questa malattia infettiva trasporta più di 800 mila persone di età inferiore ai 12 anni. Innocuo a prima vista, la varicella nei bambini con un approccio errato al trattamento può causare gravi complicazioni potenzialmente letali. In caso di malattia, non è richiesto un trattamento antivirale, è sufficiente applicare vari tipi di misure terapeutiche volte ad alleviare la condizione. La formazione di immunità permanente riduce l'incidenza tra gli adulti.

Cos'è la varicella

Questa è una malattia infettiva altamente contagiosa (infettiva) che è prevalente soprattutto tra i bambini di età inferiore ai 12 anni. Il virus della varicella-zoster (Varicella-herpes zoster) è l'agente causale della varicella: può spostarsi rapidamente nell'aria per molte centinaia di metri, ma non può sopravvivere senza un corpo umano e dopo 10 minuti muore sotto l'influenza di fattori ambientali (alta o bassa temperatura, raggi ultravioletti). ).

Il virus varicella-zoster è volatile e viene trasmesso principalmente da goccioline trasportate dall'aria. Le persone che non sono state precedentemente ammalate con questa malattia e non sono state vaccinate, vengono infettate con una probabilità del 100%. Dopo aver sofferto della malattia, una persona rimane un'immunità per tutta la vita, ma la forma inattiva del virus è presente nei gangli spinali, i nervi cranici. Se il sistema immunitario di una persona (oncologia, stress, malattie del sangue) di una persona diventa molto debole nel processo della vita, la forma latente di Varicella-Zoster inizia ad attivarsi e si sviluppa l'herpes zoster (lichen).

È possibile infettare la varicella solo da una persona malata, mentre il virus penetra attraverso le mucose della bocca o del tratto respiratorio. Un paziente infetto da un virus è pericoloso per 2 giorni prima che compaia un'eruzione cutanea e nei 5 giorni successivi all'ultima eruzione cutanea. È possibile passare l'infezione attraverso la placenta dalla madre malata al feto. Gruppi ad alto rischio - bambini in una squadra (asili, scuole).

Fasi e corso di varicella nei bambini

La varicella nei bambini si manifesta in più fasi, che sono accompagnate da segni caratteristici. Le fasi principali della malattia:

  1. Il periodo di incubazione per la varicella (1-3 settimane) - in questo momento il virus si moltiplica nel sistema nervoso di una persona infetta senza manifestazioni cliniche esterne.
  2. Periodo Prodromico (1 giorno) - nei bambini piccoli, il quadro clinico può essere assente, negli adulti compaiono manifestazioni minori simili al comune raffreddore. Sintomi principali:
  • aumento della temperatura corporea a 37,5 ° C;
  • mal di testa;
  • debolezza, malessere;
  • anoressia, nausea;
  • brevi macchie rosse sul corpo;
  • sensazione di gola
  1. Il periodo di eruzione cutanea inizia con un brusco aumento della temperatura corporea a 39-39,5 ° C. Più alta è l'ipertermia, più difficile sarà la malattia con eruzioni cutanee abbondanti. La malattia lieve è accompagnata solo dalla comparsa di un'eruzione cutanea in alcune parti del corpo.

Forme di mulino a vento

La varicella nei bambini ha una forma tipica e atipica, a seconda della natura del quadro clinico. Un tipico può verificarsi in diversi modi:

  • Facile (condizione soddisfacente, temperatura normale o non superiore a 38 gradi, il periodo di eruzione dura 4 giorni, manifestazioni cutanee insignificanti).
  • Moderato (l'intossicazione del corpo inizia sotto forma di mal di testa, debolezza, sonnolenza, ipertermia superiore a 38 gradi, eruzione abbondante, che termina in 5 giorni).
  • Grave (grave intossicazione, manifestata da nausea, vomito ricorrente, perdita di appetito, temperatura corporea fino a 40 gradi, il periodo di eruzione cutanea è di 9 giorni, l'eruzione si diffonde in tutto il corpo, sulle mucose, si osserva fusione di lesioni tra loro).

Le forme atipiche di varicella includono rudimentale e aggravata. Flussi rudimentali facilmente con singole eruzioni, temperatura corporea normale o subfebrile. Per quadro clinico marcato caratteristico aggravato. Questo modulo include i seguenti tipi di malattia, il cui trattamento viene effettuato in un ospedale:

  • Emorragico - manifestato da febbre alta, grave intossicazione, danno agli organi interni, sangue appare nelle eruzioni sotto forma di bolle. Successivamente, si verificano emorragie sotto la pelle e la fibra, le mucose e gli organi interni.
  • Viscerale - colpisce neonati prematuri e bambini con varie immunodeficienze. Sindrome da intossicazione a lungo termine, rash abbondante, ipertermia critica con danni al sistema nervoso centrale, reni, polmoni, fegato, cuore.
  • Gangreno - molto raramente diagnosticato (più spesso nelle persone con infezione da HIV). È caratterizzato da grave intossicazione, bolle enormi, che formano rapidamente una crosta e una zona di necrosi tissutale. Dopo che cade, ulcere cicatrizzanti profonde e lente rimangono sulla pelle.

Varicella nei neonati

La varicella nei neonati è rara. L'infezione si verifica se gli anticorpi materni contro il virus dell'herpes non entrano nel corpo del bambino neppure durante lo sviluppo fetale. Ciò si verifica quando la madre non ha sofferto di questa malattia prima della gravidanza. Il corso dell'infezione nei bambini:

  • alta temperatura fino a 40 ° С;
  • grave intossicazione;
  • ansia, debolezza del bambino;
  • scarso appetito;
  • eruzione abbondante con guarigione lenta;
  • manifestazione prolungata della malattia (10-14 giorni).

Peculiarità dell'eruzione da varicella nei bambini

Ci sono diverse fasi successive di sviluppo di eruzioni cutanee nei bambini. Compaiono in giorni diversi della malattia. Principali fasi della formazione di eruzione cutanea:

  1. Brufoli (i primi segni di varicella) che assomigliano a punture di zanzara.
  2. I granelli che vanno in bolle riempiti di liquido trasparente con la pelle rossa sul bordo. A poco a poco crescono torbidi e scoppiano.
  3. Le bolle di essiccazione sono accompagnate dalla formazione di una crosta che non può essere rimossa.
  4. Ci sono situazioni in cui i sintomi della varicella nei bambini appaiono simultaneamente sotto forma di puntini, vescicole, croste senza una sequenza specifica.

Complicanze della varicella nei bambini

La varicella nella maggior parte dei casi passa senza complicazioni, ma ci sono delle eccezioni. I bambini con diversi tipi di immunodeficienze sono esposti a un decorso più grave della malattia. I principali effetti avversi della malattia includono:

  • L'infezione secondaria si verifica quando le lesioni cutanee sono lo stafilococco e lo streptococco con lo sviluppo di dermatite purulenta, suscettibile solo agli antibiotici.
  • Soppressione della funzione immunitaria. Quando il virus protegge il corpo, si sviluppano malattie come otite, gengivite, laringite, polmonite, stomatite, artrite, nefrite, miocardite.
  • Forma emorragica del mulino a vento. Alta probabilità di morte a causa di un aumentato rischio di sanguinamento sotto la pelle, mucose, emorragie nasali e polmonari.
  • Varicella cancrena. Le papule diventano grandi bolle flosce con elementi di necrosi. Di conseguenza, ulcere enormi si sviluppano con il rischio di sepsi.
  • L'encefalite da varicella è un'infiammazione del cervello, che si manifesta con febbre alta, mal di testa insopportabile.
  • Cicatrici e cicatrici rimangono sulla pelle dopo un forte graffio di ferite o infezione secondaria della pelle con lo sviluppo di un processo purulento.

Trattamento della varicella nei bambini

Più spesso il varicella passa se stesso entro 1 - 1,5 settimane. È più facile per i bambini da 1 a 7 anni. Il trattamento della varicella nei bambini è meglio farlo a casa, è necessario utilizzare più fluido e mangiare correttamente (escludere grassi, salati, piccanti). Nella stanza per il paziente dovrebbe essere freddo per prevenire l'eccessiva sudorazione, che provoca grave prurito della pelle, irritazione.

Durante la malattia, si raccomanda un cambio regolare del letto e della biancheria intima. È meglio scegliere i vestiti da tessuti naturali per evitare traumi della pelle non necessari. Per prevenire lo sviluppo di infezioni secondarie, dovresti bagnare regolarmente il bambino in acqua bollita, fare bagni freschi con una soluzione acquosa di permanganato di potassio o decotto di camomilla. Utilizzare diversi tipi di detergenti (gel, saponi, shampoo) e strofinare la pelle con un panno. Dopo le procedure dell'acqua, le parti del corpo devono essere bagnate con un panno morbido e trattate con una ferita antisettica.

Trattamento Rash

Per prevenire l'infezione, le eruzioni da varicella devono essere trattate con agenti antisettici. I principali disinfettanti includono:

  • Soluzione alcolica all'1% di verde brillante (verde brillante);
  • Liquido Castellani;
  • soluzione acquosa di fucorcina;
  • decotto di camomilla e soluzione di furatsilina (per gargarismi alla bocca e alla gola);
  • una soluzione acquosa di permanganato di potassio (permanganato di potassio).

Terapia farmacologica

La varicella nei bambini viene trattata con l'uso di antisettici e una buona igiene della pelle. Ci sono casi in cui è necessaria una terapia combinata per ridurre la carica virale nel corpo. I gruppi principali di tali farmaci includono:

  • Antipiretico (paracetamolo bambino, ibuprofene o Nurofen).
  • Crema antivirale per uso topico, che è consentita per i bambini dai 2 anni (Zovirax, Acyclovir, Virolex).
  • Gli antibiotici sono prescritti quando un'infezione batterica secondaria si unisce allo sviluppo di un processo purulento e infiammatorio.
  • Immunomodulatori e immunostimolanti a supporto del sistema immunitario (Anferon, Interferon, Viferon).
  • Antistaminici per alleviare il grave prurito della pelle (Claritin, Cetrin, Erius, Zyrtec, Terfen).

Prevenzione della varicella

Le principali misure preventive sono volte a prevenire l'introduzione del virus e la diffusione della malattia nei gruppi di bambini. Eventi principali:

  • Isolamento dei bambini con bambini varicella fino a 5 giorni dopo l'ultima eruzione cutanea.
  • I gruppi di asili nido sono chiusi per quarantena per un periodo fino a 20 giorni dal momento in cui il bambino ammalato viene identificato.
  • I bambini con immunodeficienza subiscono immunoprofilassi passiva (una singola iniezione di immunoglobulina) nei primi 3 giorni dopo il contatto con una persona malata.

Nel caso di infezione di una donna incinta con varicella, le viene somministrata una specifica immunoglobulina per prevenire l'infezione intrauterina del feto. Esiste un vaccino contro la varicella, che è indicato per i bambini debilitati con malattie croniche. Sviluppato diversi farmaci per le vaccinazioni: