Sintomi e trattamento della varicella nei bambini

La varicella, conosciuta da tutti come la varicella, appartiene al gruppo delle malattie infettive altamente contagiose e colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai 12 anni. La ricaduta della malattia è improbabile, dal momento che durante il primo contatto con il suo agente patogeno nel corpo, si producono anticorpi che circolano per tutta la vita del sangue. Nella maggior parte dei casi non è richiesto un trattamento antivirale specifico per la varicella in un bambino. Tutte le misure terapeutiche intraprese sono mirate solo ad alleviare le condizioni del paziente e prevenire le complicanze.

Agente causale

Il virus della varicella zoster, appartenente alla famiglia Herpesviridae (herpes), è l'agente eziologico della varicella. È instabile nell'ambiente e al di fuori del corpo umano è in grado di sopravvivere solo per circa 10 minuti, in quanto muore sotto l'influenza di alta temperatura, luce e raggi ultravioletti. Nonostante ciò, il virus della varicella viene trasmesso molto facilmente da una persona all'altra, grazie alla sua capacità di muoversi rapidamente con correnti d'aria di centinaia di metri. La probabilità di varicella in persone che non l'hanno mai avuta prima e che non sono state vaccinate è del 100%.

Dopo che la varicella è stata trasferita, il virus in una forma inattiva rimane per tutta la vita nel corpo umano, essendo localizzato nei gangli spinali, i nervi cranici associati alle aree della pelle che sono state maggiormente colpite durante l'infezione iniziale. Con un significativo indebolimento dell'immunità, cancro, stress nervoso, malattie del sangue e altri fattori avversi nelle persone di età matura, può riattivarsi, causando l'herpes zoster (lichen).

Modi di infezione

Dai bambini malati alla varicella sana viene trasmessa solo da goccioline trasportate dall'aria. Il virus si infila sulle mucose del tratto respiratorio superiore, della bocca e degli occhi durante una conversazione, quando tossisce, starnutisce, si bacia. La fonte dell'infezione è la gente che ha la varicella o l'herpes zoster, circa 1-2 giorni prima della comparsa di un caratteristico rash sulla pelle e altri 5 giorni dopo l'ultima eruzione cutanea. La trasmissione della malattia viene effettuata anche attraverso la placenta dalla madre in attesa, dalla varicella malata o dall'herpes zoster, al feto.

I bambini che frequentano la scuola materna e gli studenti delle scuole medie che sono costantemente in una squadra sono ad alto rischio di infezione da varicella. La maggior parte dei casi di varicella negli asili e nelle scuole sono registrati nel tardo autunno, inverno e all'inizio della primavera.

Importante: per i bambini fino a 6 mesi, le cui madri hanno avuto la varicella durante l'infanzia, il virus di solito non è pericoloso, dal momento che gli anticorpi che sono fedeli alla madre attraverso la placenta esistono ancora nel sangue. Dopo aver sofferto la varicella, il 97% delle persone sviluppa un'immunità permanente, quindi la re-infezione è rara.

Video: E. Malysheva sulla varicella nei bambini. Come riconoscere e alleviare la condizione

Periodo di incubazione

La varicella è caratterizzata da un lungo periodo di incubazione. Dopo il contatto con la fonte dell'infezione, occorrono da 7 a 21 giorni (di solito 14 giorni) prima che compaiano i segni clinici caratteristici di questa malattia.

Una volta entrato nel corpo, il virus varicella zoster viene dapprima fissato sulle membrane mucose del tratto respiratorio superiore, inizia ad adattarsi e moltiplicarsi. Durante il periodo di incubazione, non ci sono segni della malattia, il bambino non è contagioso con gli altri. Quando il virus si accumula in un volume sufficiente, supera l'immunità locale delle membrane mucose e inizia a entrare nel sangue.

Quando viene raggiunta una certa concentrazione di particelle virali nel sangue, viene attivata la risposta del sistema immunitario, che può essere accompagnata da un aumento della temperatura corporea, mal di testa e debolezza. Questa condizione dura 1-2 giorni ed è chiamata periodo prodromico, dopodiché l'eruzione cutanea è caratteristica di questa malattia. Nei bambini, i sintomi della varicella di questo periodo sono spesso lievi o assenti.

Sintomi di varicella

Il quadro clinico della varicella, che si verifica alla fine del periodo di incubazione del virus, è caratterizzato da uno sviluppo rapido e acuto. Inizialmente, i bambini possono avere:

  • debolezza, sonnolenza;
  • aumento della temperatura corporea a circa 38-40 ° C;
  • capricciosità, irritabilità;
  • perdita di appetito;
  • mal di testa.

Successivamente o contemporaneamente ai sintomi elencati, appare un'eruzione. A volte c'è un aumento delle dimensioni dei linfonodi.

Le eruzioni di varicella sono le prime macchioline rosa-rossastre (macule), in qualche modo simili a punture di zanzara, con un diametro di 2-5 mm con bordi frastagliati. Dopo un po ', sono pieni di liquido giallastro, iniziano a prudere con forza, causano disagio e ansia nei bambini. Il liquido all'interno delle bolle è trasparente, il secondo giorno diventa torbido.

Dopo 1-2 giorni dopo, le bolle scoppiano spontaneamente, il liquido scorre, si asciugano, si ricoprono di una crosta e gradualmente guariscono. Alla fine del processo di guarigione (dopo circa 1-2 settimane), la crosta scompare, lasciando una leggera pigmentazione sulla pelle, che successivamente scompare. Se un bambino pettina la ferita o la strappa prematuramente, cicatrici e cicatrici rimangono nella pelle sotto forma di piccoli solchi o crateri.

L'eruzione cutanea con varicella può avvenire non solo sulla pelle, ma anche sulle mucose del cavo orale, sul nasofaringe, sulla congiuntiva degli occhi e sui genitali esterni. Solitamente, appaiono per la prima volta sul viso, sul cuoio capelluto, sulle spalle, sulla schiena e sull'addome, per poi diffondersi agli arti superiori e inferiori, mentre sui palmi e sui piedi il più delle volte è assente.

Nuovi elementi dell'eruzione cutanea nella varicella compaiono ogni 1-2 giorni, quindi dopo un paio di giorni dall'esordio della malattia sulla pelle dei bambini, possono rilevare simultaneamente i loro diversi stadi: noduli, vescicole e croste. Ogni ondata di eruzione cutanea è accompagnata da un aumento della temperatura corporea. Il numero di elementi dell'eruzione sull'intero periodo della malattia può variare da 10 a 800, ma in media è di circa 200-300 pezzi. A volte le perdite di varicella senza eruzione o con un numero minimo di loro (fino a 10 pezzi).

Dopo la cessazione della comparsa di nuove lesioni e una diminuzione della gravità di altri sintomi della varicella in un bambino, la malattia si attenua e inizia il periodo di recupero.

Forme di mulino a vento

A seconda del tipo di quadro clinico, danno forme tipiche e atipiche per la varicella. Una forma tipica della natura del flusso è:

  1. Facile. La condizione del bambino è soddisfacente, la temperatura rimane entro il range normale o non supera i 38 ° C, la durata del periodo di eruzione è di 4 giorni, le eruzioni cutanee sono poche.
  2. Medio pesante. Intossicazione minore (mal di testa, debolezza, sonnolenza), la temperatura sale sopra i 38 ° C, eruzioni cutanee abbondanti, compaiono entro 5 giorni.
  3. Pesante. Intossicazione generale del corpo (nausea, vomito ripetuto, perdita di appetito), la temperatura sale a 40 ° C, il periodo di eruzione è di 9 giorni, coprono quasi completamente la pelle del paziente e sono presenti anche sulle mucose, gli elementi dell'eruzione possono fondersi tra loro.

Le forme atipiche dei mulini a vento sono divise in rudimentali e aggravate. La forma rudimentale è caratterizzata da un decorso lieve, lesioni singole, la temperatura corporea è normale o subfebrilla. La forma aggravata è caratterizzata da un quadro clinico molto intensamente espresso della malattia. Comprende forme viscerali, gangrenose ed emorragiche, che vengono curate in ospedale.

Nella forma emorragica della malattia, il paziente ha un'alta temperatura, grave intossicazione, danni agli organi interni, sangue appare nelle vescicole, sanguinano. C'è ematuria, emorragie nella pelle e nelle fibre, nelle mucose e negli organi interni.

La forma viscerale della varicella viene rilevata prevalentemente nei bambini prematuri, nei neonati e nei bambini con immunodeficienza. È caratterizzato da intossicazione prolungata, eruzioni cutanee pesanti, febbre grave, danni al sistema nervoso e agli organi interni (reni, polmoni, fegato, cuore).

La forma gangrenosa viene diagnosticata molto raramente, principalmente in pazienti con immunodeficienza. Intossicazione grave osservata Le bolle in questa forma sono grandi, rapidamente coperte da una crosta con una zona di necrosi tessutale. Quando la crosta cade, sulla pelle appaiono ulcere di guarigione profonde e molto lente.

Trattamento della varicella nei bambini

Nella maggior parte dei casi, la varicella nei bambini va via da sola entro 7-10 giorni. È più facilmente tollerabile dai bambini di età compresa tra 1 e 7 anni. Per il trattamento di farmaci usati volti ad eliminare o ridurre la gravità dei sintomi principali: febbre, eruzioni cutanee e prurito. Una terapia speciale antivirale o immunostimolante viene utilizzata solo per forme da moderate a gravi della malattia.

Con la varicella, è molto importante evitare che le bolle si deteriorino a causa di un'infezione batterica. Per fare questo, i genitori dovrebbero assicurarsi attentamente che i bambini non li tocchino e in ogni caso non si pettinino, distraendoli in vari modi. Le unghie del bambino dovrebbero essere tagliate corte. Puoi mettere guanti di cotone leggero ("graffi") sulle braccia di quelli molto piccoli e parlare con più adulti. Al fine di ridurre il prurito della varicella, i pediatri spesso prescrivono la somministrazione interna o l'applicazione locale di antistaminici ai bambini (fenistil, erius, suprastin, zodak, diazolin).

I seguenti disinfettanti antisettici sono usati per prevenire l'infezione delle vescicole:

  • Soluzione alcolica all'1% di verde brillante (verde brillante);
  • Liquido Castellani;
  • soluzione acquosa di fucorcina;
  • una soluzione acquosa di permanganato di potassio (permanganato di potassio).

Quando si elaborano elementi dell'eruzione con vernice verde, nonostante tutti i suoi difetti, è possibile determinare facilmente e rapidamente quando nuove eruzioni cutanee cesseranno di apparire.

Quando la varicella, soprattutto se la malattia si verifica in estate, per prevenire l'infezione secondaria della pelle, è necessario lavare il bambino una volta al giorno, sciacquandolo con acqua bollita o facendo bagni termali a breve termine con una soluzione di permanganato di potassio, bicarbonato di sodio o decotto di camomilla. È inaccettabile usare detergenti (sapone, gel, ecc.) E strofinare la pelle con un panno. Dopo il bagno, asciugare delicatamente il corpo con un asciugamano morbido e trattare le ferite con una soluzione antisettica.

È meglio se è fresco nella stanza in cui si trova il bambino malato per evitare il surriscaldamento e non provocare un'eccessiva sudorazione. Non farà che intensificare il prurito e irritare gli elementi dell'eruzione, a cui il famoso pediatra E. O. Komarovsky attira in particolare l'attenzione dei genitori. Durante il periodo di malattia, si consiglia di cambiare la biancheria da letto e gli indumenti domestici ogni giorno, specialmente se suda molto. L'abbigliamento deve essere fatto di tessuti naturali, leggeri e comodi, in modo da non danneggiare la pelle.

Tra i farmaci antipiretici per la varicella nei bambini, se la temperatura supera i 38 ° C, vengono utilizzati prodotti a base di paracetamolo o ibuprofene. È fortemente controindicato dare ai bambini con varicella farmaci a base di acido acetilsalicilico, poiché questo è irto di grave disfunzione epatica e persino di morte.

Durante il periodo di trattamento, il bambino è anche raccomandato modalità casalinga, un sacco di bevande e cibo dietetico. Si raccomanda di portare i bambini all'asilo o alla scuola non prima di 1-2 settimane dopo il recupero, poiché il virus della varicella-zoster indebolisce temporaneamente il sistema immunitario.

Video: Pediatra EO Komarovsky sui sintomi e i metodi di trattamento della varicella nei bambini

Complicazioni di varicella

Con il trattamento adeguato del bambino e l'igiene personale, le complicazioni da varicella sono rare nei bambini. Una delle complicanze più probabili è la suppurazione (ascesso, impetigine) degli elementi dell'eruzione dovuta all'ingresso di microrganismi patogeni. Quindi vengono aggiunti al trattamento principale per la varicella gli unguenti antibatterici topici usati per il trattamento delle ferite doloranti.

Complicanze più gravi possono verificarsi nei bambini:

  • pazienti con leucemia o altre malattie oncologiche;
  • con anomalie congenite del sistema immunitario;
  • pazienti affetti da HIV;
  • primo anno di vita.

In questi casi, possono verificarsi forme atipiche di varicella in bambini con sintomi di grave intossicazione del corpo, sviluppo di sepsi, reni, polmoni, fegato, tratto gastrointestinale, ghiandole surrenali, pancreas. Grave complicanze della varicella sono la polmonite virale e l'infiammazione del rivestimento del cervello (encefalite e meningoencefalite), ma sono rari.

Importante: è particolarmente pericoloso per i futuri bambini quando le donne incinte si ammalano di varicella. La varicella sofferta da una donna prima della ventesima settimana di gravidanza porta allo sviluppo della sindrome della varicella nel neonato. Un bambino può nascere con arti sottosviluppati, dita rudimentali, bassa statura, difetti agli occhi e disturbi del sistema nervoso.

È molto pericoloso per il bambino infettare il virus della varicella alla fine della gravidanza (4-5 giorni prima della nascita), durante il parto o entro 5 giorni dopo il parto, poiché non ha abbastanza tempo per ricevere dalla madre abbastanza anticorpi per combattere l'infezione. Nei neonati e nei bambini fino a 3 mesi la malattia passa in forma grave con lo sviluppo di patologie degli organi vitali e del sistema nervoso.

Misure preventive

La vaccinazione (somministrazione di un virus vivo indebolito) o la somministrazione di immunoglobuline (anticorpi specifici del virus varicella-zoster) possono essere utilizzate per prevenire la varicella o le sue complicanze.

La vaccinazione è raccomandata per i bambini dopo un anno. Protegge il corpo contro la varicella per 10 anni o più. Anche se a volte le persone vaccinate possono ancora ottenere la varicella, sarà già mite. L'introduzione di vaccini (farmaci "Okavaks", "Varivaks" e "Varilriks") è particolarmente importante per le donne che pianificano una gravidanza, se prima non avevano la varicella. Con il loro aiuto, è possibile eseguire la profilassi di emergenza della varicella, se ci fosse un contatto con il vettore dell'infezione. Per prevenire lo sviluppo della malattia, il vaccino deve essere somministrato entro 48-72 ore dal contatto con il portatore dell'infezione.

L'introduzione dell'immunoglobulina anti-vento (il farmaco "Zostevir") è importante per le persone che sono state in contatto con pazienti con varicella o herpes zoster, che hanno un'alta probabilità di sviluppare gravi complicanze in caso di varicella. Tali persone includono donne incinte, bambini con cancro, infetti da HIV, trapianti di organi, bambini con gravi malattie sistemiche croniche, peso precoce fino a 1 kg, neonati, le cui madri non avevano la varicella.

Varicella nei bambini - modi di infezione, periodo di incubazione, sintomi, metodi di trattamento e prevenzione

??Secondo le statistiche in Russia per l'anno, questa malattia infettiva trasporta più di 800 mila persone di età inferiore ai 12 anni. Innocuo a prima vista, la varicella nei bambini con un approccio errato al trattamento può causare gravi complicazioni potenzialmente letali. In caso di malattia, non è richiesto un trattamento antivirale, è sufficiente applicare vari tipi di misure terapeutiche volte ad alleviare la condizione. La formazione di immunità permanente riduce l'incidenza tra gli adulti.

Cos'è la varicella

Questa è una malattia infettiva altamente contagiosa (infettiva) che è prevalente soprattutto tra i bambini di età inferiore ai 12 anni. Il virus della varicella-zoster (Varicella-herpes zoster) è l'agente causale della varicella: può spostarsi rapidamente nell'aria per molte centinaia di metri, ma non può sopravvivere senza un corpo umano e dopo 10 minuti muore sotto l'influenza di fattori ambientali (alta o bassa temperatura, raggi ultravioletti). ).

Il virus varicella-zoster è volatile e viene trasmesso principalmente da goccioline trasportate dall'aria. Le persone che non sono state precedentemente ammalate con questa malattia e non sono state vaccinate, vengono infettate con una probabilità del 100%. Dopo aver sofferto della malattia, una persona rimane un'immunità per tutta la vita, ma la forma inattiva del virus è presente nei gangli spinali, i nervi cranici. Se il sistema immunitario di una persona (oncologia, stress, malattie del sangue) di una persona diventa molto debole nel processo della vita, la forma latente di Varicella-Zoster inizia ad attivarsi e si sviluppa l'herpes zoster (lichen).

È possibile infettare la varicella solo da una persona malata, mentre il virus penetra attraverso le mucose della bocca o del tratto respiratorio. Un paziente infetto da un virus è pericoloso per 2 giorni prima che compaia un'eruzione cutanea e nei 5 giorni successivi all'ultima eruzione cutanea. È possibile passare l'infezione attraverso la placenta dalla madre malata al feto. Gruppi ad alto rischio - bambini in una squadra (asili, scuole).

Fasi e corso di varicella nei bambini

La varicella nei bambini si manifesta in più fasi, che sono accompagnate da segni caratteristici. Le fasi principali della malattia:

  1. Il periodo di incubazione per la varicella (1-3 settimane) - in questo momento il virus si moltiplica nel sistema nervoso di una persona infetta senza manifestazioni cliniche esterne.
  2. Periodo Prodromico (1 giorno) - nei bambini piccoli, il quadro clinico può essere assente, negli adulti compaiono manifestazioni minori simili al comune raffreddore. Sintomi principali:
  • aumento della temperatura corporea a 37,5 ° C;
  • mal di testa;
  • debolezza, malessere;
  • anoressia, nausea;
  • brevi macchie rosse sul corpo;
  • sensazione di gola
  1. Il periodo di eruzione cutanea inizia con un brusco aumento della temperatura corporea a 39-39,5 ° C. Più alta è l'ipertermia, più difficile sarà la malattia con eruzioni cutanee abbondanti. La malattia lieve è accompagnata solo dalla comparsa di un'eruzione cutanea in alcune parti del corpo.

Forme di mulino a vento

La varicella nei bambini ha una forma tipica e atipica, a seconda della natura del quadro clinico. Un tipico può verificarsi in diversi modi:

  • Facile (condizione soddisfacente, temperatura normale o non superiore a 38 gradi, il periodo di eruzione dura 4 giorni, manifestazioni cutanee insignificanti).
  • Moderato (l'intossicazione del corpo inizia sotto forma di mal di testa, debolezza, sonnolenza, ipertermia superiore a 38 gradi, eruzione abbondante, che termina in 5 giorni).
  • Grave (grave intossicazione, manifestata da nausea, vomito ricorrente, perdita di appetito, temperatura corporea fino a 40 gradi, il periodo di eruzione cutanea è di 9 giorni, l'eruzione si diffonde in tutto il corpo, sulle mucose, si osserva fusione di lesioni tra loro).

Le forme atipiche di varicella includono rudimentale e aggravata. Flussi rudimentali facilmente con singole eruzioni, temperatura corporea normale o subfebrile. Per quadro clinico marcato caratteristico aggravato. Questo modulo include i seguenti tipi di malattia, il cui trattamento viene effettuato in un ospedale:

  • Emorragico - manifestato da febbre alta, grave intossicazione, danno agli organi interni, sangue appare nelle eruzioni sotto forma di bolle. Successivamente, si verificano emorragie sotto la pelle e la fibra, le mucose e gli organi interni.
  • Viscerale - colpisce neonati prematuri e bambini con varie immunodeficienze. Sindrome da intossicazione a lungo termine, rash abbondante, ipertermia critica con danni al sistema nervoso centrale, reni, polmoni, fegato, cuore.
  • Gangreno - molto raramente diagnosticato (più spesso nelle persone con infezione da HIV). È caratterizzato da grave intossicazione, bolle enormi, che formano rapidamente una crosta e una zona di necrosi tissutale. Dopo che cade, ulcere cicatrizzanti profonde e lente rimangono sulla pelle.

Varicella nei neonati

La varicella nei neonati è rara. L'infezione si verifica se gli anticorpi materni contro il virus dell'herpes non entrano nel corpo del bambino neppure durante lo sviluppo fetale. Ciò si verifica quando la madre non ha sofferto di questa malattia prima della gravidanza. Il corso dell'infezione nei bambini:

  • alta temperatura fino a 40 ° С;
  • grave intossicazione;
  • ansia, debolezza del bambino;
  • scarso appetito;
  • eruzione abbondante con guarigione lenta;
  • manifestazione prolungata della malattia (10-14 giorni).

Peculiarità dell'eruzione da varicella nei bambini

Ci sono diverse fasi successive di sviluppo di eruzioni cutanee nei bambini. Compaiono in giorni diversi della malattia. Principali fasi della formazione di eruzione cutanea:

  1. Brufoli (i primi segni di varicella) che assomigliano a punture di zanzara.
  2. I granelli che vanno in bolle riempiti di liquido trasparente con la pelle rossa sul bordo. A poco a poco crescono torbidi e scoppiano.
  3. Le bolle di essiccazione sono accompagnate dalla formazione di una crosta che non può essere rimossa.
  4. Ci sono situazioni in cui i sintomi della varicella nei bambini appaiono simultaneamente sotto forma di puntini, vescicole, croste senza una sequenza specifica.

Complicanze della varicella nei bambini

La varicella nella maggior parte dei casi passa senza complicazioni, ma ci sono delle eccezioni. I bambini con diversi tipi di immunodeficienze sono esposti a un decorso più grave della malattia. I principali effetti avversi della malattia includono:

  • L'infezione secondaria si verifica quando le lesioni cutanee sono lo stafilococco e lo streptococco con lo sviluppo di dermatite purulenta, suscettibile solo agli antibiotici.
  • Soppressione della funzione immunitaria. Quando il virus protegge il corpo, si sviluppano malattie come otite, gengivite, laringite, polmonite, stomatite, artrite, nefrite, miocardite.
  • Forma emorragica del mulino a vento. Alta probabilità di morte a causa di un aumentato rischio di sanguinamento sotto la pelle, mucose, emorragie nasali e polmonari.
  • Varicella cancrena. Le papule diventano grandi bolle flosce con elementi di necrosi. Di conseguenza, ulcere enormi si sviluppano con il rischio di sepsi.
  • L'encefalite da varicella è un'infiammazione del cervello, che si manifesta con febbre alta, mal di testa insopportabile.
  • Cicatrici e cicatrici rimangono sulla pelle dopo un forte graffio di ferite o infezione secondaria della pelle con lo sviluppo di un processo purulento.

Trattamento della varicella nei bambini

Più spesso il varicella passa se stesso entro 1 - 1,5 settimane. È più facile per i bambini da 1 a 7 anni. Il trattamento della varicella nei bambini è meglio farlo a casa, è necessario utilizzare più fluido e mangiare correttamente (escludere grassi, salati, piccanti). Nella stanza per il paziente dovrebbe essere freddo per prevenire l'eccessiva sudorazione, che provoca grave prurito della pelle, irritazione.

Durante la malattia, si raccomanda un cambio regolare del letto e della biancheria intima. È meglio scegliere i vestiti da tessuti naturali per evitare traumi della pelle non necessari. Per prevenire lo sviluppo di infezioni secondarie, dovresti bagnare regolarmente il bambino in acqua bollita, fare bagni freschi con una soluzione acquosa di permanganato di potassio o decotto di camomilla. Utilizzare diversi tipi di detergenti (gel, saponi, shampoo) e strofinare la pelle con un panno. Dopo le procedure dell'acqua, le parti del corpo devono essere bagnate con un panno morbido e trattate con una ferita antisettica.

Trattamento Rash

Per prevenire l'infezione, le eruzioni da varicella devono essere trattate con agenti antisettici. I principali disinfettanti includono:

  • Soluzione alcolica all'1% di verde brillante (verde brillante);
  • Liquido Castellani;
  • soluzione acquosa di fucorcina;
  • decotto di camomilla e soluzione di furatsilina (per gargarismi alla bocca e alla gola);
  • una soluzione acquosa di permanganato di potassio (permanganato di potassio).

Terapia farmacologica

La varicella nei bambini viene trattata con l'uso di antisettici e una buona igiene della pelle. Ci sono casi in cui è necessaria una terapia combinata per ridurre la carica virale nel corpo. I gruppi principali di tali farmaci includono:

  • Antipiretico (paracetamolo bambino, ibuprofene o Nurofen).
  • Crema antivirale per uso topico, che è consentita per i bambini dai 2 anni (Zovirax, Acyclovir, Virolex).
  • Gli antibiotici sono prescritti quando un'infezione batterica secondaria si unisce allo sviluppo di un processo purulento e infiammatorio.
  • Immunomodulatori e immunostimolanti a supporto del sistema immunitario (Anferon, Interferon, Viferon).
  • Antistaminici per alleviare il grave prurito della pelle (Claritin, Cetrin, Erius, Zyrtec, Terfen).

Prevenzione della varicella

Le principali misure preventive sono volte a prevenire l'introduzione del virus e la diffusione della malattia nei gruppi di bambini. Eventi principali:

  • Isolamento dei bambini con bambini varicella fino a 5 giorni dopo l'ultima eruzione cutanea.
  • I gruppi di asili nido sono chiusi per quarantena per un periodo fino a 20 giorni dal momento in cui il bambino ammalato viene identificato.
  • I bambini con immunodeficienza subiscono immunoprofilassi passiva (una singola iniezione di immunoglobulina) nei primi 3 giorni dopo il contatto con una persona malata.

Nel caso di infezione di una donna incinta con varicella, le viene somministrata una specifica immunoglobulina per prevenire l'infezione intrauterina del feto. Esiste un vaccino contro la varicella, che è indicato per i bambini debilitati con malattie croniche. Sviluppato diversi farmaci per le vaccinazioni:

Varicella nei bambini - sintomi e trattamento

La varicella nei bambini è una malattia infettiva causata da uno dei virus herpetic (3 tipi). Tratta infezioni da bambini diffuse con alta contagiosità (alta velocità di infezione).

Molti considerano la malattia non una patologia pericolosa, che tutti i bambini tollerano facilmente e senza conseguenze. Questo è in parte vero, ma ci sono forme gravi quando la varicella causa complicanze. Consideriamo i principali sintomi e metodi di trattamento della varicella, le foto delle tipiche manifestazioni cutanee.

Cause della varicella

L'agente eziologico della varicella è ben noto. Questo è un virus della famiglia dell'herpes - Varicella Zoster, appartenente al tipo 3 secondo la classificazione delle infezioni da herpesvirus. Si diffonde rapidamente attraverso l'aria, che ha portato al nome della patologia.

I metodi di infezione sono determinati dalla proprietà del patogeno: alta volatilità. La penetrazione nel corpo avviene di solito attraverso la membrana mucosa del nasofaringe (trasmissione aerea):

  • Nella normale conversazione;
  • Tosse e starnuti;
  • Attraverso i baci (come un bambino malato spesso infetta i genitori);
  • Metodo di contatto attraverso le mani e oggetti comuni (giocattoli, prodotti per l'igiene personale);
  • Infezioni intrauterine del feto dalla madre malata (via transplacentare).

La varicella è considerata una malattia con una probabilità del 100% di infezione. Se una persona è in contatto con la sofferenza e non ha un'immunità specifica, sarà sicuramente infettata lui stesso. Poiché il virus inizia a essere rilasciato nell'ambiente due giorni prima del primo rash caratteristico, è quasi impossibile prevenire l'infezione.

Il periodo di incubazione della varicella nei bambini

Il periodo di incubazione è il momento in cui l'agente patogeno è già nel corpo, ma non causa alcun sintomo caratteristico. Il virus viene rilasciato nell'ambiente, l'infezione si manifesta agli altri, ma non vengono prese misure per isolare e trattare il paziente.

Si ritiene che il periodo di incubazione per la varicella dura da 10 a 21 giorni. Nei bambini, in media 14 giorni. I seguenti processi si sviluppano nel corpo:

  • Stadio iniziale: dopo l'infezione, l'agente patogeno si adatta al corpo.
  • Stadio di sviluppo: il virus si moltiplica e si accumula nella fonte dell'infezione, inizia a diffondersi in tutti i sistemi.
  • Stadio di completamento del periodo di incubazione - il patogeno è presente nel sangue, il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi specifici. Alla fine di questa fase compaiono le prime manifestazioni cliniche.

Per tutto questo tempo, i bambini si sentono bene, ma già contagiano gli altri. Più a lungo dura il periodo di incubazione, maggiore è il numero di casi attorno alla fonte primaria di infezione.

I sintomi della varicella nei bambini

L'esordio della malattia è più spesso acuto. Alla vigilia si avverte una lieve indisposizione: debolezza, riduzione dell'appetito. I bambini piccoli iniziano a essere capricciosi, si rifiutano di mangiare, hanno un sonno disturbato.

Dopo che il virus entra nel flusso sanguigno e lo diffonde in tutto il corpo, compaiono i sintomi della malattia. I sintomi caratteristici della varicella sono i seguenti:

  • Temperatura. Con il suo aumento (fino a 38-39 ° C) inizia la malattia.
  • Intossicazione. I bambini più grandi lamentano mal di testa, dolori muscolari, nausea. I bambini diventano lunatici, sonnolenti, rifiutano il cibo.
  • Mal di gola Il motivo è che il virus viene introdotto nel corpo attraverso la membrana mucosa dell'orofaringe, causando una leggera infiammazione lì. La tosse espressa e il naso che cola, come con altre infezioni virali respiratorie acute, non si verificano.
  • Rash. Un sintomo caratteristico della varicella. Compare immediatamente o 1-2 giorni dopo l'aumento della temperatura.
  • Aspetto simil-onda di sintomi. Questo è un tipico sintomo della varicella, che gli consente di differenziarsi da altre infezioni infantili. Durante l'intero periodo della malattia, ci sono diversi "sversamenti", che sono accompagnati da un nuovo aumento della temperatura.

L'intero corso della malattia può essere suddiviso in tre fasi: iniziale (ci sono sintomi di intossicazione, temperatura, ma non eruzione cutanea), fase di rash (calore, quando la diagnosi non è più dubbia), fase di risoluzione (il sistema immunitario ha risposto all'agente patogeno, la temperatura è tornata alla normalità, manifestazioni cutanee sono invertiti e scompaiono).

Fase iniziale della varicella

Distinguere la varicella da altre malattie infettive, accompagnato da un'eruzione cutanea, è abbastanza facile. Per questo è necessario vedere una volta la tipica eruzione cutanea sul corpo del bambino e sapere quali fasi attraversano. L'eruzione compare quasi immediatamente ed è accompagnata da un aumento della temperatura corporea a numeri elevati.

La foto mostra gli elementi di un'eruzione sulla pelle di un bambino con un tipico corso di varicella. Sembrano così da due a sette giorni. Poi c'è una sparizione graduale senza tracce.

  • Inizialmente, macchie rosse sono visibili sulla pelle edematosa. Le manifestazioni cutanee iniziano sul corpo, quindi si diffondono alle braccia e alle gambe e infine al viso e alla testa.
  • Dopo alcune ore, una bolla riempita con un liquido chiaro si forma sul posto. Ha il maggior accumulo di virus. Nella fase di risoluzione, la vescicola (papule) scoppia, si forma una crosta, che poi si asciuga e scompare.
  • Lo stadio iniziale è accompagnato da un forte prurito, che porta a graffiare la pelle e l'infezione da batteri.
  • Caratteristica di un'infezione da herpes (compreso il varicella) è la comparsa di un'eruzione cutanea sulle mucose. Si manifesta la stomatite erpetica, che consente anche di differenziare questa patologia da altre infezioni.

L'intero periodo di rash dura circa tre settimane. Ma la fase acuta iniziale, che dà i problemi principali al bambino e ai suoi genitori non è più di una settimana.

Trattamento sintomatico della varicella

La malattia di solito progredisce facilmente durante l'infanzia, quindi non richiede trattamento ospedaliero. Non vengono utilizzati farmaci antieretici specifici. La lieve gravità del processo è ben tollerata dal bambino e ci sono alcuni effetti collaterali da farmaci specifici.

Parleremo dei principi generali usati nel trattamento della varicella, che possono alleviare le condizioni del paziente e prevenire lo sviluppo di alcune complicazioni:

  • Conformità al regime. Con tutte le infezioni virali, questo principio è considerato di base. Il corpo ha bisogno di un piccolo aiuto, e lui stesso affronterà l'agente patogeno. Per fare questo, si raccomanda di osservare il riposo a letto, dormire di più, non sovraccaricare.
  • Bevi molta acqua. Più fluido un piccolo paziente beve, le tossine più veloci vengono eliminate e le condizioni generali sono normalizzate. Tradizionalmente, i bambini ricevono acqua minerale senza gas, bevande alla frutta, brodo di rosa canina, tè dolce al limone. Il contenuto aggiuntivo di vitamina C nelle bevande aiuta il sistema immunitario a combattere l'agente patogeno. Non farti coinvolgere nei succhi. Le bevande dovrebbero essere calde, ma non calde.
  • Dieta. Il sistema immunitario è strettamente correlato alla microflora intestinale e alla normale digestione. Con tutte le malattie infettive, si raccomanda una dieta moderata: la prevalenza di prodotti caseari (fonte di proteine) e frutta con verdure (fonte di vitamine e minerali). Sforzare il corpo digerendo cibi pesanti (fritti, grassi, fast food) non vale la pena.
  • Trattamento locale I bambini spesso pettinano i brufoli pruriginosi, quindi vengono trattati con soluzioni disinfettanti per prevenire l'infezione batterica. Tradizionalmente usato per questo zelenka. Alcuni genitori credono erroneamente che questo sia il trattamento della varicella. In realtà, la malattia non può essere curata in questo modo. Ma il colore contrastante del verde brillante consente di identificare immediatamente nuove gocce, che sono un segno della continuazione della fase acuta del processo.
  • Antipiretici. Utilizzare solo a temperature elevate (oltre 38,5 ° C). Nei bambini piccoli inclini a convulsioni, la temperatura si riduce da 38,0 ° C. Le farmacie hanno molti farmaci per bambini a base di paracetamolo o ibuprofene. I bambini vengono dati sotto forma di sciroppo, i bambini più grandi in pillole. Molto raramente, una febbre superiore a 39,5 ° C richiede la somministrazione di emergenza di una miscela litica (analgin, papaverina, suprastin). Il dosaggio è calcolato dal medico dell'ambulanza in base all'età.
  • Combatti contro il prurito. Questo sintomo rappresenta il più grande problema per i bambini. Non possono dormire, comportarsi, perdere l'appetito. Per alleviare il prurito, utilizzare metodi locali (trattamento con lozioni speciali con mentolo, bagni e lozioni con acqua fredda). Gli antistaminici sistemici ("Suprastin", "Fenistil", "Zodak") sono prescritti solo per il prurito generalizzato, poiché il loro uso può causare encefalopatia e altre reazioni indesiderabili.
  • Igiene. È necessario cambiare la biancheria ogni giorno, lavarsi le mani più spesso, tagliare le unghie in breve tempo. Questo aiuta a prevenire l'infezione dell'eruzione.

Il trattamento viene continuato fino a quando la temperatura corporea è normalizzata, nuove eruzioni cutanee cesseranno di apparire e i vecchi elementi dell'eruzione saranno coperti con croste. Ciò significa che l'agente patogeno entra nella fase inattiva. Il bambino rimane per sempre il portatore di un virus dell'herpes del terzo tipo, ma cessa di essere contagioso e può comunicare con i suoi pari.

Possibili complicazioni

Le complicanze della varicella nei bambini sono molto meno comuni che negli adulti. Ma devono essere ricordati, poiché molti sono un serio pericolo per la vita. La ragione di questo processo di sviluppo è un'immunità ridotta, che "manca" il virus in profondità nel corpo e spiega l'accessione dell'infezione secondaria di molti organi.

Ai primi segni di "pesatura" della malattia (nuova ondata di intossicazione, grave letargia, temperatura prolungata, sonnolenza), un urgente bisogno di chiamare un medico. Le forme complicate della malattia sono trattate solo in ospedale. Questi includono:

  • Infezioni batteriche Si verificano con una frequenza del 5%. Gli agenti causali sono batteri del gruppo di streptococchi e stafilococchi. Una varietà di forme: ascessi cutanei, linfoadenite, polmonite, artrite, osteomielite, sepsi batterica. I precursori dell'infezione batterica sono il rossore della base delle bolle e un nuovo aumento della temperatura dopo un lungo (3-4 giorni) normale benessere del bambino.
  • Encefalite e atassia cerebellare. Causato dalla penetrazione del virus attraverso la barriera emato-encefalica e il danneggiamento di alcune parti del cervello. Si verificano più spesso nei bambini sotto i 5 anni. I primi segni di meningoencefalite sono torcicollo, confusione, convulsioni. Il bambino sembra rallentato, costantemente dormendo. Con la sconfitta del cervelletto sorge un'andatura traballante, disturbo del linguaggio.
  • Polmonite. L'herpes polmonare virale è la causa più comune di morte in questa infezione. Sintomi: tosse straziante, mancanza di respiro, cianosi della pelle, dolore al petto. Caratteristico per bambini sotto i 3 anni. I sintomi si sviluppano da 1 a 6 giorni dopo la comparsa di un'eruzione.

L'elenco delle complicanze è molto più ampio: alterazione della coagulazione del sangue (porpora, vescicole emorragiche, sanguinamento gastrointestinale), nefrite, pancreatite, sindrome emolitica uremica, miocardite, pericardite, orchite (infiammazione dei testicoli nei ragazzi).

Misure preventive

La prevenzione è la prevenzione dell'insorgenza e diffusione della malattia. Per tutte le infezioni infantili, esiste una chiara sequenza di azioni che consente di evitare nuove infezioni.

L'unico modo per non ottenere la varicella è quello di farsi vaccinare. La vaccinazione contro il virus dell'herpes di tipo 3 non è obbligatoria. È fatto per i bambini di età superiore a un anno, a condizione che prima non avessero la varicella. Altre misure preventive:

  • Il bambino malato deve essere immediatamente isolato dagli altri. Di solito questo è fatto a casa. Non può camminare e ricevere ospiti. Questa modalità viene rimossa cinque giorni dopo la comparsa dell'ultima eruzione cutanea.
  • I bambini che non hanno la varicella, ma comunicati con il paziente sono isolati da 10 a 21 giorni dal momento del contatto.
  • Dopo aver sistemato il paziente in una stanza separata, le stanze rimanenti sono ben ventilate e viene eseguita la pulizia a umido. Il virus muore rapidamente sotto l'azione della luce solare e dell'età fresca.
  • Un bambino malato riceve piatti separati, asciugamani e altri prodotti per l'igiene.
  • I caregiver devono indossare bende di garza di cotone.
  • I piatti sono puliti separatamente. L'intimo viene lavato quotidianamente con un lavaggio separato ad alta temperatura.
  • La stanza è regolarmente ventilata, se è possibile regolare il quarzo, il rischio di diffusione del virus è ridotto.

Anche un'attenta osservanza delle misure descritte non garantisce al 100% l'assenza di infezione. La somministrazione profilattica di vari farmaci antivirali non è efficace. Tutto dipende dallo stato della propria immunità, dalla presenza di anticorpi specifici dopo la precedente malattia e dalla vaccinazione.

Domande frequenti

La varicella è una malattia comune durante l'infanzia. Nonostante il corso relativamente favorevole, può causare molti problemi. I genitori si chiedono come superare questa malattia più velocemente e senza conseguenze.

Cercheremo di rispondere alle domande tradizionali relative al decorso della malattia e alla cura di un bambino malato. Non saranno in grado di eliminarlo dal virus dell'herpes, ma renderanno più facile e più chiara la cura dei malati:

  • È possibile lavare con la varicella? I medici domestici vietano severamente i bagnanti durante il periodo acuto della malattia. Il contenuto delle bolle contiene il virus dell'herpes. Durante il bagno, spesso scoppiano, il virus si diffonde attraverso il corpo con la comparsa di nuove lesioni.
  • Posso prendere la varicella una seconda volta? Sì, in casi molto rari. Il virus dell'herpes, una volta penetrato nel corpo, rimane in esso per tutta la vita. Il luogo del suo "basarsi" sono i neuroni dei gangli spinali. Con una diminuzione significativa dell'immunità, l'agente patogeno può rientrare nel flusso sanguigno (di solito questo accade in età avanzata, quando gli anticorpi sviluppati perdono il titolo protettivo, o per malattie tumorali trattate con citostatici o radioterapia).
  • Come spalmare la varicella eccetto Zelenka? Trattare gli elementi dell'eruzione cutanea può essere qualsiasi soluzione disinfettante. È meglio se si levano in piedi contro la pelle. Questa è una soluzione concentrata di permanganato di potassio, olio dell'albero del tè, preparazione di Tsindol, soluzione di Fukartsin (ha un colore rosa), alcool salicilico, crema di Fenistil (incolore, ma allevia il prurito bene).
  • Quanto dura la varicella nei bambini? Dipende dall'immunità del bambino. In media, il periodo acuto della malattia dura 7 giorni. Le eruzioni sotto forma di croste persistono per diverse settimane. Il bambino è contagioso entro 5 giorni dopo l'ultima eruzione cutanea.
  • È possibile vaccinare un bambino contro la varicella? Puoi vaccinare i bambini di età superiore a un anno che non hanno avuto la varicella. Questo è l'unico metodo garantito per evitare l'infezione. Allo stesso tempo è necessario rispettare tutti i principi della vaccinazione.
  • È possibile camminare fuori con una varicella? Puoi camminare solo dopo la fine della quarantena. Altrimenti, il bambino diffonderà l'infezione tra tutte le persone in contatto con esso.

La varicella, sebbene sia un'infezione lieve, richiede una visita obbligatoria al pediatra. Se i genitori hanno ancora domande, possono essere chiesti al medico.

Video: Dottor Komarovsky sul trattamento della varicella in un bambino

Dr. Komarovsky è un famoso pediatra, che in una forma accessibile spiega i problemi medici più difficili. La varicella ha dedicato un intero programma. Offriamo di guardare questo video per intero. Dopo di ciò, non avrai domande inspiegabili su questa malattia comune.

Il dott. Komarovsky dà consigli pratici molto preziosi: assicurati di alleviare il prurito con varie creme e unguenti locali, non usare mai l'aspirina nei bambini per abbassare la temperatura, per evitare un'eccessiva sudorazione (la temperatura nella stanza dovrebbe essere fredda, il bambino non dovrebbe essere avvolto). Questo video è un must per i genitori che hanno bambini piccoli. Dopo di lui, conosceranno tutti i sintomi della varicella e i suoi metodi di trattamento.

Varicella nei bambini - il periodo di incubazione, i primi segni e sintomi principali (foto). Lo schema di trattamento della varicella a casa.

La varicella o la varicella è una malattia infettiva acuta causata da virus della famiglia dell'herpes. Una caratteristica distintiva della varicella è un'eruzione cutanea sotto forma di piccole bolle. Praticamente tutti i bambini di età compresa tra 2 e 7 soffrono di varicella, soprattutto se frequentano l'asilo, poiché il virus è molto volatile e può penetrare non solo nelle stanze adiacenti, ma anche negli appartamenti.

Inoltre, una grande percentuale dell'incidenza dei bambini con la varicella è dovuta al fatto che il periodo di latenza della malattia è di 14-21 giorni, in modo che il virus riesca a diffondersi e raggiungere tutti i bambini in un gruppo o in giardino. Il virus della varicella interrompe la sua attività fino alla fine dell'ultima eruzione, cioè il virus smette di essere trasmesso quando le ultime vescicole hanno iniziato a guarire.

Come puoi essere infettato?

Il virus viene trasmesso da persona a persona con goccioline trasportate dall'aria. La varicella penetra nelle mucose della bocca, nel tratto respiratorio, negli occhi in profondità nel corpo.

Il virus patogeno della varicella è molto persistente e si diffonde rapidamente. Ha la capacità di penetrare anche nelle altre stanze e negli appartamenti vicini. Ecco perché i bambini in gruppi sono così facilmente infettati dalla varicella. Solo un bambino della squadra che viene infettato dalla varicella diventa immediatamente pericoloso per i bambini dell'intera istituzione.

Periodo di incubazione della varicella

Varicella durante il periodo di incubazione, cioè i primi 7 - 21 giorni, non si manifesta. I bambini rimangono attivi, vigorosi, allegri, non diversi dai loro coetanei sani. Tuttavia, non appena scade il tempo del periodo di incubazione, i primi sintomi iniziano ad apparire bruscamente nel bambino. E poi la varicella, i suoi sintomi, non lasciano dubbi ai genitori sul fatto che il bambino abbia la varicella e non qualche altra malattia.

Primi segni

Il bambino appare:

  • temperatura elevata (fino a 39,5 ° С),
  • reazione febbrile;
  • mal di testa di media intensità;
  • dolore addominale (non sempre);
  • malessere generale;
  • segni di intossicazione (possibile nausea e vomito);

I primi segni di varicella nei bambini, di regola, sono indistinguibili dall'ARI "ordinaria". Il sintomo principale della varicella è una caratteristica eruzione cutanea (piccole macchie rosa prima e poi bolle con un liquido trasparente).

Sintomi e segni di varicella nei bambini

Fondamentalmente, la varicella è caratterizzata da un tipico, stesso tipo di corso in tutti i bambini, con rare eccezioni, quindi i seguenti sintomi principali di questa malattia possono essere identificati (vedi foto):

  1. Esordio improvviso della malattia con lo sviluppo di intossicazione e un forte aumento della temperatura.
  2. Aspetto quasi simultaneo sulla pelle, a volte sulle mucose, di tipici elementi vescicolari.
  3. Il decorso ondulatorio del processo patologico con papulovesicule periodiche.
  4. Aumento della temperatura corporea con ogni nuova ondata di eruzioni cutanee.
  5. La formazione sulla superficie delle vescicole delle croste, che successivamente non lascia cicatrici dopo il recupero.

Tutte le fasi della varicella nei bambini si ripetono costantemente e sono caratterizzate da alcuni sintomi tipici.

  1. Il primo stadio della varicella e del bambino è il periodo di incubazione, che copre il tempo dalla penetrazione della varicella-zoster nel corpo del bambino alla manifestazione immediata dei primi sintomi clinici. La sua durata è considerata da un minimo di 5 a un massimo di 21 giorni, tuttavia, in media, può durare circa 2 settimane. In questo momento, il varicella-zoster si moltiplica attivamente e si accumula anche nelle membrane mucose dell'orofaringe, la cavità nasale, e quindi è in grado di superare tutte le barriere protettive e penetrare nel sangue. In questo momento, il primo segno di varicella nei bambini si sviluppa: l'apparizione di un'eruzione cutanea sul corpo, accompagnata da febbre alta.
  2. Lo stadio, accompagnato dai sintomi di cui sopra, è chiamato quello iniziale, ma a volte è preceduto dal cosiddetto periodo prodromico, durante il quale si registrano un aumento di temperatura, mal di testa, debolezza e letargia. La temperatura della varicella nei bambini a volte raggiunge i 40 ° C e oltre.
  3. Come risultato della penetrazione del virus della varicella nella pelle, si forma un edema locale e si verifica un periodo di eruzione cutanea che può durare solo 2 giorni o 7 giorni o anche più. È caratterizzato dalla formazione iniziale di una macchia rossa, che assume rapidamente la forma di una papula, quindi viene trasformata in una vescicola, che successivamente diventa coperta da una crosta. Molto spesso, il corpo del paziente viene colpito prima dagli elementi dell'eruzione, poi dalle braccia e dalle gambe e solo dopo che possono essere trovati sul viso e sul cuoio capelluto. Inoltre, questo processo è caratterizzato da un prurito molto fastidioso che provoca gravi disagi. Insieme con la formazione di un rash, si osserva un aumento dei linfonodi, nonché la manifestazione di sintomi di intossicazione del corpo.
  4. L'ultimo stadio della varicella nei bambini è caratterizzato dalla normalizzazione della temperatura corporea, dalla perdita di croste, dal miglioramento del benessere del paziente. Al sito dell'elemento patologico precedente coperto con una crosta, la pigmentazione rimane brunastra all'inizio, tuttavia, scompare nel tempo. La pelle dopo la varicella nei bambini in assenza di graffi permanenti di elementi pruriginosi, con un trattamento attento e la prevenzione delle infezioni, rimane sana e pulita. La durata media dal momento della manifestazione dei primi segni per completare la pulizia della pelle dalle croste è di circa 3 settimane.

La varicella nei bambini fino ai 6 mesi di età è estremamente rara, poiché il bambino è protetto dagli anticorpi ricevuti dalla madre. In caso di registrazione della malattia del bambino fino a un anno, procede abbastanza facilmente. La temperatura della varicella nei bambini di questa età è generalmente bassa, il periodo di eruzione cutanea è breve e la sindrome da intossicazione non è quasi pronunciata. Tuttavia, questo si applica ai bambini nati da madri che hanno avuto la varicella durante l'infanzia da bambina. Nel caso opposto, la varicella nei bambini fino a un anno è abbastanza lunga e difficile.

Che aspetto ha la varicella nei bambini: foto

Vi diamo una foto di varicella nei bambini, sia nei neonati che nei bambini più grandi. L'esantema della varicella può comparire su qualsiasi parte del corpo, anche sulle mucose. L'intensità dell'eruzione, come puoi vedere nella foto, può anche essere diversa.

I primi segni di varicella nei bambini: come inizia

Una delle malattie infantili più comuni è la varicella. Se il bambino frequenta un asilo o un'altra scuola materna, molto probabilmente la malattia non aggirerà il bambino. Per evitare complicazioni e altri problemi, ogni genitore deve sapere come distinguere la varicella da eruzioni allergiche e altre malattie. Nel nostro articolo, vedremo come inizia la varicella nei bambini.

La maggior parte delle persone soffre di varicella da 3 a 12 anni. In età avanzata, la varicella è molto difficile da trasportare: la temperatura corporea nel periodo acuto della malattia è 39 gradi e più, il rischio di complicanze è alto. Per questo motivo, molti genitori conducono deliberatamente i bambini nell'azienda con la varicella malata per proteggere il bambino da possibili complicanze in età avanzata.

Perché è importante non perdere l'insorgenza della malattia?

Se sei sicuro che il tuo bambino sia stato in contatto con la varicella malata, fai attenzione, poiché l'infezione del bambino è inevitabile. Il periodo di incubazione va da 11 a 25 giorni.

Durante questo periodo di tempo non vi è alcun cambiamento nel benessere, nessun sintomo. Se possibile, proteggere il bambino dalla visita di luoghi pubblici. Se c'è un bambino sotto un anno in casa, se possibile, il contatto con la persona malata dovrebbe essere evitato.

I bambini sotto un anno sopportano gravemente la malattia, possibilmente sviluppando gravi complicanze in cui soffrono gli organi vitali. Per questo motivo, è molto importante conoscere i primi segni di varicella in un bambino.

Non appena i sintomi della varicella si fanno sentire, fornire al paziente piatti separati, nonché biancheria da letto e prodotti per la cura personale. Molti medici ritengono che non sia necessario isolare il paziente dagli altri bambini. I bambini in giovane età soffrono molto più facilmente della malattia.

I primi segni di varicella nei bambini

I primi sintomi della malattia sono spesso confusi con la normale malattia respiratoria acuta e la comparsa di macchie e vescicole - con una reazione allergica (orticaria).

Cambiamenti visivi nell'eruzione della varicella

Per riconoscere la varicella in tempo, ogni genitore deve sapere come inizia l'eruzione e le caratteristiche della malattia: